Stellantis: ex fabbrica Rivalta sarà Polo logistico

Riapre dopo 20 anni, qui nate Ritmo e Uno. Investiti 150 milioni

di Amalia Angotti TORINO

E' pronto nella storica fabbrica Fiat di Rivalta, dove sono stati prodotti modelli come la Lancia Delta e le Fiat Dino Spider, Ritmo, Uno e Tipo, il Centro Logistico Stellantis, quartiere generale europeo della divisione specializzata Mopar. Realizzato con un investimento di 150 milioni nell'ambito del piano industriale per l'Italia di oltre 5 miliardi di euro, serve 5.000 destinazioni europee. Il polo occupa 238 mila metri quadrati di superficie coperta (220 mila solo per il magazzino, come 30 campi da calcio), è in grado di supportare oltre 5 mila destinazioni ed è caratterizzato, tra le altre cose, da 50 moli per il carico e lo scarico delle merce, 130 parcheggi per i rimorchi e 425 mila "ubicazioni" (187 mila automatizzate). Sessanta robot si muovono a una velocità di 3 metri al secondo e riescono a elaborare 1.000 cicli ora di prelievo. Il ricambio viene trasportano dai robot fino alle 13 "baie operatore", aree in cui gli operatori ricevono il materiale e organizzano la spedizione ai clienti.

Nell'ex impianto Fiat chiuso nel 2002 dopo 30 anni di attività, lavorano oggi oltre mille persone, di cui 379 donne (il 37%): la maggior parte proviene da siti del gruppo come quelli di None e Volvera, dove prima erano dislocate varie attività di logistica, 150 sono nuovi assunti e nel caso di un'espansione di nuove attività come la movimentazione delle batterie per auto elettriche l'organico potrebbe aumentare. "Dare nuova vita a uno stabilimento simbolo di una grande eredità industriale e trasformarlo in un centro di distribuzione internazionale di ricambi all'avanguardia e innovativo è un motivo di grande orgoglio" commenta Pietro Gorlier, chief parts and services officer di Stellantis, che per quanto riguarda la carenza di materie prime, in particolare semiconduttori, "ci sono prospettive di recupero, ma non immediate". Grande attenzione all'aspetto ecologico, con quasi 3.000 pannelli solari in grado di autoprodurre oltre 1,1 MW di energia elettrica pari a circa il 17% del fabbisogno dello stabilimento, e alla sicurezza. Il Parts Distribution Center di Rivalta rientra in una rete globale di Stellantis che raggruppa più di settanta centri di distribuzione ricambi e circa 11 mila dipendenti. I mercati di riferimento sono 167 mentre le linee di ordini giornaliere sono 350 mila per raggiungere più di 6.000 destinazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie