Responsabilità editoriale Xinhua.

Esperto Ocse: ripresa cinese buona notizia per mondo intero

Il recupero favorisce domanda per tutti gli altri Paesi

(ANSA-XINHUA) - PARIGI, 27 NOV - La piena ripresa dell'economia cinese è una buona notizia, di grande importanza per il mondo intero: parola di Margit Molnar, a capo del China Desk dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), in un colloquio con la Xinhua.
    "La Cina è stato il primo Paese a riprendersi completamente.
    A guardare i dati sul Prodotto interno lordo nel terzo trimestre destagionalizzati, ha già raggiunto i livelli pre-crisi", ha affermato il capo economista cinese presso la sede dell'organizzazione a Parigi.
    "E' di grande importanza per il mondo che la seconda maggiore economia al mondo si sia ripresa. Significa un'enorme fonte di domanda per tutti gli altri Paesi", spiega.
    Molnar evidenzia che, prima ancora di raggiungere la sua piena ripresa, la Cina era già stata capace di fornire tutti i beni che le erano stati richiesti in altri Paesi, ad esempio mascherine e altri dispositivi di protezione, in quantità molto elevate, nel primo trimestre dell'anno.
    "Quindi (la Cina) si è orientata verso merci richieste legate al nuovo modo di vivere con il telelavoro, tra queste prodotti informatici e anche mobili e loro parti ed elettrodomestici.
    Piccoli produttori ed esportatori privati ;;sono stati sufficientemente flessibili nel loro salto a qualsiasi cosa gli venisse richiesta per la produzione di quei beni", ha dichiarato Molnar.
    "La Cina così ha sostenuto la lotta contro la pandemia sia fornendo tutti i materiali e dispositivi di protezione, sia offrendo aiuto ad altri Paesi per passare a questo nuovo modello di lavoro rappresentato dal telelavoro", ha detto.
    Considerando che la ripresa della Cina sembra continuare, quello che ci si può aspettare è che la Cina fornirà ulteriormente i beni richiesti da altri Paesi e recupererà anche la sua domanda non solo di materie prime, ma anche di beni di consumo. "Poi ci sarà una domanda in aumento anche per beni di consumo stranieri", dichiara Molnar.
    Commentando l'accordo di libero scambio Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP) firmato di recente tra 15 Paesi della regione Asia-Pacifico, Molnar dice che la sua importanza va oltre i partecipanti all'accordo, "poiché può anche essere una piattaforma per accedere ai mercati di Paesi terzi".
    Questo accordo è la prova dell'importanza della cooperazione internazionale e regionale, osserva l'esperta, affermando che "la cooperazione è qualcosa che abbiamo sempre promosso e sostenuto".
    "Accogliamo con grande favore questi accordi commerciali che aumentano la cooperazione; riducono i costi di transazione, migliorando così l'efficienza economica", conclude Molnar.
    (ANSA-XINHUA).
   

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie