Von der Leyen: "Avanti con investimenti su biotech, come fatto per i vaccini anti Covid"

"Serve prepararsi per la prossima crisi sanitaria", ha detto a un evento su Hera

Redazione ANSA

BRUXELLES - La ricerca sulle biotecnologie e il loro sviluppo "saranno la priorità del nuovo fondo Ue per la sovranità sanitaria". Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen intervenendo con un videomessaggio alla conferenza per il primo anno di Hera, l'Autorità Ue per le emergenze sanitarie. "I vaccini anti Covid a tecnologia mRna - ha dichiarato von der Leyen - non sono venuti fuori dal nulla ma da investimenti a lungo termine e dal lavoro di anni degli scienziati; l'Ue ha investito nella tecnologia mRna dagli anni 2010". Proprio sulla base di questa esperienza, ha aggiunto, lo sviluppo del biotech "è una nostra priorità".

"Dobbiamo stare attenti ed essere preparati" per la prossima crisi sanitaria. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, intervenendo con un videomessaggio alla conferenza per il primo anno di Hera, l'Autorità Ue per le emergenze sanitarie. "Le prossime minacce - ha indicato von der Leyen - sono tre: resistenza agli antibiotici, patogeni ad alto potenziale pandemico ed emergenze chimiche, biologiche, radiologiche e nucleari". Queste, ha evidenziato ancora la presidente della Commissione, sono le priorità "per l'azione dell'Ue sulle minacce alla salute transfrontaliere".

Arriva anche l'annuncio che Hera "ha lanciato una nuova partnership da 15 milioni di euro con l'Organizzazione Mondiale della Sanità per rafforzare le capacità globali di contromisure mediche e aumentare la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie". Lo ha detto la commissaria europea per la Salute Stella Kyriakides. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: