Menesini all'Ue, 'puntare sul riciclo dei prodotti tessili per tutelare l'ambiente'

Il parere del sindaco di Capannori votato all'unanimità al CdR

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Ad oggi solo l'1% dei tessuti viene riciclato e su questo dobbiamo dire anche che in questi ultimi venti anni si è sviluppato tantissimo l'usa e getta, con un impatto ambientale estremamente forte e negativo, sul quale dobbiamo cambiare perché è insostenibile". Lo ha detto il sindaco di Capannori e presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, intervistato a margine della plenaria del Comitato europeo delle Regioni a Bruxelles, durante la quale è stato votato all'unanimità una suo parere per rendere il settore tessile, del cuoio e delle calzature sostenibile e circolare.

Con questo parere il CdR sostiene l'introduzione dell'obbligo di raccolta differenziata dei prodotti tessili entro il 2025, ma chiede la definizione di obiettivi specifici per la prevenzione, il riutilizzo e il riciclaggio di tali rifiuti nella revisione della direttiva quadro dell'Ue sui rifiuti, prevista per il 2024. "Quello che abbiamo fatto sulla carta, sulla plastica deve essere fatta anche sui tessuti, ovviamente", ha spiegato Menesini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: