15enne picchiata da baby gang di ragazzine a Riccione

Pestaggio filmato dai passanti, era il weekend della Notte Rosa

Legalità & Scuola Altre News
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BOLOGNA, 05 LUG - Una ragazzina di 15 anni è stata aggredita e rapinata sabato sera a Riccione da un gruppo di cinque coetanee, una banda di ragazzine che l'ha presa di mira.
    Lo racconta la vittima al Resto del Carlino e lo testimonia un video, girato dai passanti e pubblicato sul sito del quotidiano.
    "Mi hanno pestata e derubata. Presa per i capelli e riempita di calci e pugni. Erano ragazze molto giovani, sembrava si divertissero a picchiarmi. Nessuno dei presenti ha mosso un dito per difendersi. Qualcuno ha fatto un video, mentre un gruppo di ragazzini cantava 'Riccione come Africa'".
    L'aggressione si è verificata sabato verso le 22.30, era il weekend della Notte Rosa, vicino alla stazione. La ragazza era appena scesa dal treno proprio per partecipare agli eventi. Le ragazzine che l'hanno aggredita erano sui 14-15 anni. "Hanno cominciato a strattonarmi. Una mi ha detto 'vuoi rogne?'". Nel corso del pestaggio le è stata rubata la borsetta, con dentro cellulare e soldi. "Qualcuno faceva dei video, che poi mi hanno girato e porterò ai carabinieri". La giovane ha avuto sette giorni di prognosi per le botte e ha detto di aver presentato denuncia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Le star di Hollywood contro la Corte Suprema, '4 luglio cancellato'

'Non c'è nulla da festeggiare, causa mancanza indipendenza'

Lifestyle People
Chiudi Jessica Chastain (ANSA) Jessica Chastain

La pop star Katy Perry e l'attrice Jessica Chastain sono alcune delle star americane che hanno deciso di non festeggiare il 4 di luglio, in protesta con la decisione della Corte Suprema di abolire il diritto nazionale all'aborto.



    "Il 4 luglio è stato cancellato a causa di una mancanza di indipendenza", ha scritto l'attrice Bette Middler su Twitter.
    "Non c'è molto da festeggiare questo 4 di luglio, temo. Speriamo solo che tutti possano rimanere al sicuro e in pace oggi e che presto la nostra nazione si allontani da questo precipizio", ha scritto la modella e presentatrice tv Padma Lakshmi. Più dura Jessica Chastain che ha postato una foto del suo dito medio con la didascalia: "Jessica Chastain ha mostrato il suo medio online in una foto che ha intitolato: "Buon giorno dell'indipendenza da me e dai miei diritti riproduttivi". "Oggi le donne hanno meno diritti di una stellina filante", ha scritto Perry su Twitter ironizzando sul suo più grande successo 'Baby you are a firework'.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La ex bambina della storica foto del Vietnam porta 240 profughi dall'Ucraina in Canada

Phan Thi Kim Phuc fu ritratta mentre fuggiva da attacco al napalm del 1972

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

Phan Thi Kim Phuc, la ex bambina della famosa foto dell'attacco al napalm in Vietnam del 1972, ha oggi accompagnato 240 rifugiati dalla guerra in Ucraina su un volo da Varsavia al Canada. Lo riferisce il Guardian.
    La foto dell'Associated Press in cui Phuc, 9 anni, corre con il corpo ustionato dal napalm, diventata simbolo della guerra nel Paese del sudest asiatico, è stata stampata sull'aereo privato della Ong che ha portato i rifugiati nella città di Regina, la capitale della provincia canadese del Saskatchewan.



    Kim, 59 anni, oggi cittadina canadese, ha detto che voleva che la sua storia e il suo lavoro per i rifugiati fossero un messaggio di pace. Con suo marito, Bui Huy Toan, ha viaggiato da Toronto a bordo del volo umanitario.
    I 236 rifugiati, per lo più donne e bambini provenienti da tutta l'Ucraina, sono tra le migliaia di ucraini per i quali il Canada ha fornito visti umanitari dopo l'invasione russa del loro paese. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mipaaf, firmato decreto da 56 milioni per le eccellenze gastronomiche italiane

Dal Ministro Patuanelli. La dotazione finanziaria è di 25 milioni per il 2022 e di 31 per il 2023

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi Mipaaf, firmato decreto da 56 milioni per le eccellenze gastronomiche (fonte: Flickr) (ANSA) Mipaaf, firmato decreto da 56 milioni per le eccellenze gastronomiche (fonte: Flickr)

È stato firmato dal Ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, il decreto attuativo che definisce i criteri per la concessione del "Fondo di parte capitale per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell'agroalimentare italiano", con una dotazione finanziaria di complessivi 56 milioni di euro, di cui 25 milioni per il 2022 e 31 milioni per il 2023, a valere sulla Legge di Bilancio. Il fondo è finalizzato a promuovere e sostenere le eccellenze della ristorazione e della pasticceria italiana.

È prevista l'erogazione di agevolazioni fino al 70% dell'investimento, per un massimo di 30.000 euro per singola impresa, per l'acquisto di macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli innovativi. I beneficiari sono le imprese di ristorazione con somministrazione, le pasticcerie e le gelaterie iscritte da almeno 10 anni al registro delle imprese o in alternativa quelle che, nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione del decreto, hanno acquistato prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI (Sistema di qualità nazionale di produzione integrata), SQNZ (Sistema di qualità nazionale zootecnica) e prodotti biologici. Per la ristorazione la quota stabilita è fissata al 25 % degli acquisti totali, per la pasticceria e la gelateria al 5%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Al Concorso di Eleganza di Pebble Beach 100 anni di Lincoln

Tante le novità alla prossima settimana della Monterey Car Week

Motori Attualità
Chiudi Al Concorso di Eleganza di Pebble Beach 100 anni di Lincoln (ANSA) Al Concorso di Eleganza di Pebble Beach 100 anni di Lincoln

La produzione della Lincoln Motor Company prese il via nel 1917. All'inizio fabbricava i motori Liberty che equipaggiavano gli aerei della prima guerra mondiale. Finita la Guerra, l'Azienda, fu convertita alla produzione automobilistica. La trasformazione causò non pochi problemi finanziari e nel '22 fu rilevata da Ford. Sotto la guida di Edsel Ford, ricomincia la produzione di vetture. Auto di lusso come la L o la K, a quei tempi venivano costruite in circa1.500 esemplari l'anno.
    Il segreto di quel successo fu l' attenzione smisurata verso il cliente, a dimostrazione, i cataloghi che mostravano oltre due dozzine di stili di carrozzeria per ogni modello. Sebbene il numero di produzione fosse inferiore ad altri modelli, la KB, fu immediatamente riconosciuta come la Lincoln per eccellenza dell'era classica.
    Quest'anno, per festeggiare il centenario di Lincoln, sul green del Concorso di Eleganza di Pebble Beach, sarà creata una sezione dedicata.
    Per l'edizione numero 71 della Monterey Car Week, la prima dopo l'emergenza pandemica, ci saranno alcune novità: annullata la Carmel Mission Classic; cambio di nome ed organizzazione per il McCall's Motorsport Revival che, da quest'anno, sarà l'Hagerty Motorlux. Una nuova casa d'aste farà il suo debutto al Monterey Jet Center mentre, a Concorso Italiano, l'appuntamento dedicato agli appassionati delle auto e moto del Belpaese, torna il Valentino Balboni Award.
    Quest'anno il premio sarà realizzato dall'artista Daniel Bund, unico al mondo ad aver firmato una collezione di pupazzi Trudi. Il leggendario collaudatore, Valentino Balboni, assegnerà il quadro al proprietario della Lamborghini più meritevole sabato 20 agosto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

L'innocenza creativa nella preziosa couture di Schiaparelli

Oro, costruzioni complesse e glamour nella moda di Roseberry

Lifestyle Moda
Chiudi  (ANSA)

Il glamour, la preziosità dei materiali, la costruzione scultorea dei capi, in una parola "la bellezza". A questo ha puntato Daniel Roseberry, direttore creativo della maison Schiaparelli, con la sua nuova collezione di haute couture FW 2022/23. "Parlo sempre del tentativo di raggiungere quello stato di innocenza creativa - rivela lo stilista - di lottare per rimanere vicini a quella persona che si è innamorata della moda e delle sue possibilità, di non soccombere al cinismo o al logorio del mondo. Spero che questo spirito emerga dalla collezione: spero che chi la vedrà, potrà comprendere quanto ci siamo appassionati io e il team nel realizzarla. Spero che la gioia che abbiamo provato nel creare qualcosa, nel realizzare oggetti preziosi che le persone ricorderanno per sempre, sia evidente in ogni cappotto, vestito e accessorio, con il pensiero che li accompagna. A volte ci mettiamo sulla difensiva quando i critici ci accusano di voler fare solo cose belle. Ma cosa c'è di male nel voler fare cose belle? La meraviglia non è l'unica componente importante della vita, ovviamente, ma è una delle sue componenti. E tra le più vitali. E realizzare cose veramente affascinanti non è poi così facile. Ma è un privilegio, di cui sono consapevole e molto grato ogni giorno".
In pedana sfilano abiti sontuosi che non lasciano spazio a occasioni diverse da quelle notturne. Una giacca corta dalle spalle affilate in velluto nero è impreziosita da tono su tono ricamo di uva nera ispirato agli archivi originali di Elsa Schiaparelli. E' abbinata a una gonna in crepe di seta sospesa da un corsetto in doppio raso champagne con due fiocchi di velluto nero. In testa la modella porta un vistoso cappello da barca nero intrecciato lucido. Orecchini tondi in ottone dorato con ornamenti di perline. Un corsetto sagomato in crêpe nero con ricamo a coste di velluto è indossato con una gonna nera in taffetà trattenuta da una catena d'oro con pendente a lucchetto. Sotto c'è un body in rete nera. I polsini in ottone dorato sono decorati con cristalli. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Opel Vivaro-e Hydrogen vince il premio KS Energia e Ambiente

Bastano 3 minuti per ripristinare 400 km di autonomia

Motori Eco Mobilità
Chiudi Opel Vivaro-e Hydrogen vince il premio KS Energia e Ambiente (ANSA) Opel Vivaro-e Hydrogen vince il premio KS Energia e Ambiente

Non impone riduzioni nel volume di carico e permette un rifornimento equivalente a 400 km di percorrenza in pochi minuti. Sono tra le caratteristiche che hanno permesso all'Opel Vivaro-e Hydrogen di vincere il 40° premio "KS KS Energia e Ambiente.
    "I veicoli a celle a combustibile a idrogeno consentono di lavorare rispettando l'ambiente senza dover accettare compromessi. Siamo quindi molto felici del Premio KS Energia e Ambiente assegnato a Opel Vivaro-e Hydrogen. A Rüsselsheim abbiamo più di 20 anni di esperienza nello sviluppo di veicoli a celle a combustibile a idrogeno. Intendiamo rafforzare la nostra posizione di vertice portando questa tecnologia sui grandi van per le consegne nel 2024", ha dichiarato Uwe Hochgeschurtz, Enlarged Europe Chief Operating Officer di Stellantis.
    La batteria di Opel Vivaro-e è stata sostituita da tre serbatoi di idrogeno a 700 bar, con una capacità di 4,4 kg. La cella a combustibile da 45 kW è in grado di generare sufficiente potenza per guidare tranquillamente in autostrada, mentre la batteria agli ioni di litio da 10,5 kWh posizionata sotto i sedili anteriori garantisce la potenza di picco quando è necessaria una maggiore dinamicità, per esempio all'avvio e in fase di accelerazione.
    L'autonomia arriva fino a 400 chilometri e sono sufficienti tre minuti per fare rifornimento di idrogeno. Il veicolo offre un volume di carico fino a 6,1 metri cubi, una portata di 1.000 chilogrammi e un peso rimorchiabile di 1.000 kg. Opel Vivaro-e Hydrogen è disponibile in due taglie, M e L (4,95 e 5,30 metri) ed è già entrato a far parte della flotta di Miele, costruttore tedesco di elettrodomestici premium.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La Ferrari, evoluzione in 3 prototipi all'asta da Mecum

A Monterey la F150 Muletto M4, il Mulotipo MP1 e la Preserie PS1

Motori Attualità
Chiudi La Ferrari, evoluzione in 3 prototipi all'asta da Mecum (ANSA) La Ferrari, evoluzione in 3 prototipi all'asta da Mecum

Andrà all'asta da Mecum a Monterey il prossimo 18 agosto, la più incredibile collezione di esemplari unici del Cavallino. Sono le auto servite a sviluppare LaFerrari e si chiamano LaFerrari Phase #1 - 2011 F150 Muletto M4; LaFerrari Phase #2 - 2012 F150 Mulotipo MP1 e LaFerrari Phase #3 - 2014 F150 Prototipe Preserie PS1. Questa è dunque una occasione unica, non solo perché questi gioielli di Maranello sono stati prodotti artigianalmente come base di sviluppo per LaFerrari, ma anche perché il collezionista che li cede li aveva riuniti in questo lotto 'stratosferico'. In più si tratta dei modelli di prova per la tecnologia elettrica del Cavallino, e alla fine di questa intensa fase di sviluppo - durata tre anni - testimoniata dagli esemplari che saranno proposti da Mecum la Casa di Maranello ha rapidamente guadagnato terreno facendo de con LaFerrari una delle hypercar più influenti nel settore automobilistico. Nella prima fase Fase nel 2011 la pre-produzione de LaFerrari prende forma con la F150 Muletto M4 un prototipo di telaio interno basato sulla Ferrari 458. Il corpo in alluminio della 458 modificata ospita la trasmissione completa della LaFerrari, fungendo da muletto di sviluppo per i componenti meccanici e tutti i parametri delle emissioni. I pannelli della carrozzeria hanno una forma ad hoc, per lasciare accesso al sistema ibrido e al modulo di accensione, e conferiscono quindi a questo esemplare unico un aspetto futuristico. Dopo aver congelato lo schema del motore ibrido e della trasmissione, i tecnici della Ferrari ha iniziato a elaborare un design della carrozzeria completamente nuovo per alloggiare il gruppo propulsore. È così nato il secondo gioiello di questa serie di sviluppo, la F150 Mulotipo MP1 del 2012, con un telaio di pre-produzione caratterizzato da una vasca in carbonio. Questo muletto nero opaco è servito per i collaudi tra il marzo 2012 e l'agosto 2013, integrando tutti i sistemi meccanici alla carrozzeria di nuova concezione. LaFerrari ha iniziato a trovare la propria forma attraverso il design del telaio F150 Prototype Preserie PS1 del 2014. Visivamente già identico al modello stradale, presenta molti componenti definitivi come il sistema ibrido, il telaio in fibra di carbonio, i sistemi aerodinamici attivi e gli interni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ford Bronco, il fuoristrada debutterà in Europa nel 2023

Ford Bronco arriverà solo nei mercati con guida a sinistra

Motori Prove e Novità
Chiudi Ford Bronco, il fuoristrada debutterà in Europa nel 2023 (ANSA) Ford Bronco, il fuoristrada debutterà in Europa nel 2023

Ford Bronco è parte della storia off-road a stelle e strisce fin dal 1966, ma non è mai stato importato in Europa a livello ufficiale. Ma con la nuova generazione del fuoristrada lanciata negli USA due anni fa, le cose sono destinate a cambiare. Ford ha infatti annunciato l'arrivo in Europa del suo modello, acerrimo rivale del Wrangler, nel Vecchio Continente alla fine del 2023.
    Arriverà in serie limitata destinato ai mercati con guida a sinistra, quindi non in Inghilterra e al momento non è chiaro se in lista ci sarà anche l'Italia. Il nuovo Ford Bronco poggia su un telaio in acciaio ad alta resistenza, mentre l'assetto prevede sospensioni HOSS (High-Performance Off-Road Stability Suspension), che comprendono bracci indipendenti con molle elicoidali a lunga escursione all'anteriore, che riducono il peso non sospeso fino al 20% rispetto ai modelli ad asse solido.
    Al posteriore troviamo un assale a cinque bracci con molle a lunga escursione a taratura variabile. Per disimpegnarsi in off-road, il Terrain Management System permette al guidatore di selezionare la modalità necessaria in base alle condizioni del terreno.
    Oltre a quelle dedicate per la marcia su strada, come Normal, Eco, Sport e Slippery, offre le modalità "G.O.A.T." dedicate all'off-road. Includono Mud/Ruts, Sand e una modalità Baja ispirata alle corse, ciascuna delle quali ottimizza l'acceleratore, i momenti di cambio di marcia e la risposta dello sterzo per adattarsi all'ambiente circostante. Non sono stati divulgati dati su versioni, allestimenti e prezzi del nuovo Ford Bronco. Negli Stati Uniti è disponibile con i motori quattro cilindri EcoBoost 2.3 litri da 270 CV e il V6 2.7 EcoBoost da 310 CV. Il prezzo negli USA parte da 28.000 dollari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Una Ferrari Daytona SP3 in mattoncini Lego Technic

Quasi 4.000 pezzi per un modello realistico in scala 1:8

Motori Attualità
Chiudi Una Ferrari Daytona SP3 in mattoncini Lego Technic (ANSA) Una Ferrari Daytona SP3 in mattoncini Lego Technic

Una Daytona SP3 pronta a catapultare, mattoncino dopo mattoncino, i fan Ferrari in un viaggio alla massima velocità. Il nuovo set di Lego Technic, ricco di dettagli e funzioni, capaci di esaltare lo studio ingegneristico e il design elegante di quest'iconica auto, si compone di 3.778pezzi.

Realizzato in scala 1:8, vanta un cambio sequenziale funzionante a 8 rapporti con paddle shifter, il motore V12 con pistoni mobili e gli straordinari cerchi placcati argento. Altri dettagli davvero ben riprodotti sono le portiere con apertura a farfalla che permettono l'ingresso nell'elegante abitacolo arricchito dal logo del Cavallino Rampante sul volante. Cinquantanove i centimetri di lunghezza, 25 di larghezza e 14 di altezza. Parlando di questa riproduzione, Niels B. Christiansen, ceo del Gruppo Lego, ha affermato: "Questo set è una testimonianza della ricerca dell'eccellenza che da sempre contraddistingue Ferrari e il Gruppo Lego. Nessun dettaglio è stato trascurato e avendo io stesso una formazione ingegneristica, sono sbalordito dall'attenzione e dalla precisione di quest riproduzione in scala. Siamo orgogliosi di poter collaborare con Ferrari per aiutare i fan a trasformare i loro sogni in realtà ".
    Per tutti gli appassionati di auto sportive, Ferrari e il Gruppo Lego, hanno realizzato un esclusivo coffee table book per scoprire il dietro le quinte di questo nuovo set. Il libro, approfondisce l'innovazione e l'eccellenza ingegneristica che unisce entrambi i marchi, soffermandosi sulla collaborazione che ha portato all'ideazione, progettazione e produzione del modellino. Il tutto è arricchito da interviste esclusive.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Atena donna nelle carceri femminili, incontri e screening

L'Estate non ferma la prevenzione, tappa a Civitavecchia

Salute & Benessere Medicina
Chiudi Da sinistra Eleonora di Benedetto Severino, Carla Vittoria Maira, Luca Bianchi Patrizia Brevetti, Luana Ravegnini (ANSA) Da sinistra Eleonora di Benedetto Severino, Carla Vittoria Maira, Luca Bianchi Patrizia Brevetti, Luana Ravegnini

Nel periodo estivo non si ferma l'azione di Atena Donna nelle case circondariali femminili, con il progetto Together per la prevenzione e gli screening fortemente sostenuto come ricorda l'associazione "dalla Ministra della Giustizia Marta Cartabia e dal nuovo Presidente del DAP Carlo Renoldi". Oggi 4 luglio, in particolare, è previsto un incontro sulle tematiche dermatologiche nella struttura di Civitavecchia con il professor Luca Bianchi, Responsabile UOSD dermatologia del Policlinico di Tor Vergata e la giornalista e conduttrice del programma Check-up Luana Ravegnini. Su questi temi verterà anche il prossimo incontro, che si svolgerà invece nella casa circondariale di Pozzuoli che si terrà il 7 luglio.
    L'obiettivo a cui si sta lavorando è estendere il progetto a tutte le donne detenute.
    "Stiamo lavorando - spiega infatti Carla Vittoria Maira, presidente di Atena Donna - per estendere a tutti gli istituti femminili d'Italia il protocollo già esistente tra DAP e Atena Donna, che prevede prevenzione e screening per tutte le donne ristrette. Si vuole così dare alle detenute la stessa possibilità di accedere a visite e screening gratuiti, così come accade ogni 22 Aprile per tutte le donne durante la Giornata Nazionale della Salute della Donna, istituita proprio su proposta della Fondazione Atena, che ogni anno raggiunge decine di migliaia di donne in tutta Italia e dà loro la possibilità di accedere a screening gratuiti". L'intento è proseguire il percorso nei prossimi mesi attraversando l'Italia dal Lazio, al Triveneto, dalla Puglia alla Campania. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Folklore e albero della vita, sfila la couture di Dior

Maria Grazia Chiuri ispirata da piccola opera di artista ucraina

Lifestyle Moda
Chiudi FASHION-FRANCE-DIOR (ANSA) FASHION-FRANCE-DIOR

L'albero della vita, un' opera di piccolo formato dell'artista ucraina Olesia Trofymenko, è lo spunto da cui parte la direttrice creativa di Dior, Maria Grazia Chiuri, nella sua nuova collezione di haute couture FW 2022/23. Pittura e ricamo a piccolo punto danno consistenza emotiva a quell'immagine simbolo di riferimento per religioni diverse e mitologie lontane.
    L'albero della vita connette tutte le forme della creazione: sostiene i cieli e li collega attraverso rami e radici con la terra e il sottosuolo. Un'immagine, quella di Trofymenko, inscritta nei tratti stilistici comuni al folklore di molti territori. La moda ha sempre subito la fascinazione dei costumi popolari, per quel bisogno di decorazione che è originario di ogni esperienza artistica. È in quel territorio della tradizione all'apparenza immutabile come la couture e per questo rivoluzionaria che Chiuri contempla la moda attraverso il filtro dell'arte.
    La collezione è una sequenza di pezzi che risuonano degli immaginari del folklore che innerva tutte le culture e le mette in dialogo senza pregiudizi. Sono oggetti assoluti che disegnano silhouette impronta di quelle forme della moda frutto di usanze comuni, declinate nella dimensione senza tempo della couture. I rami, il tronco, le radici dell'albero della vita. Forma che sfugge al controllo per espandersi liberamente in molti dei capi grazie all'esplosione dei ricami, composti da fili di cotone, seta e corda. Le sfumature di beige sono illuminate a volte da un punto di nero o di azzurro. Ricami che richiedono tempo e pazienza su tessuti di cotone, crepe di lana, seta e cachemire.
    Abiti patchwork composti da dettagli in pizzo e guipure color bronzo e nero. Poi patchwork che diventano memoria nella composizione di materialità domestiche. Mentre la mussolina di seta degli abiti lunghi e leggeri si accosta al corpo grazie ai virtuosismi del punto smock. La silhouette del New Look è reinterpretata nei materiali: la struttura della giacca Bar è coperta da un tessuto effetto smock in verticale, e la gonna si struttura nei nastri che la trattengono nella parte alta, formando una coda. Le pieghe delle gonne a volte si aprono in pannelli arricciati: fanno esplodere la silhouette Dior. Sfilano abiti-salopette con gonne a corolla, portati su camicie trasparenti. Lunghi vestiti in tartan o in pizzo. Tessuti fatti a mano a telaio ostentano la preziosa trama irregolare in abiti che escludono l'orlo.
    Ampi trench di seta o di cotone ricamati proteggono abiti lunghi. Plasmare materiali e forme in quella dimensione riflessiva dell'atelier, porosa alla realtà sociale in cui abitiamo. Ricordare che cosa significhi oggi essere umani. Sono i gesti tramandati, appresi e sempre tramandati, quelli che nella ripetizione diventano litania e preghiera. L'albero della vita è richiamo, un monito a recuperare tradizioni e ristabilire anche solo momentaneamente un equilibrio. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Covid, la curva dei ricoveri accelera. 36.282 casi, tasso al 27,9%

Il sottosegretario invita a valutare isolamento e quarantena per i positivi

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Folla in piazza Duomo, Milano (ANSA) Folla in piazza Duomo, Milano

Sono 36.282 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i contagiati erano stati 71.947. Le vittime sono invece 59, due in più rispetto alle 57 di ieri. Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici e molecolari, 129.908 tamponi con il tasso di positività che si attesta al 27,9%, stabile rispetto al 27,4% di ieri. Sono 303 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 12 in più rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri sono 27. I ricoverati nei reparti ordinari sono 7.648, 436 in più di ieri

La curva dei ricoveri per Covid-19 in Italia accelera la sua salita, mentre frena la crescita della curva della percentuale dei positivi ai test molecolari, tanto da indicare che il picco dovrebbe essere raggiunto fra 7 e 21 giorni da oggi. È quanto emerge dalle analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo 'M.Picone', del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). "Dall'analisi della relazione lineare tra occupazione nelle terapie intensive rispetto a quella nei reparti ordinari, attualmente pari al 2,7%, si stima che la sottovariante Omicron BA.5, nelle condizioni climatiche attuali, abbia una percentuale circa 2.8 volte più bassa della variante che circolava nel dicembre 2021 (7.5%)".o I dati relativi alla percentuale dei positivi ai test molecolari indicano che da quattro settimane la curva media è aumentata passando dal 5% al 19%, e, tramite l'analisi delle differenze settimanale, rilevano una crescita frenata da circa sette giorni, con il picco che dovrebbe essere raggiunto in un periodo compreso fra 7 e 21 giorni da oggi. Una stima piu' accurata sara' possibile con i dati dei prossimi giorni.

"Ho sempre detto che l'obiettivo è arrivare a convivere con il virus e convivere significa, a mio avviso, prendere anche in considerazione l'ipotesi che chi è positivo e asintomatico possa evitare isolamento e la quarantena". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervistato da RaiNews24. Quello su isolamento e quarantena, ha proseguito, "è un ragionamento che andrà fatto più avanti, ma prima o poi dovremo porci il problema, altrimenti rischiamo di ribloccare il Paese. Oggi abbiamo non solo positivi asintomatici che sono in casa a fare la quarantena ma anche inconsapevolemente sono in giro".

"La nostra preoccupazione sono i fragili, oggi la nostra libertà ci costa duemila morti al mese". Lo ha detto Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale dell'Ordine dei Medici e della sezione di Bari, intervenendo a Bari al convegno dal titolo 'Lo strano caso Covid, prevedere l'imprevedibile'. Secondo Anelli con "l'allentamento delle misure di protezione individuale, se tutti togliamo le mascherine e liberamente ci baciamo, ovviamente il virus circola. Quindi questa nostra libertà si deve coniugare con il senso di responsabilità dei cittadini, una coscienza che andrebbe maggiormente stimolata".

 

"Credo che convivenza significhi prendere atto che siamo in una fase endemica. Ovviamente - ha aggiunto Costa - dobbiamo attendere che passi questo momento di innalzamento dei contagi, che fortunatamente non sta producendo una pressione sui nostri ospedali, dove i numeri sono ancora ampiamente sotto controllo. Credo - ha aggiunto - che dobbiamo veicolare correttamente prudenza e senso di responsabilità e non messaggi di allarmismo e di paura". 

"La sfida della pandemia è ancora aperta. Anche i dati questi giorni ci indicano che siamo ancora dentro questa partita, pur avendo strumenti che ci mancavano negli anni precedenti, nella prime fasi di battaglia contro il Covid": così il ministro della Salute Roberto Speranza, al Pharma & Life Sciences Summit del Sole 24 Ore. "In questa fase nuova della sfida, abbiamo oggettivamente condizioni diverse, con cui possiamo provare ad aprire una stagione diversa di investimenti". La vera sfida, ha detto, "è trasformare la più grande crisi vissuta negli ultimi decenni in una possibilità di ripartenza per le politiche della salute".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Crescono intimidazioni agli amministratori locali, rapporto

Giovedì report di Avviso Pubblico. Lo scorso anno furono 465

Legalità & Scuola Altre News
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - Nel 2020 furono 465 gli atti di intimidazione e minaccia censiti da Avviso Pubblico nel corso dell'anno. I dati che emergono dal Rapporto 2021 raccontano, ancora una volta, uno scenario non degno di un paese civile, con sindaci, consiglieri e dipendenti pubblici quotidianamente minacciati, aggrediti e denigrati. Giovedì 7 luglio, alle ore 12.30, in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale Youtube di Avviso Pubblico, è in programma la presentazione dell'XI Rapporto annuale "Amministratori sotto tiro", riferito agli atti intimidatori e di minaccia censiti dall'Associazione nel corso del 2021 nei confronti degli amministratori locali e del personale della Pubblica Amministrazione in Italia.
    Durante la videoconferenza interverrà il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese.
    "Gli amministratori locali continuano ad essere sotto tiro in tutte le regioni d'Italia - dice Roberto Montà, Presidente di Avviso Pubblico - Fare l'amministratore pubblico, oltre che difficile, sta diventando sempre più pericoloso. Le distanze tra Centro-Nord e Sud si stanno progressivamente assottigliando. Si minacciano sia gli amministratori in carica, in particolar modo i Sindaci, sia chi si candida a ricoprire un incarico pubblico. E questo non è un bel segnale per la qualità della nostra democrazia, che già registra un tasso preoccupante di astensionismo oltre che una crescente difficoltà a dare vita a liste di candidati in vista delle elezioni amministrative".
    Emerge dai casi censiti nel 2021 un notevole aumento delle intimidazioni nei territori con una chiara presenza mafiosa: il 20% degli Enti locali censiti da Avviso Pubblico nel 2021 come teatro di minacce agli amministratori locali hanno subito uno più scioglimenti in passato. Ma non ci sono solo le mafie. La distanza che separa cittadini e Istituzioni locali finisce, sempre più spesso, per alimentare un dissenso - legittimo - che esonda però nell'intimidazione. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Intelligenza artificiale per aumentare la resa e la qualità del grano

Pastificio veneto Sgambaro avvia il test in Puglia

Terra & Gusto Mondo Agricolo
Chiudi  (ANSA)

Aumentare la resa e la qualità del raccolto del grano, assicurando al contempo un'agricoltura sostenibile in un contesto di cambiamenti climatici. Analizzare le principali regioni di produzione agricola, anticipando i dati sulla produzione attesa, quantità e qualità della produzione.

Calibrare i fertilizzanti nell'ottica di ridurre l'impatto ambientale. Sono questi gli obiettivi che animano il progetto "I Field Good. Tutto filiera liscio", realizzato per la prima volta in Italia da Sgambaro, lo storico pastificio trevigiano conosciuto per la sua pasta prodotta con grano duro 100% italiano.

Creato in collaborazione con Cybeletech, azienda francese specializzata nello sviluppo di tecnologie digitali applicate al mondo agricolo e vegetale, il progetto pilota, che ha preso il via con la semina del 2021 nell'ottobre scorso, si articolerà lungo un arco temporale di due anni fino al raccolto del 2023, andando a monitorare per ben due volte il ciclo completo di produzione del grano. Il progetto è stato messo a punto con la Cooperativa La Pineta che ha sede e silos a Cerignola, in Puglia, nel distretto del grano duro italiano. "Metteremo a disposizione - racconta Pierantonio Sgambaro, presidente del pastificio - una delle tecnologie più avanzate nel settore, in grado di raccogliere un patrimonio di dati importantissimi per dare un supporto concreto agli agricoltori e alle cooperative con cui lavoriamo. La possibilità per l'azienda e per i nostri fornitori di monitorare la resa media e la qualità della produzione ci consente di ottenere i migliori chicchi per produrre una pasta ottima sotto ogni punto di vista. Grazie ai dati forniti, gli agricoltori potranno adattare le varietà delle piante, ricevere le migliori indicazioni riguardo densità e data di semina, il tasso di concimazione, il tipo e la frequenza delle rotazioni in relazione alle condizioni climatiche, in modo tale da produrre nel rispetto della qualità del prodotto e dell'ecosistema", sottolinea il presidente Sgambaro. Sarà inoltre possibile calibrare, minimizzandole, le applicazioni di fertilizzanti e fitofarmaci strettamente necessari, ma anche anticipare e limitare la pressione dei parassiti mediante migliori rotazioni delle colture riducendo l'uso di pesticidi e le emissioni di CO2. D'altra parte, sarà anche possibile misurare la capacità di impatto che l'anidride carbonica ha sul suolo in fase di fotosintesi (sequestro di carbonio) e quindi migliorare i livelli di CO2 nel terreno. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Vino: Bererosa 2022, al via l'undicesima edizione

Il 7 luglio a Roma in Villa Appia Antica

Terra & Gusto Vino
Chiudi  (ANSA)

Bererosa, la manifestazione dedicata ai vini rosati d'Italia, a cura di Cucina&Vini, torna a Roma con la sua undicesima edizione. Nella suggestiva Villa Appia Antica il 7 luglio saranno presenti centinaia di aziende vinicole con le loro migliori etichette rosé, sia ferme che bollicine.

L'intento di Cucina & Vini è quello di sensibilizzare il pubblico appassionato di vino, accompagnandolo verso un'analisi più attenta e ricercata nei confronti dei vini rosa, spesso non considerati ancora al livello di bianchi e rossi.

"Cominciammo in punta di piedi nel 2011 - racconta Francesco D'Agostino, direttore di Cucina & Vini - quando, dopo aver pubblicato due edizioni di Rosati d'Italia, guida dedicata ai migliori vini rosa del Paese, capimmo che non era ancora possibile parlare dei rosati come dei bianchi o dei rossi, ma era prima necessario farli conoscere e portarli al pubblico. A distanza di undici anni noi di Cucina & Vini possiamo dire di aver aumentato la consapevolezza e la sensibilità dei consumatori nei confronti del mondo rosa, che ha le stesse prerogative di ogni tipologia di vino in Italia".

Come ogni anno, a Bererosa sarà inoltre possibile abbinare i vini rosa alla più che ampia offerta di street food.

Un'occasione per apprezzare l'incredibile versatilità di cui solo i grandi rosé sono dotati.

"Uno degli obiettivi principali di Bererosa - conclude D'Agostino - è sempre stato quello di far comprendere ad appassionati e operatori del comparto l'incredibile versatilità e le sfumature dei vini rosati, anche dopo qualche anno di affinamento". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Caldo record, i consigli per i pazienti cardiovascolari

Dalla Siprec alcune buone norme per affrontare l'estate

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Foto di archivio (ANSA) Foto di archivio

Da metà maggio l’Italia è interessata da ondate di calore senza precedenti. Tra i rischi da prevenire, vi sono anche quelli per l’apparato cardiovascolare. Per questo la Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare (SIPREC) ha definito alcune buone norme soprattutto per chi soffre di patologie cardiovascolari o chi potrebbe essere un soggetto a rischio.

Anzitutto, la risposta alle temperature elevate è la vasodilatazione, ossia la dilatazione delle arterie che promuove la riduzione della pressione arteriosa e la sudorazione con perdita di liquidi ed elettroliti, spiega una nota. Questo può causare improvvisi fenomeni ipotensivi, collegati alla bassa pressione, e determinare stati lipotimici, forte astenia, in qualche caso vere e proprie sincopi. Per evitarlo occorre idratarsi bene e frequentemente e cercare di non esporsi eccessivamente al caldo.

Questi principi valgono soprattutto al mare: passare rapidamente dal caldo al freddo del mare può comportare un repentino passaggio dalla vasodilatazione alla vasocostrizione, determinando conseguenze pericolose, sia nei pazienti cardiopatici che in quelli sani.

La seconda precauzione è limitare l’esercizio fisico nelle ore più calde.

Con un grande caldo e un’elevata sudorazione, le mascherine possono accentuare problemi di respirazione ed esporre maggiormente in pazienti cardiopatici a crisi respiratorie o lipotimie, a causa di un ridotto apporto di sangue ossigenato al cervello, del calo della pressione e dell’ossigenazione ridotta in ambienti umidi e affollati. Ciò non implica un abbandono dell’uso della mascherina, ma una maggiore consapevolezza delle limitazioni soprattutto legate ad un aumentato impegno fisico (scale, stazione eretta prolungata, etc.) per i pazienti cardiopatici.

Tra i pazienti che prendono farmaci, due categorie meritano particolare attenzione. Chi prende farmaci anti-ipertensivi: rispettando l’aderenza alle prescrizioni del medico e consultandolo specificamente, è possibile applicare degli aggiustamenti posologici, riducendo il dosaggio e, in alcuni casi, se i valori pressori sono troppo bassi, interrompendo saltuariamente ed in modo controllato la somministrazione. Queste variazioni sono sempre da concordare con il proprio medico ed implicano automaticamente la necessità di misurare la pressione più frequentemente.

La seconda categoria di pazienti che richiedono maggiore attenzione sono coloro che fanno uso di diuretici. A causa della perdita di liquidi e di sali dovuta alla sudorazione, molto frequente nei soggetti con ipertensione e scompenso cardiaco, si rischia di incorrere in disidratazione e perdita di elettroliti, rendendo opportuna una rimodulazione della terapia con i diuretici o comunque una supplementazione idro-elettrica.

Un’altra raccomandazione riguarda la montagna, che nei soggetti cardiopatici determina una riduzione dell’ossigenazione del sangue. Un’eventuale vacanza montana deve essere affrontata con parametri che garantiscano delle precauzioni: arrivare a un’altitudine di non oltre 1000-1200 metri; andare in progressione, con una sosta di qualche ora ogni 500-600 metri.

L’alimentazione deve caratterizzarsi per essere leggera e “colorata”, ossia con una quantità significativa di frutta e verdura, che consentono anche una digestione più veloce. 

Si deve rispettare l’aderenza terapeutica e disporre delle adeguate prescrizioni anche nel periodo estivo.

 La SIPREC è attenta anche allo sviluppo della tecnologia e si proietta nel prossimo futuro, dove la telemedicina rivestirà un ruolo rilevante, soprattutto nell’ambito cardiovascolare. “Abbiamo promosso lo sviluppo di un’app “Heart way”, per essere vicini anche a distanza a chi ha problemi di cuore – spiega il Prof. Volpe, Presidente SIPREC – Questo progetto persegue l’obiettivo primario di controllare i principali fattori di rischio: pressione arteriosa e colesterolemia".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Salone Detroit 17 - 25 settembre Biergarten tedesco compreso

Sold out area Huntington Place, si aggiungono eventi in città

Motori Attualità
Chiudi Salone Detroit 17 - 25 settembre Biergarten tedesco compreso (ANSA) Salone Detroit 17 - 25 settembre Biergarten tedesco compreso

L'associazione locale dei dealer automobilistica Dada conferma l'effettuazione dal vivo (non accadeva dal 2019) del Detroit Auto Show dal prossimo 17 settembre al 25, con giornate dedicate alla stampa e alle azienda il 14 e 15 settembre. Noto fra gli addetti ai lavori come North American International Auto Show (NAIAS) questo evento coinvolgerà l'area espositiva coperta dell' Huntington Place (nuovo nome della Cobo Hall) che è completamente sold out e numerosi luoghi nella città di Detroit, compreso il circuito urbano su cui si disputerà nel 2023 il Gran Premio di Formula 1.
    "Il Salone dell'auto di quest'anno - ha commentato Rod Alberts, direttore esecutivo del Detroit Auto Show - svolge un ruolo di vitale importanza nella promozione delle tecnologie emergenti, in particolare nello spazio dei veicoli elettrici. Ed essendo l'evento che coincide con il rilascio dei nuovi modelli in autunno, sarà certamente un fattore fondamentale nelle decisioni di acquisto dei consumatori".
    Tra le novità dell'edizione 2022 l'evento "nell'evento" ospitato dal German American Business Council of Michigan. Con la finalità di festeggia la cultura tedesca - e quindi anche l'importanza del made in Germany nell'industria dell'automobile e della componentistica - durante il Detroit Auto Show la German Haus si trasformerà in un tradizionale Biergarten con incontri, feste, musica, birra, buon cibo tedesco e il tradizionale Gemütlichkeit (buon umore).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nasce a Napoli Scuola Maestri di strada dedicata a Melazzini

Per formare professionisti dell'educazione nel territorio

Legalità & Scuola Dalle scuole
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - Nasce a Napoli presso il Cubo "Ciro Colonna" - Cantiere Urbano per le Trasformazioni educative, la Scuola Maestri di Strada dedicata a Carla Melazzini, con un primo ciclo sperimentale dalla durata annuale finanziato dalla Fondazione Prosolidar. L'obiettivo è formare Maestri di Strada "Professionisti riflessivi dell'educazione nel territorio". Un anno di corso che mette al centro l'educazione metropolitana, la cooperazione, la cura dell'apprendimento, l'elaborazione di percorsi di ricerca-azione, didattica dell'inclusione, laboratori del fare, di arteducazione, psicologia di gruppo e di comunità, lo sviluppo del pensiero riflessivo.
    Mercoledì 6 luglio, dalle ore 9.30 alle ore 12.30 nella Sala San Tommaso del Chiostro di San Domenico Maggiore, nel centro storico della città, il seminario di presentazione della Scuola.
    Intervengono per Maestri di Strada: Santa Parrello, professore associato di Psicologia dello Sviluppo presso Università di Napoli Federico II e Supervisore scientifico per la Scuola di Formazione, Cesare Moreno, presidente dell'Associazione Maestri di Strada onlus, Filomena Carillo, psicologa responsabile delle attività formative, Nicola Laieta, Responsabile ArtEducazione del Polo Teatrale, Irvin Luca Vairetti, responsabile ArtEducazione del Polo Musica, Federico Zaccaria, psicologo coordinatore per le scuole del progetto E.Vai, Maria Cristina Iannaccone, psicologa Coordinatrice Polo Genitori e Alex Patouillard, ricercatore e referente per la valutazione d'impatto sociale. In rappresentanza del Comune di Napoli, sarà presente l'assessore alle Politiche giovanili e al Lavoro, Chiara Marciani.
    "Un progetto educativo è troppo grande per essere contenuto in qualsiasi istituzione. È un progetto sociale che mette alla prova il contratto fra le generazioni. L'inclusione sociale implica un cambiamento dell'intera struttura sociale», spiega Cesare Moreno, presidente di Maestri di Strada onlus «Perché il territorio sia inclusivo, perché si costituisca una comunità educante, sono necessarie dunque diverse trasformazioni educative, che prevedono l'impegno congiunto dei giovani che frequentano una qualche istituzione formativa, dei genitori, dei diversi professionisti di area psico-socio-educativa presenti nel territorio, di tutti gli adulti interessati a curare la buona crescita dei giovani".
    Durante l'incontro verrà presentata l'Open Week della Scuola di formazione, da lunedì 11 luglio a sabato 16 luglio 2022, nella sede di Maestri di Strada a Ponticelli, Cubo Ciro Colonna, via Curzio Malaparte n. 42. Un percorso di incontri per incontrare e conoscere i docenti interni della scuola Maestri di Strada e delle altre associazioni in rete nel territorio. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Da Carlucci a Zanicchi vacanze vip in Italia

Rubini in Calabria, Francini al Giglio

ViaggiArt Evasioni
Chiudi  (ANSA)

ROMA - Mentre Fedez e Chiara Ferragni si godono un primo scampolo di vacanza in Salento, in una masseria vicino Otranto, e Cindy Lauper festeggia il suo compleanno e trent'anni d'amore a Capri con l'attore David Thornton, Sabrina Ferilli ha scelto la Croazia per il primo stop estivo anche per il grande caldo che opprime le nostre città. Abbiamo chiesto di raccontare all'ANSA le loro agognate vacanze.
    MILLY CARLUCCI "E' un'estate in gran parte di lavoro come capita sempre, con il gruppo di Ballando staccheremo solo a cavallo di Ferragosto, quando tutta Italia si ferma. La destinazione della vacanza però ancora è da decidere, faremo un summit... dipenderà dai figli".
    CHIARA FRANCINI "A me le vacanze piacciono rilassanti - racconta l'attrice - Quest'estate andrò all'Isola del Giglio in un posto dove a cucinare pranzo e cena ci pensa la moglie del proprietario e non devo neanche scegliere il menù. Ci sono pochissime stanze e si arriva e riparte solo via mare. Saranno quindici sempre con lo stesso gruppo di amici, tutti all'insegna di relax, buone letture e dolce far niente".
    PAOLA MARELLA Mi godo qualche giorno di meritata vacanza a Formentera dopo mesi in cui non ci siamo mai fermati. Questa in fondo è la prima estate dall'inizio della pandemia in cui torniamo realmente a vivere, si sente ovunque anche la voglia di tornare a viaggiare" SAMUEL PERON Si concederà qualche giorno di vacanza? "Sì, Tania è siciliana e andremo nella sua casa sull'isola a fare un po' di mare, anche se con questo caldo a me piacerebbe anche la montagna".
    SERGIO RUBINI "Quest'estate? Non in Puglia. E' stracolma. Me lo ha detto anche il governatore Michele Emiliano: non c'è posto, non ce veni' - racconta tra il serio il faceto l'attore e regista - Me ne andrò in Calabria. Anzi, voglio diventare il divulgatore ufficiale della Calabria. Forza, venite tutti in Calabria".
    IVA ZANICCHI Pronta a trascorrere l'estate nei luoghi del cuore: "la Sardegna, dove ho casa, e il mio paesino, Ligonchio, perché ci sto troppo bene ed è rimasto immacolato, sempre uguale. E poi lì c'è il Cavalbianco, il mio monte, il più bello del mondo", dice.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Materie prime: crollano quotazioni olio di palma (-10%)

E' la base per produrre il biodiesel, Indonesia taglia prezzi

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

Crollano le quotazioni dell'olio di palma dopo la decisione dei produttori indonesiani di ridurre le scorte di magazzino accumulate. I contratti futures sul mese di settembre segnano un calo del 10% a Kuala Lumpur, dove una tonnellata passa di mano a 4.38 ringit (960 dollari), ossia il 40% in meno dello scorso mese di marzo. L'olio di palma è uno dei componenti di base per la produzioone del biodiesel, che attualmente viene miscelato in proporzione del 7% nel gasolio per autotrazione venduto in Europa, ma tecnicamente può essere impiegato in quantità superiori sulle auto più recenti.    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mobilità: Ancma, sale a 60% chi sceglie alternative all'auto

I giovani premiano flessibilità e risparmio di scooter e bici

Motori Due Ruote
Chiudi  (ANSA)

Sale al 60% la percentuale dei clienti che sceglie mezzi di mobilità urbana per gli spostamenti, in aggiunta o in alternativa all'auto e ai mezzi pubblici. Lo rivela il team Datalab di 24hassistance, società di assicurazioni milanese associata a Confindustria Ancma, l'associazione nazionale del Ciclo, Motociclo e Accessori.
    Secondo l'indagine, già dal 2020, circa il 40% dei clienti iniziava a utilizzarli e, di questi, il 61% li usava più di due volte alla settimana. Una quota che oggi è salita al 72%. Si tratta in egual misura di uomini e donne giovani, tra 18 e 34 anni, che preferiscono muoversi in città con mezzi di micromobilità e mobilità dolce. Tra le preferenze, per il 45% ci sono gli scooter in sharing elettrici, per il 30% le bici, e per il 25% monopattini.
    Le motivazioni principali di questa scelta sono una maggiore flessibilità oraria, per spostarsi più rapidamente nel traffico e per risparmiare su benzina, ZTL e parcheggi. A ciò si unisce la costante crescita dei motocicli, con le e-bike che chiudono il 2021 con un incremento del 5% e oltre 1,6 milioni di bici tradizionali vendute, e la maggiore diffusione dello sharing e dei monopattini nelle città (2,5 milioni di pezzi circolanti in Italia). Queste tendenze hanno portato il mercato delle assicurazioni ad allinearsi alle preferenze dei consumatori con polizze ad hoc: da 24hassistance arrivano pacchetti a tutela dei conducenti di bici, e-bike e mezzi per la micromobilità elettrica, di proprietà o in sharing, o per il furto delle biciclette, anche quando parcheggiate in strada. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Migrantes,unica Italia a crescere è quella con radici estero

Emigrati italiani superano gli immigrati nel nostro Paese

Legalità & Scuola Speciali ed eventi
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - "Italia, pensioni e mobilità: storie di partenze e di ritorni". Questo il tema del convegno organizzato da Inps e Fondazione Migrantes. "Eravamo soliti dire - ha detto Delfina Licata, della Fondazione Migrantes nel suo intervento - che l'Italia contava uguale numero di immigrati soggiornanti nel Paese ed emigrati italiani all'estero. Questa affermazione, stando alle statistiche di oggi, non è più vera: oggi il numero di connazionali che hanno scelto l'estero come luogo di residenza è superiore a quello degli immigrati che risiedono regolarmente nella Penisola. L'unica Italia a crescere è, oggi, quella che mette radici all'estero. L'Italia è uno Stato in cui la popolazione autoctona tramonta inesorabilmente e la popolazione immigrata - complice la crisi economica, la pandemia, i divari territoriali e l'impossibilità di entrare legalmente - non cresce più".
    Al 1° gennaio 2021, la comunità dei connazionali residenti all'estero è costituita da 5.652.080 unità, il 9,5% degli oltre 59,2 milioni di italiani residenti in Italia. Mentre l'Italia ha perso quasi 384 mila residenti sul suo territorio, ha registrato un aumento del 3% nell'ultimo anno di coloro che risiedono stabilmente all'estero. La mobilità degli italiani con la pandemia non si è arrestata, ma ha sicuramente subito un ridimensionamento che non riguarda, però, le nuove nascite all'estero da cittadini italiani, ma piuttosto le vere e proprie partenze: il numero dei connazionali che hanno materialmente lasciato il Paese recandosi all'estero da gennaio a dicembre 2020. In valore assoluto, si tratta di 109.528 italiani, -21.408 persone rispetto all'anno precedente. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Al 39° raduno delle Fiat 500 di Garlenda 900 equipaggi

Rappresentanze anche da Giappone, Australia e Nuova Zelanda

Motori Attualità
Chiudi Al 39° raduno delle Fiat 500 di Garlenda 900 equipaggi (ANSA) Al 39° raduno delle Fiat 500 di Garlenda 900 equipaggi

La 39° edizione del raduno più grande al mondo dedicato alla mitica bicilindrica del Lingotto sarà ricordata per la grande affluenza di partecipanti ed il calore del pubblico: 900 gli equipaggi provenienti da tutti gli angoli della Penisola e del Globo. 10 le nazioni rappresentate, tra queste: Giappone, Australia e Nuova Zelanda. Life motive di quest'anno "Ritorno a Garlenda", un richiamo alla celebre saga "Ritorno al Futuro" diretta da Robert Zemeckis, per sottolineare la gioia dei "cinquecentisti" di ritrovarsi, nel savonese, dopo 2 anni di pausa dovuti alla pandemia.
   

La Fiat 500, per gli appassionati che si sono radunati a Garlenda, come la De Lorean della fortunata pellicola, è una autentica macchina del tempo. Molti la posseggono sin da quando l'hanno acquistata all'epoca come prima auto, altri, l'hanno voluta ricomprare per rivivere le emozioni della gioventù… Momenti conviviali, tavole rotonde ed escursioni: da Ceriale ad Alassio, da Stellanello ad Albenga, dove, domenica mattina si è tenuta una suggestiva parata nel centro storico.
    Approfondimenti sui 50 anni della versione R, la presentazione di due libri e l'inaugurazione della "Mostra delle Mostre" al Museo Multimediale della 500 "Dante Giacosa" di Garlenda, solo per ricordare alcuni eventi che hanno catalizzato le attenzioni del pubblico e degli equipaggi.
    Fino alla fine dell'estate, con la "Mostra delle mostre", si potrà rivivere, in un percorso di 13 tappe, le 12 mostre che si sono svolte dal 2008 al 2019 e, in generale, le numerose iniziative che il museo ha organizzato o ospitato, sin dalla sua apertura nel 2007, data coincidente con il 50° anniversario dell'inizio produzione della 500.
    13 pannelli in italiano e in inglese per raccontare collettive di pittura, contest fotografici, concorsi dedicati ai bambini, omaggi alla quasi quarantennale attività del Fiat 500 Club Italia.
    Molto apprezzato dal pubblico e dagli organizzatori la presenza della Polizia Stradale che, per l'occasione, aveva schierato una delle sue Lamborghini e la 500 D grigioverde degli anni '60, prestata dal Museo dei mezzi della Polizia di Roma.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Migrantes, nuova Italia figlia dei giovani che la scelgono

Mons. Perego, 'costruire con loro una nuova democrazia'

Legalità & Scuola Altre News
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - "Una nuova Italia non potrà che essere figlia della mobilità: giovani che scelgono l'Europa non solo per il lavoro, ma per scrivere una nuova storia familiare, una nuova partecipazione alla vita delle città, una democrazia da costruire e sperimentare": lo ha detto il Presidente della Commissione Cei per le Migrazioni e della Fondazione Migrantes, l'arcivescovo Gian Carlo Perego, concludendo i lavori del convegno "Italia, pensioni e mobilità: storie di partenze e di ritorni", organizzato dall'ente della Cei con l'Inps.
    "Il nostro paese vive un momento molto delicato e saranno decisivi i passi che saranno compiuti alla luce della dinamica demografica che ci sta condizionando sempre di più e della strutturalità della mobilità, in uscita e in entrata, che condiziona i nostri territori. Per questo diventa essenziale - ha sottolineato mons. Perego - l'analisi e la lettura di questo legame, rendendo ancora più marcata e ufficiale la collaborazione tra l'Inps e la Fondazione Migrantes attraverso una ricerca nazionale che viene annunciata oggi, aprendosi anche ad altre eventuali realtà nazionali ed estere. L'obiettivo è far emergere quanto il contributo dato, ieri come oggi, dalle lavoratrici e dai lavoratori italiani all'estero e dalle attuali pensionate e pensionati rientrati in Italia sia da sempre ricchezza fondamentale in alcune aree del nostro paese, a maggior ragione nel quadro socio-demografico di cui si è parlato. Così come ricchezza inestimabile è il lavoro oggi di cittadini di altre nazionalità che diventano o potrebbero diventare italiani in futuro, restando in Italia o ritornando nei loro luoghi di origine".; (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Omicidio Mollicone: chiesti 24 anni per Marco Mottola

30 anni per il padre e 21 anni per la madre

Legalità & Scuola Altre News
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - La Procura di Cassino ha chiesto una condanna a 24 anni per Marco Mottola per l'omicidio di Serena Mollicone, assassinata il primo giugno del 2001 nella caserma dei carabinieri di Arce. I giudici inoltre hanno sollecitato 30 anni per il padre Franco, ex comandante della caserma, e 21 anni per la moglie Anna Maria. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Fiat 500 spegne 65 candeline e festeggia la Nuova 500 Bev

EV numero 1 in Germania e Italia, sul podio in Francia e Spagna

Motori Sotto la Lente
Chiudi Fiat 500 spegne 65 candeline e festeggia la Nuova 500 Bev (ANSA) Fiat 500 spegne 65 candeline e festeggia la Nuova 500 Bev

Fiat festeggia nel migliore dei modi il 65mo anniversario dal lancio della leggendaria 500. Lo fa con il 'primato' dell'attuale Nuova 500, diventata immediatamente iicona della 'dolce vita' italiana e leader europeo della mobilità elettrica nella sua versione 100% a batteria.
    "La Nuova 500, elettrica e solo elettrica, ha scalato il podio del mercato europeo degli EV nella prima metà dell'anno − ha dichiarato Oliver Francois, Ceo di Fiat e Cmo Global di Stellantis − diventando il modello EV più venduto in Germania, dove ha ottenuto un successo superiore a quello delle auto elettriche nazionali. Inoltre, è leader in Italia ed è sul podio in Francia e Spagna. Questa è la prova tangibile del suo successo e di come Fiat consideri il suo percorso verso l'elettrificazione come parte della sua storica missione sociale. Abbiamo creato la mobilità per tutti e siamo i leader della mobilità urbana: ora il nostro obiettivo è reinventare la mobilità urbana e renderla più sostenibile per tutti, fedeli al nostro claim it's only green when it's green for all".
    Progettata e costruita a Torino, Nuova 500 è simbolo della creatività italiana e sta conquistando gli appassionati del Made in Italy nel mondo. E' attualmente venduta in 38 Paesi di quattro diverse aree geografiche: dall'Europa all'America Latina, dal Medio Oriente al Giappone. Il suo successo è testimoniato anche dai 30 premi internazionali che le sono stati assegnati in nove Paesi dal pubblico e dagli esperti del settore.
 In un contesto di crescente attenzione alla 'conversione al green', Fiat ha deciso di accelerare la sua strategia di elettrificazione verso un futuro sempre più sostenibile.
    Attualmente il marchio globale dispone in Europa di una gamma completa di modelli elettrificati e, a partire dal 2024, tutti i suoi nuovi modelli saranno elettrici. Infine, nel 2027, FIAT diventerà completamente elettrica in Europa.
    Per augurare un 'buon compleanno' tutto speciale alla sua icona, Fiat presenta due nuove storie che raccontano, in modo divertente, come la Nuova 500 sia davvero l'auto del cambiamento. Sono intitolate 'Evergreen' e 'The Stik' e vedono la partecipazione dell'attivista e Premio Oscar Leonardo DiCaprio, il green ambassador della Nuova 500 sin dal suo lancio. Fiat inverte il paradigma e dimostra che si tratta di prendersi cura del pianeta con gioia e, come testimonia Leonardo DiCaprio, che guidare elettrico e farsi portavoce della mobilità sostenibile è un momento gioioso e spensierato. E c'è solo un'auto al mondo in grado di trasformare un dovere in qualcosa di piacevole: è Nuova 500.
    Realizzati dall'agenzia creativa Leo Burnett, i due nuovi spot portano la firma del pluripremiato regista Martin Werner.
    Lo spot è accompagnato dall'iconica canzone 'La Dolce Vita' di Nino Rota nella sua versione vocale originale e inedita del 1962.
    La melodia è stata riscoperta da Fiat nel catalogo di CAM Sugar, un'etichetta discografica italiana che custodisce opere del passato della storia del cinema, tra cui la musica del maestro Nino Rota, tratta da Amarcord, che è stata utilizzata come avviso acustico per i pedoni (AVAS) della Nuova 500.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Auto: Ue, il 55% dei siti di noleggio viola norme europee

Commissario Reynders, intervenire a tutela consumatori

Motori Sotto la Lente
Chiudi  (ANSA)

Il 55% dei siti web di autonoleggio viola il diritto dell'Ue. È quanto emerge da un'indagine svolta dalle autorità nazionali di dieci Stati membri e della Norvegia,sotto il coordinamento della Commissione europea, che ha controllato 78 siti web di intermediazione di autonoleggio, compresi i siti web delle compagnie aeree, per verificare se i principali broker che operano in Europa rispettano le norme dell'Ue in materia di tutela dei consumatori. Secondo l'indagine, in quasi un terzo dei siti web non è chiaro se i consumatori debbano contattare il broker o la società di noleggio per eventuali domande o reclami, il 28% dei siti non menziona chiaramente il nome dell'azienda e quasi la metà non informa chiaramente sui termini dell'assicurazione.
    Inoltre, le autorità hanno anche riscontrato scarse informazioni sui prezzi. Per il commissario Ue alla Giustizia, Didier Reynders, "occorre fornire ai consumatori informazioni in piena trasparenza sulle condizioni del noleggio e sul ruolo degli intermediari". Le autorità nazionali contatteranno i siti interessati per rettificare e, se necessario, avviare azioni di contrasto in linea con le loro procedure nazionali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nel mare di Ischia spunta un giardino segreto

Biodiversità sui fondali, fotografato anche un animale raro

Ambiente & Energia Acqua
Chiudi A Ischia spunta un 'giardino segreto' nell’area marina protetta (ANSA) A Ischia spunta un 'giardino segreto' nell’area marina protetta

Qualcuno lo ha già battezzato come il "giardino segreto" del mare di Ischia. A sessanta metri di profondità spunta un angolo di straordinaria bellezza, un vero e proprio "hotspot" di biodiversità, nel cuore dell'area marina protetta (Anp) Il Regno di Nettuno -  che comprende Barano d'Ischia, Casamicciola Terme, Forio, Ischia, Lacco Ameno, Procida e Serrara Fontana - tra i fondali variegati dell'isola.

A raccontarlo è una serie di scatti realizzato da Pietro Sorvino dell'ANS Diving Ischia, che catturano - sul versante meridionale dell'isola - la bellezza della Savalia savaglia, una specie considerata da sempre e rigorosamente protetta (Convenzione di Berna- allegato 2-3; Convenzione di Barcellona Asp 2-3) e la cui distribuzione, come rileva l'IUCN, è stata fortemente ridotta negli anni '50-'70 dalla pesca subacquea, essendo comunemente prelevata come oggetto ornamentale.

La Savalia savaglia è un esacorallo della famiglia Parazoathidae. Detta anche 'falso corallo nero' è un antozzoo coloniale (classe di animali invertebrati marini)  il cui aspetto ricorda da vicino quello delle comuni gorgonie.

"Dopo 40 anni di immersioni, il mare di Ischia continua a stupirmi", racconta il sub. Il Regno di Nettuno regala angoli di assoluta suggestione, la cui continua divulgazione è senz'altro il modo migliore per chiedere a tutti di aiutarci a tutelarlo", sottolinea il direttore del Regno di Nettuno, Antonino Miccio, che continua a promuovere iniziative di citizen science. "Il contributo di subacquei, appassionati e cittadini alla conoscenza del nostro mare e dei suoi fondali è per noi preziosissimo", aggiunge Miccio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Auto: Tronchetti, non legarsi a una sola tecnologia

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

L'elettrico e lo stop ai motori a combustione deciso dalla UE fa discutere. "Abbiamo una fase di transizione e c'è ancora un dibattito aperto. Quello che secondo me è un ragionamento importante è che se ci sono tecnologie che garantiscono lo stesso impatto ambientale, non bisogna collegarsi unicamente a una tecnologia" ha commentato Marco Tronchetti Provera ad di Pirelli. "Questo è un ragionamento che in Europa sta iniziando a evolvere e quindi si va nella direzione giusta" 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Volvo: a giugno vendite -27%, effetto chiusure in Cina

Situazione in via di miglioramento

Motori Industria
Chiudi  (ANSA)

Le chiusura in Cina per il Covid potrebbero provocare rallentamenti nelle consegne dei veicoli elettrici e ibridi di Volvo Car. Lo riporta Bloomberg. La causa automobilistica svendere ha attribuito alla carenza di componenti una delle ragioni per il calo del 27% delle vendite a giugno, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Tuttavia, l'azienda sta iniziando a "vedere un netto miglioramento della situazione produttiva, con il numero di auto prodotte a giugno è stato il più alto dell'anno", è scritto in una nota.    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Fiat 500X Hybrid in città fino a 62% tempo motore ICE spento

Soluzione ideale e accessibile a tutti per rispettare l'ambiente

Motori Prove e Novità
Chiudi Fiat 500X Hybrid in città fino a 62% tempo motore ICE spento (ANSA) Fiat 500X Hybrid in città fino a 62% tempo motore ICE spento

Sessantacinque anni fa, la Fiat 500 rivoluzionò il modo di muoversi in città e perfino sui tragitti più lunghi nonostante le sue piccole dimensioni. Fu il completamento del fenomeno della motorizzazione di massa, avviata con la 600, e l'inizio di un costante adeguamento dell'offerta di mobilità alle nuove esigenze degli automobilisti.
   

Ora il nome '500' si lega ancora ad una fase di profonda trasformazione: con Nuova 500, la popolare auto 100% elettrica, Fiat sta contribuendo efficacemente alla trasformazione della mobilità del nostro Millennio. Ma a questa Bev di grandissimo successo in tutta Europa, si accompagna ora (dopo 500 Hybrid e Panda Hybrid) il decisivo contributo della 500X Hybrid che - nel pieno rispetto dell strategia 'It's only green when it's green for all' - sta portando l'elettrificazione Fiat a nuove e più ampie fasce di utenza, facendo compiere un importante passo verso la mobilità sostenibile per tutti.
    Cuore di 500X Hybrid è il motore a combustione interna (ICE) 1.5 GSE T4 turbo benzina, capace di erogare 130 Cv ed abbinato a un motore elettrico da 48 Volt che mette a disposizione 15 kW supplementari. Il sistema ibrido prevede anche a un motorino di avviamento a cinghia da 12 Volt per un'esperienza di guida potente e silenziosa.
    In combinazione con il nuovo cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti, garantisce una guida fluida, riduce le emissioni di CO2 (-14 g/km) e diminuisce i consumi del 10%.
    Inoltre non serve ricaricare la batteria ed è possibile godere di tutti i vantaggi di un motore full hybrid senza limitazioni di sorta. Inoltre, a seconda delle zone del Paese è possibile ottenere l'accesso alle aree ZTL, alla sosta gratuita ed agli incentivi fiscali.
    La motorizzazione Hybrid è disponibile per tutte le versioni di 500X, così da permettere questo decisivo passo in avanti verso l'elettrificazione scegliendo l'auto più adatta alle proprie esigenze e in linea con i propri gusti, personalizzazioni comprese. Sono infatti previsti gli allestimenti Cult, Club, Cross e Sport e con i due corpi vettura Hatchback e Dolcevita, quest'ultimo con soft top.
    "Il percorso di elettrificazione di Fiat continua - aveva detto Olivier Francois, Ceo di Fiat e Cmo di Stellantis durante l'evento di presentazione delle nuove 500X Hybrid e Tipo Hybrid - con la nuova tecnologia Hybrid 48 Volt, la gamma è totalmente elettrificata. Oggi possiamo offrire a tutti i nostri clienti una soluzione di mobilità sostenibile, qualunque sia la loro necessità di mobilità, con una tecnologia semplice e ad un costo accessibile. Ma non è finita. Il nostro viaggio verso la mobilità sostenibile per tutti prosegue, l'obiettivo, come ho già annunciato, è di lanciare già dal prossimo anno un veicolo nuovo ogni anno, ciascuno con una motorizzazione elettrica e di avere una gamma completamente elettrica dal 2027".
    Il segreto delle prestazioni di 500X Hybrid sta nella sinergia tra il motore di nuova generazione FireFly, un turbo benzina a 4 cilindri da 1.5 litri in grado di erogare fino a 130 CV con una coppia di 240Nm, e l'e-Motor da 48 Volt e 15 KW, alloggiato nel nuovo cambio automatico a doppia frizione a 7 velocità. Grazie alla tecnologia ibrida avanzata, il lavoro del FireFly viene integrato dal supporto di un motore elettrico BSG che permette un avvio silenzioso e 100% elettrico, e dall'e-motor che migliora l'efficienza e la dinamica del veicolo, permettendo anche di viaggiare a motore termico spento.
    Quello di 500X Hybrid è infatti il primo propulsore in Casa Fiat che usa il motore elettrico scollegando completamente il motore a benzina che - a livello di nel ciclo totale di omologazione WLTP - può restare inattivo fino al 47% del tempo e, considerando il solo ciclo urbano, questa percentuale arriva fino al 62% tanto che - sempre secondo il ciclo urbano WLTP - il nuovo Hybrid 48 Volt si dimostra un benzina che consuma meno di un Diesel (5.1l/100 km contro i 5.4 della motorizzazione diesel 1.6 di 500X).
    I vantaggi offerti dalla nuova motorizzazione 1.5 T4 Hybrid 48 Volt sono ancora più elevati nel confronto con il precedente 1.3 T4 (500X), in questo caso l'abbattimento delle emissioni di CO2, arriva fino all'11% (ciclo WLTP), senza rinunce in termini di prestazioni e con un comfort di marcia molto elevato grazie alle transizioni tra la propulsione elettrica e quella termica praticamente inavvertibili. Inoltre, questa motorizzazione risulta essere la più brillante in gamma, come dimostra il tempo di 9,4 secondi nello 0-100 perché l'e-Motor eroga coppia in maniera pressoché istantanea, quindi supporta prontamente la performance del motore termico e ne ottimizza il rendimento mitigando l'effetto turbolag. Da sottolineare infine che l'e-Motor di 500X Hybrid interviene a spostare il punto di funzionamento del termico e fargli raggiungere la massima efficienza anche a veicolo freddo: questa funzione rende più veloce il riscaldamento del catalizzatore, con ulteriore beneficio su consumi ed emissioni.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

L'Ue adotta una lista antibiotici vietati in allevamento

Sostanze riservate al solo uso umano contro la resistenza ad antimicrobici

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi Ue adotta lista antibiotici vietati in allevamento (ANSA) Ue adotta lista antibiotici vietati in allevamento

L'Ue riserva un elenco di antibiotici al solo uso umano e ne vieta l'utilizzo negli allevamenti. Gli Stati membri hanno dato il via libera alla proposta della Commissione, che entro 6 mesi porterà al divieto di vendita di medicinali veterinari contenenti questi antimicrobici.

Lo scopo è preservare l'efficacia di prodotti che sono di fondamentale importanza per la salute umana e viene indicata da Bruxelles come "una vera pietra miliare nella lotta dell'Ue contro la resistenza antimicrobica". L'elenco è "il primo del suo genere nell'Ue e un punto di riferimento a livello mondiale", ha detto la Commissaria Ue alla salute Stella Kyriakides. "È un ottimo esempio - ha aggiunto - di come affrontiamo insieme la salute umana, animale e vegetale, considerando allo stesso tempo anche l'importanza dell'ambiente". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Auto elettriche, mercato da 5mila miliardi nel 2030

Previsti 330 miliardi di dollari di investimenti per il 2025

Motori Eco Mobilità
Chiudi  (ANSA)

Investimenti per circa 330 miliardi di dollari nei prossimi tre anni, per arrivare a un giro d'affari di 5.000 miliardi nel 2030. Questi sono i dati che emergono dallo studio presentato da Protolabs e che si inseriscono nella scelta dell'Unione Europea che vieterà la vendita di autoveicoli alimentati a benzina, diesel o gas dal 2035.
    Tra gli investimenti previsti spiccano i 42 miliardi stanziati dal gruppo tedesco Volkswagen che annuncia l'avvio di 6 Gigafactories in EU entro il 2030 focalizzate sulla produzione di batterie. Le batterie, infatti, assieme ai software, sono considerati i maggiori punti di differenziazione nel mercato delle auto elettriche e a guida autonoma, nonché strategici per ottenere lo switch alla mobilità totalmente green. Una strada, però, non facile considerando, da un lato, la scarsità delle materie prime come il litio e dei materiali per produrre i microchip, dall'altro l'aumento dei costi di trasporto e all'aumento dei prezzi dell'energia.
    Proprio guardando agli ostacoli che nel futuro prossimo possono rallentare la transizione ecologica della mobilità, lo studio di Protolabs ha individuato alcune tattiche che possono aiutare a superare queste difficoltà. In primo luogo cercare di individuare fornitori di prossimità per contenere i costi di trasporto, poi l'esternalizzazione di alcune fasi della messa in produzione di un prodotto. Ma anche individuare un fornitore unico che offra più tecnologie così da ridurre tempi e ottimizzare l'impiego dei materiali e, infine, individuare un fornitore che possa garantire una qualità elevata, così da evitare rientri di lotti e non conformità che allungano i tempi di test e collaudo. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Primo trasporto pediatrico cuore a temperatura controllata

Al Bambino Gesù salvata la vita di un bimbo ricoverato da mesi

Salute & Benessere Medicina
Chiudi Primo trasporto pediatrico cuore a temperatura controllata (ANSA) Primo trasporto pediatrico cuore a temperatura controllata

(ANSA) - ROMA- Un piccolo cuore di 60 grammi ha salvato la vita di un bimbo ricoverato da mesi al Bambino Gesù. È il primo trapianto in Italia in cui è stato utilizzato - a livello pediatrico - un innovativo sistema di trasporto del cuore a temperatura controllata. Il sistema garantisce una temperatura costante dell'organo di 5 gradi e, tramite una app dedicata, consente ai medici coinvolti nel trapianto di seguire la geolocalizzazione del trasporto e monitorare a distanza la temperatura del cuore. Il bambino che ha ricevuto l'organo era affetto da miocardiopatia restrittiva.

E' stato necessario supportare il bambino con un dispositivo di assistenza meccanica (cuore artificiale). Le sue condizioni attuali sono buone ed è stato già dimesso dall’Ospedale.

Il sistema di trasporto cardiaco a temperatura controllata "SherpaPak CTS", sviluppato già da qualche anno da un’azienda statunitense e approvato da FDA negli Stati Uniti e con marchio CE nell’Unione europea, è costituito da più componenti. La parte più esterna consiste in un vettore per il trasporto che contiene vari elementi di imballaggio a temperatura controllata.

Al centro del sistema c’è un guscio rigido nel quale il cuore è immerso e sospeso in una soluzione di conservazione a freddo per il trasporto di cuori di donatori. La presenza di ghiaccio secco all’esterno del contenitore assicura una temperatura costante intorno ai 5 gradi centigradi evitando un eccessivo raffreddamento del cuore che potrebbe comportare danni cellulari. Un registratore di dati monitora e visualizza la temperatura della soluzione in cui è immerso il cuore durante il trasporto tra le sale operatorie e consente al team medico coinvolto nel trapianto di controllarla lungo tutto il percorso. Esistono dispositivi simili anche per il trasporto di altri organi: polmone e fegato.

"Il vantaggio più rilevante ­-  afferma Antonio Amodeo, responsabile di Scompenso, Trapianto e Assistenza meccanica cardio-respiratoria al Bambino Gesù - è che all’interno di questo sistema non si arriva mai a temperature al di sotto dei 2 gradi, come può avvenire nel trasporto tradizionale. Il sistema previene il rischio di congelamento di parti della superficie del cuore mantenendo costante la temperatura dell’intero organo. È accertato, infatti, che temperature sotto i 2 gradi provocano danni alla struttura cellulare del cuore".

Il sistema è già in uso in alcuni ospedali europei mentre in Italia è stato utilizzato in qualche occasione unicamente per il trasporto di organi per adulti. Quello del Bambino Gesù è stato il primo trasporto a temperatura controllata in Italia di un cuore destinato al trapianto per un bambino.

"L’Ospedale Bambino Gesù – conclude Amodeo – ha scelto di investire nelle tecnologie più avanzate, così come nella ricerca scientifica, perché è enorme la responsabilità di dare risposte alle famiglie con un figlio malato che vivono il dramma delle liste d’attesa per il trapianto di cuore. La nostra responsabilità si estende allo stesso modo alle famiglie dei donatori la cui grande generosità è un dono prezioso da non mettere mai a rischio"

(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Bimbo salvato da un cuore trasportato in un guscio smart

Al Bambino Gesù il trapianto e per la prima volta è stato usato per il trasporto un sistema a temperatura controllata

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Primo trasporto pediatrico cuore a temperatura controllata (ANSA) Primo trasporto pediatrico cuore a temperatura controllata

Un piccolo cuore di 60 grammi ha salvato la vita di un bimbo ricoverato da mesi al Bambino Gesù. È il primo trapianto in Italia in cui è stato utilizzato - a livello pediatrico - un innovativo sistema di trasporto del cuore a temperatura controllata. Il sistema garantisce una temperatura costante dell'organo di 5 gradi e, tramite una app dedicata, consente ai medici coinvolti nel trapianto di seguire la geolocalizzazione del trasporto e monitorare a distanza la temperatura del cuore. Il bambino che ha ricevuto l'organo aveva una miocardiopatia restrittiva e prima del trapianto è stato necessario supportarlo con un cuore artificiale. Le sue condizioni attuali sono buone ed è stato già dimesso.

La base dell'intero meccanismo è un guscio smart, nel quale il cuore è immerso e sospeso in una soluzione di conservazione a freddo per poter essere trasportato. Ed ha la funzione forse più importante al mondo: quella di salvare piccolissime vite, in attesa di un organo nuovo.

In situazioni complesse come quella di un trapianto, l'equipe medica dell'ospedale ricevente, acquisita dal Centro nazionale trapianti la disponibilità di un organo da prelevare, parte per l'ospedale del donatore. Tutto avviene in tempi rapidissimi. L'organo prelevato viene inserito in sacchetti sterili con una soluzione fredda e deposto in un contenitore refrigerato pieno di ghiaccio. Questo metodo permette di proteggere il cuore umano dal danno ischemico fra il prelievo e il trapianto per 3 o 4 ore. La scarsità di organi e la necessità di trasporti da lunghe distanze ha spinto la ricerca a investire su sistemi che possano garantire la conservazione dell'organo da trapiantare, riducendo al minimo i rischi di deterioramento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Passeggiando tra le colline del Prosecco

A piedi, in bici o in vespa tra cantine, borghi e ville storiche

ViaggiArt Gusto
Chiudi  (ANSA)

VALDOBBIADENE - Degustazioni, concerti, mostre, mercatini, gare sportive, spettacoli teatrali, rievocazioni storiche e itinerari tematici: le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene offrono un'estate di eventi e di passeggiate, alla scoperta di un territorio che invita a un turismo slow e che non smette mai di stupire.
    Borghi, musei, ville storiche, chiese, casolari e più di 250 cantine e aziende vinicole invitano a conoscere un territorio che il 7 luglio di 3 anni fa l'Unesco ha inserito nel patrimonio dell'Umanità come paesaggio culturale, dove l'opera dei viticoltori ha contribuito a creare uno scenario unico. E' stata premiata proprio l'unicità morfologica a schiena d'asino delle colline trevigiane, che hanno creato un paesaggio a intreccio dove i vigneti sono delimitati da morbidi ciglioni erbosi e non dai tradizionali muretti a secco. La forte pendenza collinare rende la vendemmia un lavoro davvero eroico con un sistema di carrucole e un faticoso lavoro a mano tra i filari. Ma è grazie a questi lavoratori e all'amore per la loro terra che è stato possibile preservare le bellissime colline e creare un forte legame tra l'uomo e la campagna. 15 sono i comuni del territorio con le loro ville storiche, sedi di musei ed esposizioni temporanee; le chiesette e le pievi che spesso regalano inaspettati tesori artistici; e le grandi aziende vinicole che accolgono per degustazioni e momenti di relax. Tante sono le strade da percorrere in auto e gli itinerari da fare a piedi, in bici o in vespa tra i filari e i borghi, su e giù per le colline dalle mille sfumature di verde. Tra i percorsi più frequentati quello del Prosecco, la prima strada del vino in Italia, istituita nel 1966, e il cammino delle Colline del Prosecco, 50 chilometri da Vidor a Vittorio Veneto.
    Partendo da Valdobbiadene merita una visita Villa Cedri, ottocentesca struttura in stile liberty, dove fino al 15 agosto è possibile ammirare la mostra collettiva "Spazio-Visione intrecciate": 45 opere internazionali che ruotano intorno al concetto dello spazio, declinato sotto l'aspetto architettonico, naturale, interiore e onirico, creando una trama di visioni che si intrecciano tra di loro. A pochi chilometri c'è Santo Stefano, delizioso borgo nascosto tra i vigneti, da dove una breve deviazione lungo la strada delle Treziese porta all'Osteria Senza Oste, una piccola bottega in mezzo ai vigneti per una sosta golosa: salumi, formaggi e pane fresco, oltre al vino, che si acquistano lasciando un contributo libero. Pochi metri più in là una terrazza permette di ammirare dall'alto la bellezza delle colline.
    Viaggiando verso il Piave un borgo tra i più suggestivi è Vidor, dove si sale fino al castello, situato in un avamposto panoramico sulla stretta del Piave in cui si combatté durante la prima guerra mondiale. Prenotando la visita si può ammirare l'antica abbazia benedettina di Santa Bona e il suo chiostro, gioiello edificato nel 1100 dai monaci benedettini. Merita una sosta anche Col San Martino dove, tra le vigne, si raggiunge la chiesa di San Vigilio; poco più in là si arriva a Farra di Soligo dove le colline si fanno più ripide: qui spiccano le tre Torri di Credazzo, resti di un castello distrutto dai Longobardi, e la chiesetta di San Martino. Tutt'intorno si percorrono itinerari, anche ciclo pedonali, che incrociano piccole cappelle, pievi e chiesette, luoghi sacri che custodiscono dipinti e affreschi che non ti aspetti. Una di queste deviazioni porta a Solighetto, frazione di Pieve di Soligo, dove si trova Villa Brandolini, edificio veneto sede di mostre ed eventi culturali.
    La strada prosegue verso est fino a Refrontolo che tra i suoi colli nasconde il molinetto della Croda, antico mulino ad acqua - ancora funzionante - immerso tra boschi e vigneti e oggi piccolo museo. A 3 chilometri si arriva alla pieve romanica di San Pietro di Feletto con i suoi magnifici affreschi.
    Tornando sulla strada che porta a Vittorio Veneto, un altro luogo da non perdere è l'abbazia cistercense di Santa Maria a Follina, uno dei borghi più belli d'Italia, con il chiostro romanico del XII secolo e la fontana al centro. Follina è famosa anche per la lavorazione di lana e seta con la creazione di filati e tessuti pregiatissimi, destinati alle grandi maison internazionali della moda. A 3 chilometri c'è un altro borgo di grande bellezza: Cison di Valmarino, anch'esso parte dell'associazione "Borghi più belli d'Italia" e Bandiera Arancione del Touring. Con il suo castello del XII secolo, i palazzi seicenteschi e la chiesa barocca, la cittadina medievale è appartenuta per secoli alla famiglia Brandolini alle dipendenze della Repubblica di Venezia. Castel Brando, fortezza che difendeva la via imperiale Claudia Augusta in epoca romana, è oggi un prestigioso resort immerso in un parco.
    Sette chilometri più a nord si arriva ai laghi di Revine, dove un itinerario ad anello consente di passeggiare accanto agli specchi d'acqua circondati da vigneti. E' una zona interessante da un punto di vista storico e naturalistico in quanto sono stati rinvenuti reperti archeologici di un insediamento su palafitte risalente al neolitico. Il parco archeologico didattico di Livelet con laboratori all'aperto ha ricostruito quegli insediamenti abitativi su palafitte.
    La prossima tappa è Vittorio Veneto, una delle città più belle della provincia di Treviso; qui si passeggia fino a piazza Flaminio, dove si ammirano la Loggia Serravallese, antica sede del potere politico, e il vicino Duomo. La passeggiata continua sotto i portici di via Martiri della Libertà tra palazzi in stile gotico e rinascimentale, molti dei quali splendidamente affrescati. Merita anche San Giacomo di Veglia, piccola frazione dove si trova il Museo del baco da seta. In questa zona, infatti, l'allevamento dei bachi e il lavoro nelle filande hanno rivestito fin dall'inizio dell'Ottocento un ruolo centrale per l'economia.
    Punto d'arrivo - o di partenza - è Conegliano dove si visitano Palazzo Sarcinelli, galleria d'arte e museo, e la scuola enologica Cerletti, la più antica d'Italia, istituita nel 1876.
    La visita di Conegliano continua in centro, a piazza Cima, su cui si affacciano il palazzo del comune e il teatro dell'Accademia.
    Info: collineconeglianovaldobbiadene.it e veneto.eu (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Buon compleanno Gina Lollobrigida: compio 95 anni un bel traguardo, vado avanti

Attrice, mi sento molto amata, preparo un libro di disegni

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

Gina Lollobrigida compie oggi 95 anni. "Mi sento molto amata", dice all'ANSA con una voce sottile. "E sono piuttosto emozionata perchè ci sono parecchie persone che vorrebbero festeggiarmi", aggiunge davanti ad una torta a forma di cuore con tutte fragoline sopra.
    La 'bersagliera' del cinema italiano, combattiva, determinata, nonostante l'età è capace di guardare al futuro. "Il mio compleanno è un bel traguardo e io continuo a lavorare. Sto preparando un libro con tutte sanguigne, i disegni di ocra rossa, è un lavoro importante, impegnativo". L'attrice, che dopo l'epoca d'oro nel cinema per tutti gli anni '50 e '60, famosa in tutto il mondo, anzi La donna più bella del mondo, come il titolo di un suo film campione d'incassi del 1955 con Vittorio Gassman, si è dedicata alla fotografia e all'arte aggiunge: "sono stata forse viziata, continuo a lavorare sempre, mi sento che ho molte cose ancora da dire e spero di avere il tempo di poterle realizzare".
    A quale film della carriera è più legata? Gina Lollobrigida risponde senza esitare: "Il film che più mi ha dato soddisfazione è stato Salomone e La regina di Saba di King Vidor, mi sono portata dietro questo successo e questo personaggio per tutta la vita. Ho avuto tantissimi riconoscimenti, sono contenta di aver realizzato una carriera artistica che è conosciuta in tutto il mondo". Rimpianti? "Ci sono parecchie cose che non ho fatto e avrei voluto fare ma c'è ancora del tempo davanti. Intanto sono contenta del risultato ho sempre lavorato con passione e con amore, questo è quello che mi ha sempre guidata".
    Con lei c'è Tiziana Rocca che da anni la segue e come direttrice del Filming Italy Los Angeles è stata artefice della stella sulla Walk of fame nel 2018. "Oggi siamo a Subiaco dove Gina è nata e dove il sindaco Domenico Petrini ha dedicato un premio che ogni anno verrà assegnato ad attori e attrici come augurio per la loro carriera. E torneremo in America perché la sartoria italiana "Costumi d'Arte" donerà un abito restaurato di Gina per il film "La donna più bella del mondo" che sarà esposto al nuovo Academy Museum of Motion Pictures di Los Angeles. E' un onore per me essere al fianco di Gina nella celebrazione della sua carriera". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

All'asta bottiglie del progetto "Vini in igloo"

Cantine di ghiaccio Valcomonica finanzia giovane ricercatore

Terra & Gusto Vino
Chiudi All'asta bottiglie del progetto All'asta bottiglie del progetto "Vini in igloo" (foto Mauro Mariotti)

(ANSA) - ROMA - Le bottiglie del progetto "Vini in igloo" vanno all'asta per finanziare un giovane ricercatore in attività di sviluppo e tutela dell'enogastronomia made in Italy.

Il Consorzio vini di Valle Camonica, insieme alla Cantina Bignotti e a "Unimont - Università della Montagna", sede di Edolo dell'Università degli Studi di Milano, copriranno tramite l'asta benefica i costi di una borsa di studio di un giovane ricercatore. La sperimentazione, lanciata lo scorso febbraio, ha l'obiettivo di chiarire che effetto produce in termini organolettici la scelta di effettuare l'affinamento all'interno di un igloo a 2000 metri di quota. Ora che il ghiaccio si è sciolto, le bottiglie sono pronte per essere confrontate con altre "analoghe" che hanno però effettuato l'affinamento tradizionale in cantina a fondo valle.

La vendita all'incanto sarà a Ponte di Legno il 9 luglio alle 14,30 al Corno d'Aola, nei pressi del rifugio Petit Pierre raggiungibile in seggiovia, con gli impianti Valbione e Corno d'Aola. Durante l'evento, i vini affinati in cantina potranno essere degustati in un percorso di scoperta guidato dal sommelier Roberto Spadaccini, che avrà una particolarità ulteriore: ogni calice sarà accompagnato dalla voce cristallina della cantante Kelly Joyce in quartetto, con i musicisti che insieme a lei hanno dato vita al progetto DeCanto. L'evento è a posti limitati; il biglietto può essere acquistato nelle biglietterie del comprensorio oppure sul sito pontedilegnotonale.com al costo di 50 euro. "Dalle prime indagini effettuate sembrerebbe che i campioni di vino bianco conservati in igloo abbiano un quantitativo di acidi organici superiore rispetto a quelli conservati in cantina. Si tratta di elementi responsabili dell'aroma e del sapore del vino. Possiamo quindi aspettarci un sapore differente tra i due", anticipa Davide Pedrali, tecnologo alimentare di Unimont. "Per i vini rossi abbiamo rilevato il contrario: quelli conservati in igloo avevano un contenuto di acidi organici più basso. Nessuna differenza invece è emersa per quanto riguarda i valori di acidità, pH e grado alcolico tra vini maturati in igloo ed in cantina". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Banca Ifis: Zirilli nuovo responsabili leasing e noleggio

Banca è top leader per leasing auto elettriche (16,1%)

Motori Attualità
Chiudi Banca Ifis, sede di Mestre (ANSA) Banca Ifis, sede di Mestre

Claudio Zirilli è il nuovo Responsabile della business unit Leasing e Noleggio di Banca Ifis.
    Milanese, 52 anni, Claudio Zirilli è un manager con una ventennale esperienza in ambito bancario. La sua nomina va a rafforzare ulteriormente la struttura manageriale di Banca Ifis che, con il nuovo Piano industriale, vuole consolidare la propria leadership nei core business a più alta opportunità di crescita e redditività.
    Il gruppo nato nel 1983 come operatore specializzato nel factoring oggi si posiziona al quinto posto nel factoring in termini di turnover con una quota di mercato del 5%. Nel 2021, la Banca è stata top leader nel leasing su auto elettriche con una quota di mercato del 16,1%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Sclerosi multipla, in Italia 3600 nuovi casi l'anno

Per forma recidivante remittente benefici uso precoce ozanimod

Salute & Benessere Medicina
Chiudi Sclerosi multipla, in Italia 3600 nuovi casi l'anno (ANSA) Sclerosi multipla, in Italia 3600 nuovi casi l'anno

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - Ogni anno nel nostro Paese si registrano 3.600 nuove diagnosi di sclerosi multipla e le persone colpite sono in totale circa 133mila, con una diffusione doppia nelle donne. La forma recidivante-remittente rappresenta circa l'85% di tutti i casi e si distingue per l'alternanza di attacchi o recidive, dalla durata imprevedibile, caratterizzati dall'insorgenza di sintomi neurologici improvvisi e fasi di remissione completa o parziale. Per i pazienti con questa forma di malattia si conferma il ruolo positivo di ozanimod, farmaco orale rimborsato in Italia dallo scorso settembre. All'European Academy of Neurology (Ean), a Vienna dal 25 al 28 giugno, sono stati presentati 5 abstract su dati provenienti dagli studi registrativi e dallo studio di estensione (OLE-Daybreak) con ozanimod. I risultati sono presentati oggi in una conferenza stampa online promossa da Celgene, parte di Bristol Myers Squibb.Tra gli studi, uno in particolare, ha valutato l'efficacia di ozanimod nei pazienti prevalentemente naive, cioè in coloro che non avevano mai ricevuto precedenti terapie. "In questa analisi esplorativa abbiamo analizzato 1.501 uomini e donne: il 71% era naive mentre il restante 29% aveva già ricevuto una terapia - sottolinea il professor Diego Centonze, Direttore di Neurologia e della Stroke Unit presso l'IRCCS Neuromed, Professore Neurologia alll'Università di Roma Tor Vergata, primo autore dell'analisi -. I dati registrati tra i due gruppi sono stati sostanzialmente comparabili ed entrambi hanno beneficiato del trattamento".
    I sintomi della sclerosi multipla possono variare da persona a persona. I più ricorrenti interessano la vista, le sensibilità, le attività motorie o possono manifestarsi con i cosiddetti "sintomi invisibili" come fatica, depressione, disturbi dell'attenzione o della memoria, difficoltà a mantenere la concentrazione. I deficit cognitivi non sono sempre individuati, ma sono presenti nel 40%-70% dei pazienti fin dalle fasi iniziali e correlati all'atrofia cerebrale che si instaura nel tempo. "I dati presentati all'Ean - conclude il professor Luigi Maria Grimaldi, Responsabile di Neurologia dell'Ospedale San Raffaele Giglio di Cefalù- hanno mostrato l'azione di ozanimod nel preservare o migliorare le funzioni cognitive nella maggior parte dei pazienti". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Benzina, protesta automobilisti provoca code in Gran Bretagna

Veicoli a rilento su autostrade per invocare interventi governo

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

Scatta la protesta degli automobilisti contro il caro benzina in Gran Bretagna, dopo gli scioperi dei lavoratori del trasporto ferroviario (protagonisti in queste settimane della maggiore sfida sindacale nel Regno da 30 anni a questa parte sull'onda di vertenze salariali rese più aspre dall'impennata dell'inflazione) e quelle annunciate durante l'estate nel settore aeroportuale come da altre categorie. In questo caso si tratta di una manifestazione pubblica, non di un'astensione dal lavoro, che sta comunque creando intoppi pesanti nel traffico stradale.
    I promotori chiedono al governo di Boris Johnson interventi per sterilizzare l'incremento dei costi dei carburanti alla pompa, innescato già prima della guerra in Ucraina dagli scossoni globali sui mercati dell'energia e poi accentuato dagli effetti della sanzioni occidentali contro la Russia: sullo sfondo di tariffe salite fino a portare il prezzo medio di un pieno per un veicolo familiare standard oltre la soglia psicologica (record sull'isola) delle 100 sterline. Per questo hanno invitato automobilisti e autotrasportatori a rallentare qua e là il traffico nell'ambito di un programma di dimostrazioni coordinate a scacchiera iniziate a partire dalle 7 di oggi da alcune autostrade del sud dell'Inghilterra e del Galles.
    La polizia ha già segnalato code e ha rivolto un avvertimento generalizzato a chi si sposta, prospettando "disagi" diffusi alla circolazione e rischi di "significativi ritardi" per tutta la giornata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Viaggi digitali culturali, cosa sono e perchè sono una tendenza

Sulle tracce di Picasso o Harry Potter con guide locali connesse

Lifestyle Tempo Libero
Chiudi Guida digitale Miravilius - Praga (ANSA) Guida digitale Miravilius - Praga

C'è l'aspetto educational - l'evoluzione dei vecchi libri di storia e di storia dell'arte già messi in crisi dai ragazzi con il boom dei podcast educativi - c'è l'aspetto economico - i voli hanno subito una impennata di costi quest'estate - e c'è la voglia di saperne di più e prepararsi per tempo, fatto è che i viaggi digitali stanno diventando una nuova tendenza. Come funzionano? Ci sono guide locali che con telecamerina o smartphone attrezzato e in connessione girano per la città raccontando quello che stanno vedendo e che tu forse, ma non è detto, vedrai. Un viaggio digitale che è parte di quel mondo collegato e in parte virtuale che si sta sempre di più imponendo, come i negozi nel metaverso ad esempio. Si tratta di una modalità interattiva ma che è anche 'ingaggiante' come si dice ora, ossia che favorisce la partecipazione. Ora questi viaggi possono essere anche tematici.
Miravilius, startup che permette ai suoi utenti di visitare, anche gratuitamente, virtualmente e in diretta i luoghi più belli del mondo grazie all'aiuto di guide turistiche certificate, ha lanciato una nuova iniziativa culturale. Si tratta di tour che propongono dei viaggi virtuali legati ad un tema o a un personaggio storico come Napoleone, Picasso ma anche Harry Potter, il protagonista del caso letterario di J.K. Rowling. Tutti i viaggi sono digitali e gli utenti possono farli gratuitamente e in modo illimitato per un mese, seguendo in diretta delle guide certificate sul posto che si danno il cambio mostrando i luoghi legati al tema del tour, in pratica un walking tour connesso. In ogni viaggio tematico, l’utente verrà catapultato in più luoghi nel mondo e accompagnato dalle guide nella scoperta dei posti in cui è stata scritta la storia: nel tour dedicato a Picasso, ad esempio, si visitano Malaga, Barcellona e Parigi. L’obiettivo dei viaggi digitali culturali è quella di far vivere ai propri utenti un’esperienza a tutto tondo: il desiderio della startup è infatti quello di permettere a chi sceglie di viaggiare digitalmente di non limitarsi a “vedere” un luogo o le sue attrazioni e basta, ma piuttosto di aiutarli a stabilire una vera e propria connessione, un legame tra l’utente e la città che andrà a visitare.
Il tour di Picasso
MALAGA L'avventura comincia qui, in Plaza de la Merced a Málaga, dove nacque Pablito. Fu in questa città che si formò come artista grazie al padre, al blu del cielo mediterraneo e all’atmosfera dell'Andalusia. La chiesa di Santiago e il museo dedicato alla sua opera completeranno questa prima tappa del viaggio.
BARCELLONA Barcellona è stata per Picasso il punto di svolta che ha cambiato la sua carriera professionale e la sua vita personale e il passo necessario per arrivare a Parigi e avere successo. Qui scopre "Els Quatre Gats", stringe amicizia con Santiago Rusiñol e Ramon Casas e tiene la sua prima mostra alla Sala Parés. PARIGI Picasso arriva a Parigi agli inizi della sua carriera e approda nel quartiere di Montmarte che aveva attirato oltre 300 artisti provenienti da tutta Europa. Proprio a Montmartre vedremo la casa dove abitava e parleremo degli artisti che frequentava e del successo raggiunto nella Ville Lumière.
Il tour di Harry Potter:
CHRIST CHURCH COLLEGE Punto di partenza del walking tour, il Christ Church College è il college più grande di Oxford. Meta imperdibile per gli amanti del piccolo maghetto - qui, infatti, si trovano il refettorio e i giardini che ospitarono Harry Potter, è anche il luogo in cui è ambientato Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll.
REDCLIFFE CAMERA Elegante edificio settecentesco, il Redcliffe Camera è noto per essere la prima biblioteca circolare inglese. Commissionato per contenere i libri della biblioteca del Dr John Radcliffe, medico della Regina Anna, è oggi parte dell’Università di Oxford. DIVINITY COLLEGE Prima biblioteca ufficiale per gli studenti, il Divinity College ha origine da una collezione di libri donata nel XIV secolo da Humphrey di Lancaster, Duca di Gloucester. Oggi set di tantissimi film, appare in Harry Potter come ospedale e biblioteca.
TEATRO SHELDONIAN Costruito nel 1663 su progetto di Christopher Wren, insegnante di astronomia dell’università, questo imponente edificio ispirato allo stile architettonico romano è oggi sede di numerosi eventi e concerti. Per i fan delle avventure di Harry Potter, c'è un segreto nascosto da scoprire nel cortile dell’edificio.
BRIDGE OF SIGHTS La passeggiata terminerà nei pressi del Bridge of Sighs, affascinate ponte ispirato al famoso ponte dei sospiri di Venezia, costruito nel 1914 per collegare i due edifici del Hertford College.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Hyundai guida sviluppo idrogeno in Repubblica Ceca

Firmato memorandum d'intesa per ecosistema mobilità green

Motori Eco Mobilità
Chiudi Hyundai guida sviluppo idrogeno in Repubblica Ceca (ANSA) Hyundai guida sviluppo idrogeno in Repubblica Ceca

I coreani della Hyundai collaboreranno con le istituzioni e le aziende della Repubblica Ceca per sviluppare localmente la mobilità a idrogeno. Con la firma di un memorandum d'intesa, diversi enti pubblici e privati coreani e cechi si sono accordati per esplorare nel Paese il potenziale dell'utilizzo dell'idrogeno come fonte energetica per i veicoli.
Il piano d'azione governativo, infatti, prevede entro il 2030 sulle proprie strade almeno 50.000 veicoli a celle combustibile.
Per aiutare il raggiungimento di quest'obiettivo il costruttore asiatico collaborerà alla creazione localmente di un vero e proprio ecosistema "che riguarderà l'intero ciclo dell'energia a idrogeno, compresa la sua produzione, la sua distribuzione e le sue applicazioni", sostenendo anche le aziende della Repubblica Ceca nello sviluppo delle relative tecnologie e "fornendo sistemi di celle a combustibile a idrogeno e le tecnologie ad esse correlate".
"Le associazioni e le aziende che hanno sottoscritto il memorandum - sottolineano da Hyundai - hanno concordato di condurre studi di fattibilità congiunti per lo sviluppo di tecnologie e progetti dimostrativi per la produzione di idrogeno utilizzando fonti energetiche a basse emissioni di carbonio.
Hyundai Glovis supporterà la logistica, compresa la distribuzione di idrogeno tra i fornitori e le stazioni di rifornimento e il trasporto di parti di veicoli commerciali a idrogeno e di attrezzature per l'assemblaggio". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

McLaren Sabre, all'asta uno dei rari esemplari esistenti

Ne sono state prodotte solo 15, esclusivamente per gli USA

Motori Attualità
Chiudi McLaren Sabre, all'asta uno dei rari esemplari esistenti (ANSA) McLaren Sabre, all'asta uno dei rari esemplari esistenti

Un raro esemplare di McLaren Sabre andrà all'asta da Mecum Auctions a Monterey il prossimo mese di agosto. La particolarità della supercar sta nel fatto che ne sono stati prodotti solo 15 esemplari, destinati solamente agli Stati Uniti. Realizzata da McLaren Special Operations, è sostenuta dalla stessa monoscocca in fibra di carbonio della 'parente' McLaren Senna.
L'esemplare di Sabre che sarà messo all'asta è il numero 11 di quelli prodotti e l'esterno è costituito da una combinazione di pannelli in fibra di carbonio a vista, parti dipinte in color Liquid Argentum con dettagli in Liquid Papaya. Se le basi della Sabra sono simili ad altri modelli McLaren, l'esterno presenta parti completamente nuove e prende ispirazione dalla Vision Gran Turismo Concept di McLaren, svelata nel 2017.
Tra le caratteristiche più evidenti apportate alla vettura, c'è una fascia frontale interamente su misura con fari ridisegnati, grandi prese d'aria e una linea pensata per essere 'elegante', pur nella sua sportività estrema. Attira l'attenzione anche la grande 'pinna di squalo' in fibra di carbonio, ispirata agli sport motoristici e che corre lungo il vano motore per migliorare la stabilità alle alte velocità.
Nella parte posteriore non mancano nemmeno un'ala massiccia e un enorme diffusore.
All'interno, il sedile del conducente è in Volcano Orange mentre il sedile del passeggero è rifinito in Carbon Black.
Anche gli accenti di Liquid Papaya si trovano un po' ovunque, così come una serie di parti in fibra di carbonio.
La McLaren Sabre è alimentata da un motore V8 biturbo da 4 litri che eroga 824 CV e 800 Nm di coppia. La supercar britannica può raggiungere una velocità massima di 351 km/h.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Gasolio dai Paesi baltici sequestrato da Gdf di Varese

Oltre 250mila litri trasportati illegalmente su otto container

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

I finanzieri del Comando provinciale di Varese hanno intercettato un traffico illecito di prodotti petroliferi provenienti dai Paesi Baltici in totale evasione di imposta: oltre 256.000 litri di gasolio da autotrazione trasportato in otto tank-container.
    Nel corso di un controllo sulla circolazione delle merci, le Fiamme gialle di Busto Arsizio (Varese) hanno individuato un autoarticolato privo dei pannelli che segnalano la pericolosità del prodotto trasportato. Si trattava di gasolio e il conducente era privo di certificazione per il trasporto.
    Si è scoperto che il container sequestrato faceva parte di una maxi spedizione composto da otto tank, provenienti da paesi dell'Unione Europea (Lettonia e Lituania), giunti su rotaia e che si trovavano nel terminal intermodale di Busto Arsizio, privi di documentazione o di lettera di vettura internazionale, aggirando quindi i previsti obblighi di circolazione, in assoluta evasione di accisa.
    Sequestrato il prodotto petrolifero, per oltre 250.000 litri e i mezzi utilizzati mentre sono stati denunciati due uomini: il conducente dell'autoarticolato e la "staffetta", due italiani di origine campana. La stima dell'accisa sottratta a tassazione ammonta a oltre 94.000 euro.
    Il carburante aveva caratteristiche fisiche e chimiche non conformi agli standard e avrebbe potuto essere pericoloso per la salute pubblica.    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Benzina: Qe, prezzi in calo, self a 2,061 euro al litro

Effetto dei tagli dei giorni scorsi sui prezzi raccomandati

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

Prezzi in calo sulla rete carburanti per effetto dei tagli dei giorni scorsi sui prezzi raccomandati.
    Un nuovo movimento al ribasso si è aggiunto sabato da parte di IP, scesa di 2 centesimi sulla benzina e di 3,5 centesimi sul diesel. Quanto alle quotazioni internazionali dei prodotti petroliferi, venerdì hanno registrato un forte rimbalzo sul gasolio.
    Tornando al quadro nazionale, in base all'elaborazione di Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all'Osservaprezzi del Mise aggiornati alle 8 di ieri 3 luglio, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self è 2,061 euro/litro (2,070 il valore del 30 giugno), con i diversi marchi compresi tra 2,047 e 2,069 euro/litro (no logo 2,049). Il prezzo medio praticato del diesel self è 2,024 euro/litro (2,036 il dato precedente), con le compagnie tra 2,017 e 2,029 euro/litro (no logo 2,019).
    Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato va a 2,198 euro/litro (rispetto a 2,207 del 30 giugno), con gli impianti colorati che hanno prezzi medi praticati tra 2,131 e 2,272 euro/litro (no logo 2,100). La media del diesel servito è 2,163 euro/litro (contro 2,177), con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi praticati compresi tra 2,103 e 2,227 euro/litro (no logo 2,069).
    I prezzi praticati del Gpl si collocano tra 0,829 a 0,851 euro/litro (no logo 0,817). Infine, il prezzo medio del metano auto è tra 1,866 e 2,022 (no logo 1,936).   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Blackberry, dalla telefonia all'elettronica per automobili

215 milioni di auto nel mondo montano software dell'azienda

Motori Componenti & Tech
Chiudi Blackberry, dalla telefonia all'elettronica per automobili (ANSA) Blackberry, dalla telefonia all'elettronica per automobili

Dalla telefonia alle componenti elettroniche per auto, BlackBerry rimane tra i protagonisti del mercato. Anche se non più leader nel campo degli smartphone come un tempo, quando Blackberry era sinonimo di telefono dal quale leggere anche le e-mail, BlackBerry Limited è ancora in piena attività sul fronte della produzione di software e nei giorni scorsi ha annunciato una crescita nel settore. Più di 215 milioni di veicoli utilizzano uno o più prodotti BlackBerry, di cui 20 milioni in più rispetto a un solo anno fa.
Una società di ricerca indipendente, Strategy Analytics, ha confermato la crescita dei veicoli totali dotati di software BlackBerry chiamato QNX, ovvero un sistema operativo che nel caso delle automobili combina elementi di sicurezza e funzionalità.   "BlackBerry continua ad essere leader di mercato nel settore dei software per l'automotive - ha dichiarato John Chen, Executive Chairman & CEO di BlackBerry - con una crescita costante del numero di veicoli, da oltre 16 milioni nel 2013 a oltre 215 milioni di oggi. Siamo lieti di essere considerati affidabili dalle case automobilistiche di tutto il mondo".
Un'ulteriore sviluppo della tecnologia BlackBerry potrebbe in futuro riguardare la guida autonoma. "I veicoli connessi-autonomi sono fondamentali per lo sviluppo delle città intelligenti - ha detto ancora Chen - con un mercato nel quale rientrano altri settori chiave che BlackBerry. La nostra crescita nel settore automobilistico accelererà l'emergere di un mondo fatto di mobilità intelligente". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ford e Ald Automotive insieme per gestione flotte e furgoni

Con Ford Fleet Management offerti anche prodotti multimarca

Motori Guida agli Acquisti
Chiudi Ford e Ald Automotive insieme per gestione flotte e furgoni (ANSA) Ford e Ald Automotive insieme per gestione flotte e furgoni

Anche in Italia Ford e Ald Automotive collaboreranno per la gestione di flotte e furgoni. La partnership Ford Fleet Management, già operativa in Regno Unito e Francia, prevede che la Casa dell'Ovale Blu possa proporre alla propria clientela servizi di vario genere e anche prodotti multimarca.
"Ford Fleet Management - chiariscono dalla Filiale italiana della casa automobilistica - si inserisce nel lancio di Ford Pro, il brand globale dedicato ai clienti dei veicoli commerciali per ottimizzare la produttività ed è in grado di offrire, in un'unica piattaforma, soluzioni integrate per servizi di noleggio e gestione delle flotte indipendentemente dal tipo o dalla marca del veicolo".
La nuova divisione, lanciata in collaborazione con la nota realtà operativa nel renting, propone soluzioni integrate di noleggio a lungo termine per aiutare la crescita del business di aziende e privati, ottimizzando l'impiego dei veicoli e riducendo al minimo i tempi per i loro fermi dovuti a manutenzione o riparazioni.   Al riguardo, Stefano Contini, Direttore di Ford Fleet Management Italia, sottolinea: "Sappiamo che una mobilità efficiente rappresenta un fattore chiave per il successo delle aziende e dei loro dipendenti. Per questo motivo, offriamo ai clienti soluzioni di noleggio integrate e una gamma di servizi e software applications che consentono una gestione ottimale delle loro flotte, non solo monomarca, a prescindere dal tipo di veicolo che si utilizza, sia esso una vettura o un veicolo commerciale".
I servizi in catalogo spaziano dall'ordine e dal finanziamento del veicolo all'assistenza e manutenzione, sino alla sua sostituzione a fine ciclo di utilizzo, con personalizzazioni in base alle necessità di business della clientela. "La nuova business unit - ha dichiarato Domenico Delicato, General Manager di Italia Ford Credit - ci permetterà di supportare i nostri clienti nell'attività di tutti giorni, offrendo loro soluzioni personalizzate, realizzate 'su misura' per rispondere alle esigenze dei differenti business, con l'obiettivo di accompagnarli agevolmente nella transizione verso una mobilità ecosostenibile che punta su elettrificazione e connettività. Questa nuova iniziativa rafforza ulteriormente la relazione di lungo corso con ALD Automotive che, da oltre 17 anni in Europa, fornisce per l'Ovale Blu la soluzione di noleggio a lungo termine Ford Business Partner". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Volvo costruirà in Slovacchia fabbrica per veicoli elettrici

A Kosice terzo impianto europeo brand, costo 1,2 miliardi euro

Motori Industria
Chiudi Volvo costruir? in Slovacchia fabbrica per veicoli elettrici (ANSA) Volvo costruir? in Slovacchia fabbrica per veicoli elettrici

Gli svedesi della Volvo costruiranno in Repubblica Ceca un nuovo impianto per l'esclusiva produzione di veicoli elettrici. Per la realizzazione della fabbrica, che sorgerà a Kosice, è stato previsto un investimento di 1,2 miliardi di euro, di cui il 20% sostenuto dallo stato locale. Si tratta di un passo fondamentale per raggiungere il target della neutralità di CO2 prodotta entro il 2040, diventando dal 2030 costruttore di vetture solo elettriche.
La posa della prima pietra della struttura è prevista per il 2023, l'installazione delle linee di produzione al momento è programmata per il 2024. L'impianto dal 2025 dovrebbe raggiungere la produzione a livello zero di CO2 emessa. Per il 2026, invece, vi è già stato programmato l'avvio della costruzione delle Volvo elettriche di nuova generazione.
A regime, la fabbrica sarà in grado di produrre sino a 250.000 vetture l'anno. Per la Repubblica Ceca, cresciuta negli anni per importanza nel mondo automotive, si tratta della quinta fabbrica di vetture del Paese.
Quello di Kosice sarà il terzo impianto europeo di Volvo e si affiancherà a quello svedese di Göteborg, sede del quartier generale del marchio, e all'altrettanto storico belga di Gand.
La struttura occuperà alcune migliaia di dipendenti ed è stata progettata con attenzione a possibili espansioni future. La località è ben servita dai fornitori automobilistici e ben collegata al resto d'Europa.
"Il nostro focus è diventare un marchio di pura mobilità elettrica entro il 2030, che è in linea con i nostri scopi", ha affermato Jim Rowan, amministratore delegato di Volvo Cars.
"L'espansione in Europa, la nostra più grande area di vendita, è fondamentale per il nostro passaggio all'elettrificazione e alla crescita continua. Sono molto lieto di espandere la nostra impronta produttiva in Slovacchia e non vedo l'ora di accogliere nuovi colleghi e partner nel viaggio che ci aspetta". Javier Varela, chief operating officer di Volvo Cars ha aggiunto: "Sarà un luogo di lavoro moderno, in uno stabilimento all'avanguardia che punta sulla sostenibilità e sulla sicurezza".
Il brand di Göteborg, passato nel 2010 al gruppo cinese Geely, nel complesso oggi occupa 41.000 addetti e lo scorso anno ha costruito 698.700 veicoli. Oltre che in Europa, la casa automobilistica scandinava dispone di fabbriche negli Stati Uniti (in South Carolina) e in Cina (Chengdu, Daqing e Taizhou).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Pirelli, un casco speciale per Valentino Rossi nel GT

Livrea celebrativa riporta anche alcuni messaggi dei tifosi

Motori Attualità
Chiudi Pirelli, un casco speciale per Valentino Rossi nel GT (ANSA) Pirelli, un casco speciale per Valentino Rossi nel GT

I tifosi di tutto il mondo hanno inviato tramite i social media Pirelli messaggi di benvenuto a Valentino Rossi nel GT World Challenge e Pirelli crea un casco dalla livrea speciale per il 'Dottore'. La campagna Pirelli era stata lanciata in occasione del debutto di Rossi nel GT a Imola, nel mese di aprile, coinvolgendo la sua comunità mondiale di appassionati.
All'iniziativa hanno risposto a migliaia in meno di due mesi sui canali social di Pirelli, con una valanga di messaggi che accoglievano Rossi di nuovo all'azione, questa volta nel mondo delle quattro ruote. Cinquanta di questi messaggi sono entrati a far parte del design celebrativo del nuovo casco, commissionato da Pirelli al celebre designer italiano Davide Degli Innocenti di Riccione.
Il casco Bell è stato regalato a Rossi nello scorso fine settimana a Misano, sede del sesto round del GT World Challenge promosso da SRO e secondo round che si è tenuto su suolo italiano quest'anno. "Valentino fa parte del motorsport - ha dichiarato Mario Isola, Motorsport Director di Pirelli, presentando il casco al pluricampione di moto - e della leggenda Pirelli, quindi abbiamo voluto dargli un benvenuto speciale al prossimo capitolo della sua carriera. Il round GT a Misano è stato esattamente il posto giusto per mostrare la stima dei fan di tutto il mondo". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mobilize, partnership con ALL-Accor per nuovo ALL Mobilité

Nuovo servizio di mobilità sviluppato con Karhoo

Motori Attualità
Chiudi Mobilize, partnership con ALL-Accor per nuovo ALL Mobilitè (ANSA) Mobilize, partnership con ALL-Accor per nuovo ALL Mobilitè

Si chiama ALL Mobilité il nuovo servizio di prenotazione di taxi e veicoli a noleggio con conducente, concepito con Karhoo, filiale di Mobilize. Nasce dalla partnership tra Mobilize e ALL-Accor, nata allo scopo di generare una nuova modalità di mobilità. Con ALL Mobilité, gli aderenti al programma fedeltà possono ora prenotare taxi e veicoli a noleggio con conducente sull'App ALL o sul sito All.com1. Se pagano con carta di credito, ottengono automaticamente più punti e possono così decidere di pagare poi la corsa direttamente con i punti.
ALL Mobilité, che copre 490 città europee, ma anche Dubai e New York, risponde a due esigenze in particolare, ovvero alla necessità di spostamenti durante i viaggi, per recarsi in stazione, all'aeroporto o in uno degli alberghi Accor, utile all'estero dove i clienti spesso non sanno quali sono le modalità di prenotazione e pagamento di taxi e veicoli a noleggio con conducente, così come per gli spostamenti nella vita quotidiana, che siano per scopi privati o professionali.
Il servizio permette, in tempo reale, di confrontare le offerte disponibili di taxi e veicoli a noleggio con conducente e di scegliere in base al prezzo, al tempo di attesa, alla categoria del veicolo (elettrico o termico) e alle opzioni disponibili (per esempio il seggiolino per bambini).
Il servizio ALL Mobilité è il frutto di una partnership strategica e tecnologica tra ALL e Mobilize, la Marca del Gruppo Renault dedicata alle nuove mobilità, tramite la start-up Karhoo. La piattaforma di aggregazione della mobilità di Karhoo consente agli operatori professionali del settore alberghiero e dei viaggi e alle aziende di proporre ai propri clienti servizi di taxi e veicoli a noleggio con conducente tramite le proprie App Web e mobili e con i loro brand.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nel cielo di luglio la Superluna più spettacolare dell’anno

Prevista la sera del 13. Visibili le stelle più brillanti

Scienza & Tecnica Spazio & Astronomia
Chiudi La Super Luna fotografata da Massimo Brizzi (fonte: Massimo Brizzi) (ANSA) La Super Luna fotografata da Massimo Brizzi (fonte: Massimo Brizzi)
Il cielo di luglio porta con sé la Superluna più spettacolare del 2022, mentre la Terra raggiungerà la distanza massima dal Sole e a rendere più suggestive le serate estive arrivano anche le stelle più brillanti di questo periodo dell’anno: sono questi gli eventi astronomici più attesi nel mese, secondo le indicazioni dell’Unione Astrofili Italiani (Uai).
Il primo appuntamento è stato il 4 luglio alle 9,00 italiane, quando la Terra si è trovata nel punto della sua orbita più lontano dal Sole (afelio), alla distanza di 152.098.501 chilometri. La data in cui si verifica questo fenomeno è molto variabile. Basti pensare che nel 2021 la Terra ha raggiunto l’afelio il 5 luglio, nel 2020 tra il 5 e il 6 luglio, nel 2019 tra il 4 e il 5 luglio, nel 2018 il 6 luglio e nel 2017 il 3 luglio.
L’avvenimento di luglio è la Superluna: il nostro satellite naturale si troverà nel punto della sua orbita più vicino alla Terra al mattino del 13 luglio (alla distanza di 357.263 chilometri) e circa nove ore più tardi, alle 20,37 avrà raggiunto la fase di Luna piena.
Finora visibili solo nelle ore che precedono il sorgere del Sole, i pianeti cominceranno ad essere visibile anche la sera verso la fine di luglio, a partire da Saturno: negli ultimi giorni del mese si potrà riconoscere sull’orizzonte orientale intorno alle ore 22,00; Giove si sta avvicinando al periodo di migliore osservabilità e a fine mese comincerà a sorgere prima della mezzanotte, rimanendo osservabile per tutta la seconda parte della notte. Il gigante del Sistema Solare prosegue la sua permanenza al di fuori delle costellazioni tradizionali dello zodiaco e per tutto il mese rimane nella costellazione della Balena; anche Mercurio si riaffaccerà la sera, ma sarà molto basso sull’orizzonte occidentale e difficile da individuare.
I pianeti saranno visibili anche nelle loro congiunzioni con la Luna, come Saturno (15 luglio), Giove (18-19 luglio), Marte (21) e Venere (26).
Dalla seconda decade del mese saranno anche osservabili in orari accessibili i transiti della Stazione Spaziale Internazionale, a bordo della quale si trova l’astronauta Samantha Cristoforetti,
Infine cominceranno a essere visibili le costellazioni del cielo estivo, con stelle brillanti come Arturo del Bootes e Vega della Lira, uno dei vertici del classico triangolo estivo, con Altair dell’Aquila e Deneb del Cigno.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mercedes Citan, per Vansports il minivan cambia stili

Sportivo o 'fuoristrada' nella versione del preparatore tedesco

Motori Prove e Novità
Chiudi Mercedes Citan, per Vansports il minivan cambia stili (ANSA) Mercedes Citan, per Vansports il minivan cambia stili

Se i veicoli commerciali e i minivan in generale non sono considerati tra i candidati più popolari per l'elaborazione, alcuni preparatori ne hanno fatto un vanto, come capita nel caso Vansports. L'ultimo esempio firmato dal preparatore tedesco è quello relativo ad un nuovo Mercedes-Benz Citan, che ha ricevuto una serie di aggiornamenti in termini di stile e meccanica.

Il Citan di Vansports beneficia di un nuovo set cerchi a a doppie razze da 19 pollici, con tanto di pneumatici 235/35R19 che rendono più sportivo l'aspetto del piccolo furgone, che nella sua ultima versione ha abbracciato una linea più elegante.
Un altro tocco del preparatore è il parafango nero, pensato per portare a Citan un po' del mondo crossover. Il modello prescelto da Vansports è un Citan Tourer, ma gli aggiornamenti sono disponibili anche per altre varianti dello stesso modello.
Per quanto riguarda le sospensioni, Vansports offre due diverse opzioni, ovvero quelle ribassate che portando il Citan 30 mm più vicino al suolo, abbinato ad una maggiore rigidezza, oppure le molle rialzate che saranno disponibili a breve per offrire invece una maggiore altezza da terra, in stile 'fuoristrada' e 'sponsorizzato' da Vansports per attività all'aria aperta o lavoro nei cantieri. Per i modelli Citan rialzati saranno disponibili barre di protezione in nero opaco, affiancate da una striscia protettiva per il piano di carico.
Anche se il preparatore tedesco non ha diffuso foto della cabina, sono comunque stati annunciati una serie di aggiornamenti interni per questo autunno, a partire dalle finiture in pelle, nuovi tappetini, pannelli e pedali in alluminio. Vansports è un marchio della Heinz Hartmann GmbH, specializzata nella modifica dei veicoli commerciali leggeri Mercedes-Benz. Il preparatore ha offerto aggiornamenti simili per la precedente generazione del Citan, oltre ad aver presentato vari pacchetti per Vito e per il più grande Sprinter in versione off-road.    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Dieci anni fa la scoperta del bosone di Higgs

Avventura mai finita, conto alla rovescia nuove collisioni Lhc

Scienza & Tecnica Fisica & Matematica
Chiudi Esempio di un evento che ha rilevato il bosone di Higgs, nell'acceleratore Lhc del Cern (fonte: Lucas Taylor / CERN) (ANSA) Esempio di un evento che ha rilevato il bosone di Higgs, nell'acceleratore Lhc del Cern (fonte: Lucas Taylor / CERN)

Oggi, 4 luglio, sono passati dieci anni dalla scoperta della più celebre delle particelle,  il bosone di Higgs grazie al quale esiste la massa, ma questa pagina della fisica è tutt’altro che chiusa. Anzi, il bello comincia proprio adesso, perché le domande aperte sono ancora moltissime. “Scoprire il bosone di Higgs è stato solo l’inizio e l’annuncio di dieci anni fa è stato un evento importantissimo, ma non siamo ancora sicuri al 100% che quella particella sia quella prevista dal Modello Standard”, ha detto all’ANSA Stefano Giagu, responsabile nazionale per l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), della collaborazione Atlas, uno dei grandi esperimenti dell’acceleratore più grande del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern di Ginevra, che dieci anni fa ‘vide’ il bosone di Higgs con un altro esperimento di Lhc, Cms.

“Paradossalmente – ha detto ancora – la scoperta di dieci anni fa ha aperto la strada a un numero enorme di ulteriori ricerche e indagini”. Da allora i fisici delle particelle hanno ottenuto una sorta di carta di identità del bosone di Higgs, osservato anomalie e fatto verifiche. “E’ stata raccolta una grandissima quantità di da Lhc” e adesso che l’acceleratore è pronto per le nuove collisioni, attese a partire dal 5 luglio, l’entusiasmo è alle stelle e le attese sono altissime. Se tutto andrà come previsto, alla fine di questa nuova campagna di presa dati, chiamata Run 3 e della durata di tre anni, i fisici delle particelle si aspettano una quantità di dati doppia rispetto a quella ottenuta finora. Grazie alle migliorie apportate durante l’ultima pausa tecnica “gli esperimenti potranno funzionare molto meglio e garantire una maggiore precisione”, ha detto ancora Giagu.

Si potranno cercare risposte a domande ancora aperte, da quelle sulla massa del bosone di Higgs e le sue caratteristiche a quelle sulle particelle che costituiscono la materia oscura, ossia la materia invisibile che occupa circa il 25% dell’universo: “potrebbe essere un punto di svolta per la nuova fisica”. E’ con questo spirito e questo e questo entusiasmo che si annuncia la settimana ricca di eventi che si apre da oggi giorno del compleanno della scoperta, mentre martedì 5 sarà il giorno delle prime collisioni nell’acceleratore Lhc. 

In Italia a organizzare le celebrazioni è l’Infn, con eventi in programma dal 4 luglio a fine anno. Le celebrazioni della più famosa delle particelle corrono anche sui social, per esempio nel video in cui i protagonisti della ricerca sul bosone di Higgs raccontano la scoperta, che l’Infn prevedere di pubblicare il 4 luglio insieme alla serie di podcast in sei puntate, eventi online per i bambini e seminari online, come quello che dal 6 luglio racconterà la scoperta.

Al bosone di Higgs è dedicato anche il programma “Le meraviglie della fisica”, organizzato nell’ambito della conferenza Ichep (International Conference On High Energy Physics), che dal 6 al 13 luglio vedrà Bologna capitale della fisica mondiale, con centinaia di ricercatori di tutto il mondo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Caffe freddo, è boom di miscele speciali, sostituisce anche i cocktail

Dissetante, versione healthy o golosa, si va dallo shakerato al cocco all'espresso alcolico

Lifestyle Food
Chiudi Coconut Flavour Over Ice Coffee Colada - ricetta estiva Nespresso (ANSA) Coconut Flavour Over Ice Coffee Colada - ricetta estiva Nespresso

E' tempo di gustare il caffè freddo, dal classico freddato nel freezer alla versione alcolica per cocktail tra i più cool del momento per l'estate 2022. Per TikTok il trend della bevanda ghiacciata contenente caffeina è esploso ad aprile del 2020 , “quando eravamo chiusi in casa annoiati e prepararlo come i barman è diventato un gioco comune” sottolineano i giornali londinesi tracciando l’andamento dell’amore per l’ice-coffee degli ultimi 3 anni.  Il New York Times, i giorni scorsi, elencava il caffè ghiacciato tra gli 8 bicchieri anti calura e re-idratanti da bere ogni giorno nel mese più caldo dell'anno, secondo Tamara Hew-Butler che fa ricerche sui fluidi corporei alla Wayne State University: "Devi bere i tuoi otto bicchieri: idrata, idrata, idrata. Nella calura estiva, ovviamente, i semifreddi come ghiaccioli e sorbetti sono pratici contenitori per il consumo di liquidi. Anche le bevande al caffè possono essere idratanti, sebbene la caffeina sia spesso considerata una sostanza diuretica o disidratante, invece ha all'incirca gli stessi effetti idratanti o disidratanti quanto l’acqua. Questo vale per chi apprezza il caffè e lo include tra le bevande quotidiane mentre in chi non lo consuma mai potrebbe invece innescare una maggiore perdita di acqua corporea”.
Come fare un eccellente caffè freddo, che resti profumato e che sia anche dissetante e rinfrescante? Scegliendo la miscela e la procedura giusta come ha spiegato Jonathan Gagné all’ultimo World of Coffee 2022, campionato mondiale svolto a Milano a fine giugno. Ricercatore in astrofisica al Planetario Rio Tinto Alcan di Montreal e docente all'Université de Montréal, si dedica per passione a studi sulla fisica della preparazione del caffè e documenta le sue scoperte sul suo seguitissimo blog Coffee Ad Astra. Autore del libro The Physics of Filter Coffee, dispensa ricette e segreti per fare il caffè nel modo migliore su Instagram (@jgagneastrocoffee, con oltre 25 milioni di follower). 
Miscele speciali sono in produzione anche in Italia e gli indirizzi si trovano nella nuova Guida del Camaleonte, la prima guida dei caffè e delle torrefazioni d’Italia. Scritta da Andrej Godina, esperto di caffè e PhD in scienza, tecnologia ed economia nell’Industria del caffè, e Mauro Illiano, recensore gastronomico. Gli autori includono nelle guida e premiano con il ‘Premio Torrefazione Specialty’ la sede di Settimo Torinese di 1895 Coffee Designers by Lavazza per le  soluzioni tecnologiche all’avanguardia come le migliori tostatrici disponibili sul mercato, che torrefanno da un minimo di 12 a un massimo di 120 kg di caffè per ciclo (la Factory è aperta al pubblico, su prenotazione, per visite guidate) e per le miscele '15 Degrees South', origine boliviana, forte sentori floreali arricchiti con note di maracuja, vaniglia, mandarino, ananas e caramello; ed 'Avanguardia II' per la sezione moka con sapore di fiori d’arancio, cioccolato, banana e rum. Infine la selezione Araari, al gusto di bergamotto, ribes e pompelmo. Tutte nuances fresche e adatte alla stagione estiva.  
Nespresso , che ha scelto la top brasiliana Alessandra Ambrosio come volto, lancia Un sorso d'estate, la collezione estiva 2022 con una gamma di caffè, per Vertuo e Original, che si ispira ai sapori dei tropici e al mood brasiliano, da gustare con ghiaccio, aromatizzati al cocco oppure con note caramellate o cereali tostati, legni aromatici e  pepe in miscela con caffè arabica (le cialde della gamma Barista Creations for Ice, in edizione limitata).  Una collezione che vuole essere rituale per sè sin dalla preparazione con lo shaker. Anche la micro-torrefazione Ditta Artigianale di Firenze (linea di caffetterie dedicate a caffè di particolare pregio gustativo), propone miscele raffinate tra le quali la varietà botanica pink bourbon con fermentazione naturale. Speziata e con note tropicali di fragola, rosmarino e la papaya ha un retrogusto persistente e fresco (è la tipologia Finca El Diviso, presentata all’ultimo World of Coffee di Milano).
Anche i bartender inseriscono il caffè nei cocktail estivi, idem i pasticceri che inventano dolci freddi a base di caffè. A Milano, in via Kramer 35 in Porta Venezia, la pasticceria e gelateria Viva Dolci e Gelati (staff tutto al femminile, nato dalla collaborazione con Cadmi, Casa di Accoglienza delle donne Maltrattate e centro antiviolenza di Milano) per tutta l’estate si possono gustare i biscotti di frolla con mousse al  cocco, cocco in scaglie e crema mousse ‘namelaka’ al caffè (con miscele Nespresso della nuova gamma Coconut Flavour Ove Ice), ricetta ideata per l’estate 2022 dalla chef stellata Viviana Varese. 
La  macinazione si vede in diretta (anche con sistemi originali come estrazione e preparazione con sifoni e azoto liquido) nella sede più elegante di Starbucks , la Reserve Roastery nel Palazzo delle Poste di Piazza Cordusio (la company ha appena aperto anche un nuovo negozio a Scalo Milano Outlet & More in via Milano 5 a Locate di Triulzi).  Tra i Cold Brew  estratti a freddo e la versione di caffè ‘frizzante’ con aggiunta di acqua minerale guarnito con limone e menta, gli shakerati, le miscele con crema di latte, oltre alla versione analcolica del cocktail Manhattan e del Moscow Mule con caffè anche decaffeinati, la scelta è  vasta. Sempre a Milano, all'interno della Liberty Tower, apre la prima house italiana di EL&N London, seconda in Europa, la caffetteria healthy tutta rosa che piace tanto alle donna. Famosa la sede a Mayfair, Londra, ha sedi anche a  Parigi, Doha, Dubai, Kuwait City, Riyadh, Jeddah ed è il bistrot tra i più instagrammati al mondo. Qui i caffè freddi includono le versioni soffiate e con latte (vaccino, di soia e così via) schiumato, anche decaffeinati. 
Il caffè freddo ha cambiato pelle in tutta la penisola e il vecchio tipo (zuccherato e conservato in frigorifero) è decisamente out. Per l’estate in corso ci si può sbizzarrire anche a casa creando moltissime varianti. Si va da quello con ghiaccio intero o tritato (rinfrescante), a quello con l'aggiunta di latte di mandorla alla leccese e che include anche la versione ‘soffiata’ che lo trasforma in morbida spuma (con una rapida passata al vapore col beccuccio del cappuccino). Da quello con panna, con latte e ghiaccio all’affogato al caffè (con gelato alla vaniglia, ideale dopo pranzo, dopo cena e dopo le pennichelle estive) . Oppure il caffè freddo con salsa al caramello (da mettere come primo ingrediente sul fondo del bicchiere vuoto), latte schiumato e ghiaccio. Dalla Lombardia alla Sicilia il caffè ora è ghiacciato e le granite al caffè, anche insieme a pistacchio, fichi e gelsomino, si consumano ora in tutto il Sud della penisola, con o senza brioches.
Lo zucchero? Non sempre è incluso, l’amaro piace a molti e le nuove ricette includono altri ingredienti già dolci. 
E' invece il caffè cool da gustare al tramonto, magari in spiaggia, quello in versione cocktail. L'espresso Martini è il più rinomato: si prepara con caffè, vodka e sciroppo di vaniglia o di zucchero versati nello shaker e poi filtrati nella coppa da cocktail-martini, con aggiunta di ghiaccio e una fragola (oppure qualche chicco di caffè o granella di cioccolato) al posto dell'oliva. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo


Modifica consenso Cookie