Praga, la Croazia entrerà in Schengen dal 1° gennaio 2023

Ue, 'Romania-Bulgaria fuori Schengen perdita per tutti'

Redazione ANSA

BRUXELLES, 08 DIC - L'area Schengen cresce per la prima volta in 10 anni. I ministri dell'Interno riuniti a Bruxelles hanno infatti approvato l'ingresso della Croazia a partire dal 1° gennaio del 2023. Lo fa sapere la presidenza ceca su Twitter.

"Congratulazioni alla Croazia. A Bulgaria e Romania invece dico: meritate di entrare, avete un forte sostegno da quasi tutti gli Stati membri e dalla Commissione. Esprimo disappunto e tristezza, perché quando non siamo uniti siamo più deboli. Ma sono convinta che raggiungeremo l'ingresso di Bulgaria e Romania in questa legislatura e sarà la mia priorità far sì che accada". Lo ha detto Ylva Johansson, Commissario europeo per gli Affari interni.

"La Commissione è molto determinata del fatto che tutti e tre i Paesi, Croazia, Romania e Bulgaria, possano entrare in Schengen. Tutti i requisiti tecnici sono stati soddisfatti. Aspettiamo le conclusioni officiali al Consiglio Affari Intern, sono persuasa del fatto che i negoziati siano ancora in corso. Il no a Romania e Bulgaria sarebbe una perdita per tutti i membri dell'area Schengen". Lo ha detto la commissaria Ue ai Trasporti, Adina Valean, rispondendo ad una domanda sul veto dell'Austria all'ingresso in Schengen di Romania e Bulgaria. "Ho ancora fiducia nel fatto che potremo convincere tutti", ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: