Vola l'utile Ferrari, ai dipendenti premio record

In aumento consegne e ricavi. Vigna, presto altri partner tech

Amalia Angotti TORINO

Ferrari chiude - nonostante il Covid e la crisi dei microchip - un super 2021 con un utile netto di 833 milioni, in crescita del 37% sul 2020, ricavi che per la prima volta superano la soglia dei 4 miliardi e 11.155 consegne, in aumento del 22,3% rispetto al 2020 e del 10,1% rispetto al 2019.

"L'anno è stato eccezionale grazie alla passione e alla dedizione del personale e per premiare i loro successi, in linea con i forti indicatori di performance della società, sono lieto di annunciare il premio annuale fino a poco più di 12.000 euro per i nostri dipendenti", comunica l'amministratore delegato Benedetto Vigna che conferma per il 16 giugno a Maranello il Capital Markets Day, dove illustrerà i piani per il futuro. Bene a Piazza Affari il titolo che a fine giornata guadagna l'1,5%. "I risultati finanziari record del 2021 - spiega Vigna agli analisti finanziari . - dimostrano ancora una volta la forza del nostro modello di business. Abbiamo gestito attentamente una raccolta ordini impressionante, in linea con la nostra strategia volta a perseguire una crescita controllata e a preservare l'esclusività del marchio. Facciamo grande attenzione all'aumento dei prezzi dell'energia e dell'alluminio, ma abbiamo buoni fornitori su cui fare leva". Il portafoglio ordini é "più forte di sempre, in crescita a doppia cifra rispetto all'anno scorso e copre fino al 2023, con tutte le regioni che mostrano una crescita significativa".

Nel 2022, anno del 75esimo anniversario, la Ferrari svelerà "il tanto atteso Purosangue, che - dice Vigna - supererà le aspettative dei nostri clienti. L'ho guidata più volte sulle colline intorno a Maranello e posso testimoniare che l'esperienza di guida è davvero stupefacente, ma non voglio rovinare la sorpresa". Vigna promette "altre importanti partnership tecnologiche a breve" e spiega che "l'elettrificazione sarà declinata in versione Ferrari. Siamo già attivi con i nostri modelli ibridi ed è un modo per mantenerci al passo con i tempi". Va avanti, intanto, la strategia di diversificazione del marchio. "Prima pietra miliare di questo percorso sarà il Fashion Show a Milano alla fine del mese", dice il manager che non dimentica la Formula 1 dove vede "segnali incoraggianti nel finale con il terzo posto nel Campionato Costruttori". "Il 2022 è stato il primo anno con una serie completamente nuova di regole tecniche, la nostra nuova vettura sarà presentata il 17 febbraio", spiega.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie