Sacral, Edoardo Tresoldi reinterpreta Dante

L'installazione al Mar Ravenna in occasione mostra Un'epopea Pop

Redazione ANSA ROMA

RAVENNA - Un emozionante viaggio dentro una struttura immaginifica, imponente e leggera al tempo stesso, per scoprire idealmente il Castello degli Spiriti di Magni descritto dal Sommo Poeta: è la sfida raccolta dall'artista Edoardo Tresoldi con Sacral, l'installazione visibile dal 1 settembre e realizzata nel chiostro cinquecentesco del Mar Museo d'Arte della città di Ravenna in occasione della mostra dantesca "Un'epopea Pop" che si aprirà il 25 settembre e racconterà la fortuna di Dante nei secoli.

Tresoldi, scelto dalla curatrice del percorso d'arte contemporanea della mostra, Giorgia Salerno, per rappresentare il tema delle Anime, reinterpreta quel luogo emblematico narrato da Dante, in cui vivono filosofi, poeti, scienziati e scrittori, che pur ricchi di qualità morali nella vita terrena sono destinati alla sofferenza eterna perché privi delle virtù teologali. L'installazione - visibile fino al 9 gennaio 2022, data di chiusura della mostra - è una struttura immateriale e "trasparente" che permette di entrare fisicamente nel "Nobile Castello" (come lo definisce Dante nel IV canto dell'Inferno) e viverne le suggestioni. "Un'immagine archetipica" - ha dichiarato l'artista - "è in grado di far dialogare passato e presente attraverso un linguaggio costituito da significati che tornano nel tempo.

All'interno del chiostro cinquecentesco del Mar, Sacral si presenta come il ricordo di un luogo già incontrato, un'immagine familiare che introduce il visitatore al percorso dantesco".
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie