Copernicus, in Europa la primavera più fredda dal 2013

Ma nel mondo maggio 2021 è stato più caldo della media

Redazione ANSA

L'avevamo percepito tutti, ma ora c'è la conferma dei satelliti: la primavera che sta per volgere al termine in Europa è stata la più fredda dal 2013, con la temperatura media di maggio inferiore di 0,46 gradi rispetto alla media degli ultimi 30 anni. Situazione opposta su scala globale, dove il mese di maggio è stato più caldo della media di circa 0,26 gradi, con picchi nell'ovest della Groenlandia, nel Nord Africa, in Medio Oriente e nella parte nord-occidentale della Russia. A rilevarlo è il Copernicus Climate Change Service (C3S) implementato, per conto della Commissione Europea, dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (Ecmwf).

Durante lo scorso maggio, si rileva nel bollettino, "gran parte dell'Europa ha avuto temperature sotto la media con il centro dell'anomalia termica localizzato sulla Germania. Il mese è stato caratterizzato da condizioni meteo cicloniche fuori stagione e questo ha fatto sì che la Germania vivesse il maggio più freddo dal 2010 e che le temperature massime nel Regno Unito fossero tra le più basse mai registrate". Sono state comunque rilevate temperature sopra la media nella parte orientale del continente e nel sud della Spagna così come in Grecia, Turchia e Norvegia occidentale. In Russia, per esempio, le temperature hanno superato i 30 gradi a nord del Circolo artico.

Nel mondo ci sono altre regioni che hanno avuto temperature ben al di sotto della media, come la parte centro-meridionale degli Stati Uniti, parte del Canada settentrionale fino a ovest della baia di Hudson, l'Africa centro-meridionale, l'est della Russia e il nord della Mongolia, gran parte dell'India e la parte orientale dell'Antartide. Temperature sotto la media sono state registrate su gran parte della regione tropicale e subtropicale a est dell'Oceano Pacifico e sul Nord Atlantico fino alla parte nord-occidentale dell'Europa. Al contrario, le temperature hanno superato la media nell'ovest della Groenlandia, nel Nord Africa, in Medio Oriente e nel nord della Siberia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA