Carne artificiale,arriva libro-inchiesta su cibo in provetta

L'autore è Gilles Luneau, giornalista, saggista e regista

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Un'inchiesta sulle lobby del cibo in provetta: è quanto proposto dal volume "Carne artificiale? No, grazie" (Castelvecchi) realizzato da Gilles Luneau, giornalista, saggista e regista francese, esperto di globalizzazione e questioni agroalimentari. Con il reportage l'autore- informa una nota- porta alla luce "gli incredibili interessi economici dietro la progressiva e inesorabile chimicizzazione di ciò che mangiamo".

Al centro dell'inchiesta alcune domande cruciali: da dove vengono gli ingenti fondi per la ricerca?, quale valore nutritivo avranno davvero gli alimenti in provetta?, quali sono i risvolti etici della carne prodotta in laboratorio? Luneau nel libro racconta un'altra verità rispetto all''agricoltura cosiddetta "cellulare" che si presenta spiega l'editore, "come una panacea, da rimedio contro la fame nel mondo a metodo di ostacolo al cambiamento climatico". In particolare l'autore racconta nella sua inchiesta che "i passi in avanti nella produzione di carne in vitro sono rapidi, molto rapidi. È materia dei biotecnologi. La biotecnologi - sottolinea Luneau - è l'arte di coniugare la biologia cellulare, l'ingegneria genetica, le nanotecnologie e l'intelligenza artificiale. I risultati di questo connubio tecnico sono esponenziali. Sono il marchio - conclude - di questa quarta rivoluzione industriale. Quella che trasforma il volto della produzione e del consumo, e che oggi promette di far scomparire l'allevamento". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie