L'industria dei dispositivi medici, dalla pandemia al Pnrr

Presidente Massimiliano Boggetti il 17 febbraio ad ANSA Incontra

Redazione ANSA ROMA

Dall'impatto della pandemia Covid-19 sull'aumento delle importazioni di mascherine alla boccata di ossigeno che arriverà con il Piano Nazionale di Ripresa e resilienza (Pnrr). A fare il punto sulla situazione delle aziende che producono dispositivi medici in Italia è lo speciale ANSA Incontra, che andrà in onda in streaming giovedì 17 febbraio alle 12 su Ansa.it.

L'incontro con Massimiliano Boggetti, presidente di Confindustria Dispositivi medici, sarà un'occasione per approfondire le criticità emerse con l'emergenza pandemica e le sfide per il futuro di un settore che punta sull'innovazione e la ricerca, e che spazia dalla robotica alla meccanica, dalla biologia alla chimica. Un comparto, spesso poco conosciuto, che ha un impatto concreto nella vita delle persone e che produce circa 1,5 milioni di dispositivi di diverso tipo, che vanno da tamponi e mascherine a saturimetri e respiratori, passando da aghi a fonendoscopi e mammografi.

Il rinnovo parco tecnologico ospedaliero e l'impulso a tecnologie mediche per il rilancio della medicina del territorio saranno la chiave che permetterà alle imprese un rilancio grazie ai fondi previsti del Pnrr. Ma nel quadro, dei problemi di approvvigionamento che le imprese oggi scontano e della crisi delle materie prime e le minacce di guerra che il mondo oggi affronta. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA