Umbria
  1. ANSA.it
  2. Umbria
  3. Due nuovi preti per la Chiesa di Spoleto-Norcia

Due nuovi preti per la Chiesa di Spoleto-Norcia

L'8 l'arcivescovo ordinerà Salvatore Ficarra e Luca Gentili

(ANSA) - SPOLETO (PERUGIA), 05 DIC - Giovedì 8 dicembre 2022, solennità dell'Immacolata Concezione, alle ore 17, nella Basilica Cattedrale di Spoleto l'arcivescovo Renato Boccardo ordinerà presbiteri i diaconi Salvatore Ficarra e Luca Gentili.
    La celebrazione verrà trasmessa in diretta nei canali social della Diocesi: pagina Facebook (SpoletoNorcia) e Canale You Tube (Archidiocesi Spoleto Norcia).
    Luca, 31 anni - riferisce l'archidiocesi - è originario di Pigge di Trevi. Salvatore, 28 anni, è nato in Sicilia, trasferito a Spoleto all'età di 13 anni. Per Luca un prete di riferimento è stato don Luigi Galli, per Salvatore don Edoardo Rossi. Il primo ha come Santo "protettore" S. Paolo, il secondo la Vergine Maria.
    Entrambi, dopo la formazione nel Pontificio Seminario regionale umbro "Pio XI di Assisi e all'Istituto Teologico di Assisi, stanno completando gli studi a Roma: Luca in Diritto Canonico e Salvatore in Teologia Liturgica. Luca, che alla morte di mons.
    Giampiero Ceccarelli è stato nominato Cancelliere arcivescovile, svolgerà il suo servizio a Cannaiola di Trevi insieme a don Sem Fioretti; Salvatore, invece, nella zona pastorale di Montefalco insieme a don Vito Stramaccia. In entrambi la vocazione è sbocciata in famiglia.
    "Sono cresciuto - afferma Luca - in una famiglia cattolica; seppur non impegnati attivamente in parrocchia, i miei genitori hanno sempre partecipato alla messa domenicale ed io sin da bambino ho fatto altrettanto. Mia nonna materna e mio nonno paterno sono stati per me esempio di una fede semplice ma molto profonda e radicata e mi hanno trasmesso la bellezza di questa fede in Cristo e nella sua Chiesa». «La mia vocazione - dice invece Salvatore - è nata grazie all'esempio dei miei genitori e soprattutto della nonna paterna, Concetta. Lei per me è stata la testimone vivente del Risorto, colei che mi ha trasmesso la fede. La sua testimonianza e la sua profondissima fede sono state per me un faro che ha illuminato il cammino fatto fino ad oggi».
    Nel sito dell'archidiocesi di Spoleto-Norcia è stata pubblicata un'ampia intervista per conoscere meglio Luca e Salvatore: https://www.spoletonorcia.it/11152-2/ (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie