Arval, 2021 nel segno della performance al rialzo

Arval Italia nominata come 'Best Arval Country 2021'

Redazione ANSA MILANO

E' stato un 2021 all'insegna delle performance, per Arval che ha aumentato la sua flotta noleggiata. Specialista nel settore del noleggio a lungo termine e in soluzioni di mobilità innovative e sostenibili, lo scorso anno Arval ha ottenuto risultati che dall'azione hanno definito 'eccellenti' rispetto al mercato, alla luce delle sfide associate alla pandemia, alla carenza di semiconduttori e più in generale a un contesto complicato del settore automotive. Sul fronte dei numeri, nel corso del 2021 Arval ha registrato un aumento della sua flotta noleggiata pari al 6,4% rispetto al 2020, arrivando a contare 1.469.753 veicoli. Gli ordini di veicoli nuovi sono cresciuti del 15% rispetto al periodo pre-Covid, confermando la forte domanda da parte dei clienti.
    Con riferimento al segmento Corporate, la flotta noleggiata conta alla fine del 2021 1.032.065 veicoli. Il segmento Retail ha invece registrato una crescita dell'11%, con il noleggio ai privati a segnare +24%. Il noleggio mid-tem registra invece una crescita del 20%.
    La trasformazione legata alle nuove soluzioni di mobilità e a favore della sostenibilità avviata con Arval Beyond ha inoltre iniziato a dare i suoi frutti, visti i numeri dei contratti di noleggio di biciclette, cresciuto del 54%, oltre al numero degli utenti MaaS che è decuplicato. Il numero dei rented months (mesi di noleggio) con Arval Mid Term Rental è aumentato del 34% e il 30% dei nuovi ordini di Arval hanno riguardato veicoli elettrificati.
    Il 2021 si è confermato un anno di crescita e consolidamento anche per Arval Italia. La flotta noleggiata registra infatti un incremento del 6,6% e passa da 228.327 a 243.347 veicoli. Cresce la flotta del segmento Corporate, che si attesta a 156.357 veicoli così come registrano aumenti anche gli altri segmenti commerciali. Retail segna infatti un +18%, risultato trainato da una crescita dei consumatori privati, la cui flotta è aumentata del 58% rispetto al 2020. Buone le performance di Arval Mid Term, che registra un incremento del 14% della flotta, del 17% del numero di contratti e del 34% per quanto riguarda i rented months. "Il 2021 è stato un anno straordinario per Arval Italia - ha dichiarato Štefan Majtán, Direttore Generale di Arval Italia - e nonostante il momento complesso per il settore, siamo riusciti non solo a raggiungere ma addirittura a superare i nostri obiettivi. Un successo di cui sono molto orgoglioso e che è dipeso dal mix di scelte aziendali sempre focalizzate sui nostri clienti, dalle grandi corporate alle piccole medie imprese, ai liberi professionisti, sino ai privati, unito all'approccio dei nostri collaboratori. Grazie agli eccellenti risultati di business, ma non solo, Arval Italia è stata nominata come 'Best Arval Country 2021' tra i 30 Paesi in cui Arval è presente nel mondo".
    Da 'record' sono invece definiti dall'azienda i risultati per il Remarketing di Arval Italia che, nel 2021, ha venduto sul mercato dei veicoli usati 45.684 mezzi, confermando il fermento che sta vivendo il settore dell'usato. Anche sul fronte della transizione energetica, i dati dimostrano una netta accelerazione della diffusione di veicoli elettrificati. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie