Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. Libri: alla scoperta dell'ambasciata d'Italia al Cairo

Libri: alla scoperta dell'ambasciata d'Italia al Cairo

Nuovo volume della collana sulle sedi diplomatiche italiane

(ANSA) - ROMA, 16 GIU - Esce un altro volume della collana dedicato alle sedi delle ambasciate italiane nel mondo. Questa volta il libro riguarda l'edificio che ospita la rappresentanza diplomatica al Cairo. Il libro - curato come tutti i volumi della collana dall'ambasciatore Gaetano Cortese - conferma la linea editoriale che vuole raccontare come le ambasciate italiane in giro per il mondo siano il simbolo plastico della cultura, dell'arte e della storia del nostro Paese. Ma si tratta, soprattutto, di palazzi 'vivi' che contribuiscono in maniera decisiva all'opera della politica estera italiana, anche attraverso quel soft power che caratterizza l'approccio diplomatico italiano.
    Il libro - pubblicato nelle versioni in italiano, inglese ed arabo - è stato presentato a Venezia presso la Galleria internazionale d'arte Modera a Ca' Pesaro. Dopo i saluti della presidente del Consiglio comunale della città Ermelinda Damiano, la presidente della Fondazione dei Musei civici di Venezia Mariacristina Gribaudi ha, tra l'altro, ricordato i legami storici di Venezia con il Mediterraneo, descritto i dipinti di gusto orientalista esposti nelle sale di Ca' Pesaro e spiegato il lavoro e i progetti della Fondazione veneziana.
    Cortese ha ricordato i legami di questo nuovo libro con quello che riguarda il Palazzo Venezia di Istanbul sottolineando, ancora una volta, i legami trasversali esistenti nel Mediterraneo e le connessioni tra Oriente e Occidente create proprio da Venezia.
    Giampaolo Cantini, che è stato ambasciatore al Cairo, ha ricordato lo storico e antico ruolo della comunità italiana in Egitto e le radici di grandi personaggi come Ungaretti e Marinetti, entrambi nati ad Alessandria d'Egitto.
    L'ambasciatore Umberto Vattani, che ha chiuso i lavori del convegno, ha ricordato, con una serie di storie e aneddoti, il lavoro degli italiani per contribuire a migliorare l'efficienza amministrativa del Paese. Per esempio Lorenzo Masi che introdusse il catasto o Carlo Meratti grazie al quale fu creato il primo ufficio postale. Si è parlato del Teatro dell'Opera del Cairo che ricorda molto da vicino il Teatro della Scala di Milano. Per l'inaugurazione del canale di Suez, al Teatro dell'opera del Cairo si assistette all'Aida di Giuseppe Verdi.
    Della descrizione e della spiegazione dei dettagli architettonici e storici della sede dell'ambasciata italiana al Cairo si è occupata l'architetto Ketty Migliaccio.
    In rampa di lancio ci sono due nuovi volumi della collana, edita sempre da Giovanni Battista Colombo. Si tratta dei libri che si occuperanno delle ambasciate italiane a l'Aja e a Dublino. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie