Helbiz, lettera di intenti per acquisizione di Wheels

Operatore dispone di 8mila veicoli tra città e campus in USA

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 21 GIU - Con una lettera di intenti Helbiz ha avviato le procedure per l'acquisizione di Wheels, piattaforma di mobilità elettrica leader nella gestione dell'ultimo miglio. L'acquisizione è subordinata alle condizioni preliminari standard per questo tipo di operazioni e dovrebbe essere completata entro la fine dell'anno.
    Wheels attualmente può contare su una flotta di ottomila veicoli distribuiti in dodici città e quattro campus universitari nei principali mercati statunitensi, da New York City a Honolulu e Austin ed è l'unico operatore nei quattro mercati autorizzati della metropoli di Los Angeles (L.A., Santa Monica, West Hollywood e Culver City). L'approccio operativo dell'azienda comprende la mobilità condivisa supportata da una spinta agli abbonamenti e un canale B2B che prevede la collaborazione con le aziende partner per fornire ai loro dipendenti e ai clienti un veicolo come benefit.
    "La visione e gli obiettivi comuni di Helbiz e Wheels - ha dichiarato Salvatore Palella, CEO e fondatore di Helbiz - rendono quest'unione perfetta. Entrambe le aziende sono nate con la finalità di cambiare il modo in cui le persone si muovono all'interno delle loro comunità, riducendo la dipendenza dai mezzi di trasporto a più alto impatto ambientale. Siamo entusiasti di unire le nostre forze con il team di Wheels e di offrire ai nostri rispettivi clienti un'ulteriore gamma di opzioni di trasporto. Da un punto di vista strategico, questa acquisizione raddoppierà i ricavi, aumenterà le città servite, migliorerà i margini e ridurrà i costi".
    Il veicolo Wheels è un dispositivo a due ruote seduto e dotato di una tecnologia brevettata per il casco integrato. È stato il pioniere della tecnologia delle batterie intercambiabili, che mantiene i veicoli sulle strade più a lungo e garantisce forti margini di redditività. Questo fattore lo rende più accessibile a coloro che non vogliono o non possono guidare gli scooter, ampliando così il mercato della micromobilità sicura. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie