Nasce coordinamento del Registro Tumori

Al lavoro dal 16 settembre, si occuperà di formazione e ricerca

Programmazione, formazione e ricerca. Sono i campi di cui si occuperà il gruppo di coordinamento tecnico-scientifico del 'Registro Tumori' della Regione Emilia-Romagna, che si insedierà il 16 settembre. Il gruppo, che lavorerà per i prossimi cinque anni, concorrerà alla programmazione delle attività del 'Registro Tumori' regionale, alla verifica della loro attuazione e allo sviluppo del Registro stesso. Dovrà definire i criteri per individuare i bisogni in materia di formazione e ricerca, predisporre i programmi, pianificare iniziative di diffusione delle informazioni epidemiologiche, produrre un report annuale, valutare le eventuali richieste di accesso e utilizzo dei dati del Registro.
    Ne fanno parte il direttore del Registro, Fabio Falcini (Irccs-Irst di Meldola, in provincia di Forlì-Cesena) con funzioni di coordinatore, i responsabili delle unità funzionali del Registro e rappresentanti dei servizi sanitari della Regione. L'Emilia-Romagna ha istituito il proprio 'Registro Tumori' nel 2017, all'Irccs-Irst di Meldola, in applicazione della normativa nazionale. Tra le sue finalità, c'è la produzione di misure dell'incidenza, mortalità, sopravvivenza e prevalenza dei tumori. Inoltre, si occupa di produrre dati per la programmazione, gestione, controllo e valutazione dell'assistenza sanitaria e dell'efficacia dei programmi di screening. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Aeroporto di Bologna