ACI e EssilorLuxottica insieme per la sicurezza stradale

Opera di sensibilizzazione su importanza e cura della vista

Redazione ANSA ROMA

 L'Automobile Club d'Italia ed EssilorLuxottica annunciano una partnership per il lancio della campagna nazionale "Action for good vision on the road", che ha l'obiettivo di promuovere la collaborazione tra diversi partner al fine di sensibilizzare gli utenti della strada sull'importanza della cura della vista. Insieme promuoveranno la regola d'oro FIA "Check your vision" attraverso una campagna digitale "out of home" di sensibilizzazione. ACI coinvolgerà anche la rete di un milione di soci per informarli sull'importanza della vista alla guida.
    Nel 2022, ACI ed EssilorLuxottica collaboreranno per una più profonda comprensione dei bisogni della popolazione in materia di vista e sicurezza stradale in Italia, e implementeranno iniziative congiunte di sensibilizzazione ed eventi pubblici per sviluppare azioni a supporto dell'attenzione sulla vista sulla strada tra conducenti professionisti, autoscuole e tutti gli utenti della strada in generale.
    Nell'agosto 2020, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione che definisce gli anni 2021-2030 come il nuovo "Decennio per la sicurezza stradale", con l'obiettivo di dimezzare il numero delle vittime della strada entro il 2030.
    Per raggiungere questo obiettivo, le Nazioni Unite (ONU) hanno formulato una serie di raccomandazioni, tra cui l'invito rivolto a diversi Paesi ad attuare una legislazione specifica, efficace e basata sull'evidenza dei fattori di rischio legati alla guida distratta o alterata. L'adozione di misure per garantire adeguate capacità visive a tutti gli utenti della strada fa parte di queste raccomandazioni.
    Questo invito ad agire è stato confermato nel luglio 2021, quando l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la risoluzione "Vision for Everyone: accelerating action to achieve the Sustainable Development Goals".
    In Italia, ogni anno muoiono sulla strada più di 3.000 persone e 240.000 rimangono ferite, delle quali il 7% in modo grave. Eppure, ad esempio, ben il 24% degli utenti della strada ha riferito di avere difficoltà a vedere oggetti in lontananza, con particolare riferimento alla segnaletica stradale, mettendo così a rischio la propria vita. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie