Gualmini (Pd) al lavoro in Ue per aiutare settore ceramiche

Battaglia su rincaro gas è in Europa, no a soluzioni nazionali

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 30 AGO - "La battaglia sul rincaro esponenziale di gas e bollette che sta mettendo allo stremo giorno dopo giorno famiglie e imprese si fa in Europa. Le soluzioni nazionali servono a poco e rischiano di aumentare il nostro debito pubblico, già enorme". Così in una nota Elisabetta Gualmini, europarlamentare del Partito democratico e Presidente del Forum Europeo delle Ceramiche.

"Da tempo mi batto per sostenere il settore delle ceramiche in questa fase difficilissima. Un settore di eccellenza e campione di innovazione e di export che conta oltre 28.000 dipendenti (che quasi raddoppiano se si considera l'indotto) e che vanta appunto un fatturato di oltre 6 miliardi di euro all'anno, di cui 4,7 miliardi provenienti dall'Emilia-Romagna", prosegue la nota.

"Per questo da mesi a Bruxelles sto lavorando per aiutare il settore ceramico dell'Emilia-Romagna, anche perché il rincaro delle bollette e dei costi dell'energia e delle materie prime è iniziato da molto tempo, ancora prima della guerra in Ucraina, per effetto del rimbalzo impetuoso dell'economia dopo la pandemia", conclude Gualmini (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: