Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. Italia-Libano: amb. Bombardiere, nostro sostegno non vacilla

Italia-Libano: amb. Bombardiere, nostro sostegno non vacilla

Ambasciatrice d'Italia celebra Festa della Repubblica a Beirut

(ANSAMed) - BEIRUT, 04 GIU - "Non ha mai vacillato il sostegno dell'Italia al Libano", paese colpito dalla peggiore crisi finanziaria della sua storia: così l'ambasciatrice italiana a Beirut, Nicoletta Bombardiere, ha ricordato "i forti legami storici" tra i due paesi mediterranei.
    Le parole di Bombardiere sono state pronunciate nelle ultime ore durante la celebrazione, nel suggestivo giardino del palazzo di Alfred Sursock nel centro della capitale libanese, della Festa della Repubblica italiana, alla quale sono state invitate centinaia tra residenti italiani e personalità libanesi.
    "Ho scelto di celebrare la festa nazionale italiana in questo bellissimo posto - ha detto Bombardiere - per due motivi principali. Il primo, perché la storia di questo palazzo e della sua famiglia si intreccia con la storia delle famiglie italiane.
    Il secondo motivo è che questo singolare palazzo del 19esimo secolo, con la sua architettura che riflette l'influenza italiana e levantina, mostra ancora le ferite causate dall'esplosione del 4 agosto 2020 al porto di Beirut".
    Nella devastante esplosione del porto di Beirut, causata dalla deflagrazione di 7.500 tonnellate di nitrato di ammonio, custodite per anni in un hangar dello scalo marittimo, sono morte 250 persone, 6.500 sono rimaste ferite e un terzo della città è stato distrutto.
    L'ambasciatrice si è poi soffermata sull'attualità politica e istituzionale libanese, con particolare riferimento alle passate elezioni legislative del 15 maggio e alla prossima formazione del governo: "Quest'anno sarà cruciale per il Libano e per il rinnovamento delle sue istituzioni democratiche all'interno del calendario costituzionale".
    "Il Libano - ha detto Bombardiere - può raccogliere la sfida. Con il suo vivace background accademico e imprenditoriale, una società pluralistica e diversificata, un capitale umano di talento e molti amici nella comunità internazionale, compresa l'Italia", ha aggiunto.
    Su questo l'Italia non ha mai fatto mancare il suo sostegno su più livelli in diversi ambiti: da quello militare della sicurezza, a quello della cooperazione allo sviluppo, da quello della cultura e conservazione del patrimonio a quello della promozione della lingua italiana in Libano. (ANSAMed).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie