Piaggio: il marchio Vespa vale oltre 900 milioni di euro

Secondo uno studio commissionato all'americana Interbrand

Redazione ANSA MILANO

Il marchio Vespa vale 906 milioni di euro. E' quanto risulta da uno studio commissionato da Piaggio all'americana Interbrand. "Vespa - commenta Michele Colaninno, consigliere delegato per strategia, prodotto e innovazione del gruppo - è molto più di un brand di mobilità; simboleggia arte, design, tecnologia e divertimento". "Vespa sottolinea - è un'icona di stile: la sua unicità lo rende uno dei brand più ammirati e desiderati, appartenente al mondo premium così come a quello moda e lifestyle. Per questo motivo, dobbiamo iniziare a confrontarci con altri brand mondiali che appartengono a categorie diverse dalla pura mobilità". "Abbiamo quindi chiesto a Interbrand - prosegue - brand consultancy leader a livello mondiale, di determinare e analizzare il valore finanziario del marchio Vespa". "Non è un traguardo - precisa - ma semplicemente un nuovo punto di partenza per continuare a costruire il futuro di Vespa". Lo studio condotto da Interbrand, leader globale nella brand consultancy, indica Vespa come "un brand unico e riconosciuto a livello mondiale, grazie alla sua perfetta combinazione di design, lifestyle e tradizione italiana". "Il termine 'iconico' - afferma Manfredi Ricca, Global Chief Strategy Officer di Interbrand - è abusato, ma non c'è davvero altro modo per definire questo brand". A suo dire "Vespa è un brand storico ma in continua evoluzione; è profondamente italiano e amato a livello globale; è premium e allo stesso tempo inclusivo". Tra i fattori chiave che contribuiscono alla forza competitiva di Vespa (Brand Strength Score) svolgono un ruolo primario, secondo Interbrand, "distinctiveness e affinity", ovvero il "grado di differenziazione all'interno del settore di riferimento" e "i forti sentimenti positivi dei clienti nei confronti del brand". Nel complesso Vespa gioca in un'arena competitiva che "va ben oltre al concetto di pura mobilità, soddisfacendo desideri come l'espressione del proprio stile e lo svago".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie