Progetto Emicrania,confronto pazienti, clinici e istituzioni

Il 16 marzo online, anche una survey europea su accesso cure

Redazione ANSA ROMA

Istituzioni, pazienti ed esperti a confronto sull'emicrania. Sul suo impatto sulla qualità di vita, l'attività lavorativa, sul suo peso economico e sociale e sulla ricerca, che non si ferma su questa invalidante e complessa patologia. È questo l'obiettivo di Progetto Emicrania 22, in diretta su Zoom il 16 marzo, dalle 10 e 30 alle 13. L'evento è organizzato su iniziativa di Emha, European Migraine and Headache Alliance, in collaborazione con Motore Sanità.Per fare il punto sull'attuale accesso ai percorsi di cura dei pazienti emicranici, Emha, che rappresenta oltre 30 organizzazioni di pazienti in tutta Europa, ha prodotto una survey dai cui risultati si possono generare molte nuove idee su cosa manca e su cosa sarebbe utile fare per rendere più efficiente il sistema di assistenza.
    Sono previsti, tra gli altri, gli interventi del sottosegretario alla Salute Andrea Costa, di Rossana Boldi, Vicepresidente della XII Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, di Paola Boldrini, vicepresidente della XII Commissione Igiene e Sanità del Senato, e dell'europarlamentare Aldo Patriciello.
    Tra gli interventi degli specialisti, sono previsti quelli del professor Paolo Martelletti,Professore Associato Medicina Interna e Direttore del Centro di Riferimento Regionale per le Cefalee dell'Azienda ospedaliera Sant'Andrea- Sapienza Università di Roma, della professoressa Cristina Tassorelli, Professore Ordinario Neurologia e Direttrice del Dipartimento Scienze del Sistema Nervoso e del Comportamento dell' Università degli Studi di Pavia, oltre che di Elena Ruiz de la Torre, Direttore Esecutivo e Past President Emha.
    Infine, per i pazienti, Lara Merighi, Consigliere Cirna. Per iscrizioni https://www.motoresanita.it/eventi/progetto-emicrania-2022/.
    
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA