• Covid: Comune Jesi, "picchi non più sostenibili in ospedale"

Covid: Comune Jesi, "picchi non più sostenibili in ospedale"

80 ricoveri, richiesta "ridistribuzione tra strutture Marche"

(ANSA) - JESI, 14 GEN - Il Comune di Jesi esprime "forte preoccupazione per l'alto numero di ricoveri Covid presso l'ospedale Carlo Urbani". Nel nosocomio, scrive in una nota, sono oltre 80 i degenti nel nosocomio affetti da coronavirus, e distribuiti nei vari reparti, dalla terapia intensiva fino al pronto soccorso. "Ci auguriamo che le autorità sanitarie - auspica l'amministrazione comunale - prendano presto consapevolezza di tale criticità che rischia di minare la normale attività del Carlo Urbani a favore di pazienti affetti da altre gravi patologie, procedendo ad una equa ridistribuzione dei soggetti Covid nei vari ospedali marchigiani".
    Il Comune "manterrà costante l'attenzione sul Carlo Urbani e il confronto con gli operatori sanitari che qui lavorano al fine di contribuire a trovare le migliori soluzioni possibili capaci di superare gli attuali picchi non più sostenibili". (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030



    Modifica consenso Cookie