Monopattini: Asaps, finora 14 vittime e decine feriti gravi

Lombardia e Lazio le regioni con il maggior numero di incidenti

Redazione ANSA BOLOGNA

 E' la quattordicesima vittima in monopattino, e la prima del 2022, il 45enne morto ieri sera in un incidente a Meldola (Forlì-Cesena) secondo i dati dell'Osservatorio Asaps, l'Associazione sostenitori Polstrada, che lo scorso anno ha registrato 12 decessi, a fronte dell'unico avvenuto nel 2020 a Budrio (Bologna). Il conteggio dei feriti per lo scorso anno è ancora in corso, ma sono stati circa 150 gli incidenti con feriti gravi e centinaia gli episodi con protagonisti gli utenti di questo veicolo, soprattutto nelle aree urbane. Lombardia e Lazio sono le regioni con il maggior numero di incidenti, mentre due pedoni furono investiti e uccisi nel 2021 proprio a causa dei monopattini.
    "Numeri in assoluto non elevatissimi - dice all'ANSA il presidente dell'Asaps, Giordano Biserni - ma occorre tenere conto del numero ridotto in circolazione di questi moderni e agili veicoli legati alla micromobilità elettrica, qualche centinaio di migliaia a confronto di alcune decine di milioni di velocipedi. Le nuove regole introdotte dal decreto 'Infrastrutture' non pare abbiano aiutato al momento e necessitano assolutamente di urgenti modifiche, come l'introduzione dell'assicurazione obbligatoria, del targhino identificativo e della limitazione nella circolazione alle sole strade urbane, eliminando la circolazione sulle strade extraurbane prive di pista ciclabile dove questi veicoli possono oggi circolare anche di notte. Una situazione che moltiplicherà il rischio per questa nuova categoria di conducenti. Nel frattempo il decreto 'infrastrutture' ha anche ridotto del 50% l'importo di quasi tutte le sanzioni per i monopattinisti.
    Ognuno può trarre le proprie considerazioni". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie