PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

  1. ANSA.it
  2. ANSA PNRR
  3. Energia e green
  4. Pnrr: MiTe, centrati obiettivi del primo semestre

Pnrr: MiTe, centrati obiettivi del primo semestre

Dall'agricoltura all'idrogeno fino al dissesto idrogeologico

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 02 LUG - Il Ministero della Transizione ecologica ha raggiunto nel rispetto dei tempi tutti i traguardi europei previsti dal Pnrr per il primo semestre del 2022. Sono state completate tutte e tre le riforme della Componente "Agricoltura sostenibile ed economia circolare". È stato assegnato il primo bando per contribuire a sviluppare tra i cittadini cultura e consapevolezza su temi e sfide ambientali.
    Per quanto riguarda la filiera dell'idrogeno, sono stati introdotti incentivi fiscali per sostenere lo sviluppo del mercato dell'idrogeno, sono stati assegnati tutti i contratti previsti di ricerca e sviluppo ed è stata aggiudicata la prima componente di risorse per la costruzione di capacità industriale per la produzione di elettrolizzatori.
    Sono state semplificate e accelerate le procedure per gli interventi di efficientamento energetico e quelle per la realizzazione degli interventi di contrasto al dissesto idrogeologico. Infine, sono entrate in vigore le misure per garantire la piena capacità gestionale dei servizi idrici integrati.
    I T&M europei sono degli indicatori fondamentali, ma non esauriscono il quadro dello stato di avanzamento del PNRR. Nel primo semestre 2022, infatti, in risposta ai bandi lanciati il MiTE ha ricevuto proposte progettuali il cui valore complessivo supera i 12 miliardi di euro, a fronte di risorse disponibili per circa 3 miliardi di euro.
    Nelle ultime settimane sono stati avviati, e sono attualmente aperti all'elaborazione di proposte progettuali, nuove procedure e bandi per circa 5 miliardi di euro.
    Si è dato inoltre forte impulso a ulteriori riforme di semplificazione, non previste nelle scadenze europee di giugno ma particolarmente importanti per il sistema, al fine di semplificare le procedure di autorizzazione per gli impianti rinnovabili, che già si stanno traducendo in una forte accelerazione di sviluppo di capacità FER, e per garantire la piena capacità gestionale dei servizi idrici integrati.
    In parallelo, si è portato avanti il confronto con gli stakeholders per preparare misure per oltre 12 miliardi con traguardi europei prevalentemente dal 2023 in poi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: