Expo Dubai: da Padiglione Israele allarme e ricette su clima

Sternberg (Università Tel Aviv) ricerca e conservare ecosistemi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Oggi "la sfida che l'umanità si trova ad affrontare è l'importanza di conservare gli ecosistemi naturali come fonte di sicurezza per ottenere le risorse naturali che utilizziamo nella nostra vita quotidiana". Sebbene, infatti, la nostra conoscenza non sia completa e "ci sia ancora molto da investigare, ci sono elementi che sappiamo già che avranno un effetto positivo sul nostro futuro. Un esempio: prevenire la frammentazione dei sistemi naturali, consentendo la migrazione di animali e piante attraverso corridoi ecologici, darà maggiori possibilità alle varie specie di sopravvivere in nuove condizioni climatiche". L'appello, che è anche una accorata raccomandazione ed una vera e propria ricetta per l'ambiente arriva da Marcelo Sternberg, professore dell'Università di Tel Aviv, responsabile biologo del Plant Ecology Lab School of Plant Sciences and Food Security dell'istituto israeliano. Sterneberg parla dal padiglione di Israele, una delle novità più attese ed evidenti della expo' Dubai 2020 ospitata dagli Emirati arabi uniti. L'invito dello studioso israeliano-italo-argentino è rivolto ai govermi ma anche ai cittadini affinché si assumano le proprie responsabilità "oggi in modo che i nostri figli e nipoti possano domani vivere in un mondo più sicuro".
    Nell'ambito della settimana dedicata al cambiamento climatico e alla biodiversità durate l'Expo, Sternberg ha tenuto una conferenza sugli effetti del cambiamento climatico globale focalizzando l'attenzione sulla situazione del Medio Oriente.
    Sternberg, esperto appunto in ecologia del cambiamento climatico, presenta chiaramente la sfida che oggi l'umanità si trova ad affrontare e l'importanza di conservare gli ecosistemi naturali come fonte di sicurezza per ottenere le risorse naturali che utilizziamo nella nostra vita quotidiana.
    Sebbene la conferenza si riferisca soprattutto al Medio Oriente, gli scenari presentati sono validi anche per l'Italia, ad esempio, dove il cambiamento climatico colpisce oggi gran parte della Penisola. Si parla quindi dell'intensificarsi di eventi climatici estremi: maggiore siccità; maggiore intensità degli incendi boschivi, maggiore intensità delle piogge; maggiore intensità delle tempeste di neve, maggiore intensità dei venti. Tra le soluzioni Sternberg chiede di investire maggiori risorse nella ricerca, in particolare, in progetti sperimentali sugli effetti del cambiamento climatico sulla biodiversità nei sistemi sia naturali sia agricoli. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA