Pnrr: Adinolfi (Lega), non è più sufficiente, va rivisto

Eurodeputato a incontro su coesione sociale in Ue post-pandemia

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 08 DIC - La coesione sociale come strumento contro le disuguaglianze tra Stati Ue ma anche all'interno degli stessi Paesi. E' stato il tema centrale di un incontro al Parlamento europeo organizzato dagli eurodeputati della Lega, che ha visto la partecipazione dell'europarlamentare Matteo Adinolfi, il segretario generale dell'Ugl Paolo Capone e Luigi Ulgiati, membro del Cese.

"Il covid ha accentuato la crisi che già c'era in Europa, poi con la guerra in Ucraina ci sono state conseguenze drammatiche.

L'Unione europea deve mostrare tutta la sua forza", ha detto Adinolfi, secondo cui, di fronte a questa urgenza, il Piano nazionale di ripresa e resilienza "non è più sufficiente". "I Pnrr vanno rivisti e riformulate nuove soluzioni", ha sottolineato. "Senza coesione sociale non ci può essere ripresa", ha commentato Capone, ricordando la necessità di questo strumento per superare le "disuguaglianze di carattere geografico, economico e sociale" presenti all'interno dell'Unione europea. Ulgiati ha infine ricordato l'importanza di iniziative come il Next Generation Eu per affrontare la crisi innescato la pandemia di covid e ha auspicato un impegno simile da parte dell'Ue anche per superare la crisi energetica. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: