Studenti Fiumicino a S.Anna Stazzema, tenere vivo il ricordo

Assessore Scuola,'vaccino contro odio ed intolleranza'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - Tappa oggi a Sant'Anna di Stazzema per 45 studenti e 9 insegnanti di Fiumicino per un Viaggio della Memoria, proprio nel giorno dell'anniversario del rastrellamento del Ghetto di Roma. "I nazifascisti si resero protagonisti di una delle pagine più buie della nostra storia - sottolinea l'assessore alle Scuola di Fiumicino, Paolo Calicchio, che accompagna i ragazzi - Oltre 1000 persone vennero prelevate dalle loro case, nel ghetto ebraico di Roma, e finirono i loro giorni nei campi di sterminio. Uomini, donne e bambini strappati ai loro affetti più cari, prelevati con l'inganno e la violenza.
    Solo 16 di loro si salvarono dalla follia nazifascista".
    "Oggi ricorre quel tragico anniversario e, 78 anni dopo un viaggio della Memoria ci ha portati, all'Associazione Nazionale ex Deportati nei campi nazisti, a Sant'Anna di Stazzema, dove nel 1944 i nazisti massacrarono 560 persone - sottolinea - Perché tenere vivo il ricordo di quelle mostruosità, raccontarlo e tramandarlo alle nuove generazioni è un dovere al quale non sottrarsi".
    "I germi dell'intolleranza, del razzismo, dell'odio per il diverso, della xenofobia sono ancora vivi e presenti in mezzo a noi - prosegue Calicchio -. L'unico vaccino disponibile è quello della conoscenza di ciò che è stato: un monito permanente per evitare che quella follia si ripeta".
    "Queste ragazze e questi ragazzi che sono oggi qui con me, così come le centinaia di studenti che hanno partecipato ai progetti della memoria negli scorsi anni - conclude l'assessore - saranno testimoni di pace e sentinelle contro ogni forma di intolleranza, discriminazione e fascismo". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA