Finance in Common Summit, impegno Banche sviluppo dopo Covid

A evento promosso da Cdp sprint a collaborazione intensificata

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Le oltre 500 Banche pubbliche di sviluppo (Bps) di tutto il mondo "intensificano la collaborazione e rafforzano il loro impegno per sostenere la ripresa e la crescita economica a livello globale, promuovendo un modello di sviluppo sostenibile, verso il quale orientare sempre più attenzione e risorse finanziarie, sia del settore pubblico sia del settore privato": è quanto emerso dalla seconda edizione del Finance in Common Summit (Fics) ospitata quest'anno a Roma da Cassa depositi e prestiti (Cdp), l'Istituzione finanziaria italiana per la cooperazione allo sviluppo, in partnership con l'International fund for agricultural development (Ifad, agenzia specializzata delle Nazioni Unite per l'incremento delle attività agricole nei Paesi arretrati) e con il sostegno della World federation of development finance institutions (Wfdfi), l'International development finance club (Idfc), Agence française de développement (Afd), così come l'intera coalizione di Fics. La conferenza internazionale del Fics, si ricorda in una nota, "è inserita nel calendario della Presidenza italiana del G20, come riporta la citazione dell'evento che contenuto nella Dichiarazione finale del "G20 Finance ministers and central bank governors" del 13 ottobre us.
    Il Fics presenterà nel 2022 un rapporto sull'avanzamento delle sue attività alla Presidenza G20 di turno, a testimonianza del ruolo cruciale svolto dalle Bps mondiali che rappresentano a livello aggregato investimenti per oltre 2 trilioni di dollari, circa il 10% degli investimenti mondiali totali, operando da anello di congiunzione tra le politiche pubbliche ed il settore privato", si legge ancora nella nota di Cdp. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA