Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. Settimana Cucina Italiana: a Skopje si chiude con la pizza

Settimana Cucina Italiana: a Skopje si chiude con la pizza

Evento all'insegna di uno dei simboli dell'Italia

(ANSAmed) - SKOPJE, 25 NOV - Una serata all'insegna della 'Pizza napoletana - un ponte tra tradizione e innovazione' ha chiuso ieri sera a Skopje le attività legate alla Settimana della Cucina Italiana in Macedonia del Nord, che hanno visto, con la collaborazione dell'Agenzia ITA di Skopje, un fitto calendario dedicato alla valorizzazione del nostro patrimonio culinario e all'esperienza italiana nella produzione alimentare, da ultimo anche nel settore delle indicazioni geografiche tipiche.
    Nel corso dell'evento, ospitato nel ristorante di Gino Guazzini, uno dei primissimi imprenditori italiani in Macedonia del Nord, e con la partecipazione di Birra Moretti, l'ambasciatore d'Italia Andrea Silvestri si è soffermato sull'importanza che la pizza ha nel ricco e variegato mondo della cucina italiana. "Quando si parla di cucina italiana immediatamente si pensa alla pasta e alla pizza. Se la pasta viene tradizionalmente consumata a casa, la pizza ha in Italia una più spiccata dimensione sociale", ha osservato l'ambasciatore. "Non a caso, l'arte della pizza - e, in particolare, l'arte del pizzaiolo napoletano - è stata riconosciuta cinque anni fa come patrimonio immateriale dell'umanità, dall'UNESCO. E' molto più di una semplice ricetta e consiste in un rituale culinario, che comprende gesti, canti, forme espressive e visive, espressioni linguistiche locali e la capacità di manipolare correttamente l'impasto della pizza e di trasformare la pizza stessa in uno spettacolo da condividere, elemento caratteristico della socialità", ha aggiunto Silvestri.
    "Una funzione - sociale - ha detto - già descritta dallo scrittore Alessandro Dumas durante la sua visita a Napoli nel 1835. La pizza era - già allora - molto più di un semplice piatto, veniva considerata un'opera artistica da un punto di vista sia gastronomico che sociale: "l'arte dello stare insieme". "Con l'evento di questa sera abbiamo voluto riprodurre, con la presenza di un maestro pizzaiolo giunto direttamente dall'Italia, l'esperienza autentica della pizza napoletana, servita con una birra tradizionale italiana in quello che è forse uno dei più iconici ristoranti italiani della Macedonia del Nord... e naturalmente con musica italiana", ha concluso l'ambasciatore d'Italia. (ANSAmed).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie