Pesca: deroga per i gamberi pregiati, concesso il 40% del pescato

A difesa del gambero viola sono scesi molti chef stellati

Redazione ANSA GENOVA

A partire dal 17 agosto e fino al 5 settembre i nove pescherecci liguri dediti alla pesca del gambero rosso e viola, potranno riprendere la pesca a strascico per tutte le altre categorie di pesci - frittura, naselli, gamberi rosa, moscardini, naselli) ma la quota dei gamberi pregiati non dovrà superare il 40% del pescato. "Un piccolo risultato - spiega Lorenzo Viviani senatore della Lega e pescatore professionista della Spezia - ma almeno salviamo il reddito di una trentina di persone in liguria e di altre centinaia in Italia. La pesca ai gamberi avviene in fondali di 600/700 quindi effettuata con barche importanti con costi di gestione elevati e le decisioni come avvenuto per il tonno, stabilite da burocrati della comunità Europea, finiscono per colpire l anello più debole ovvero i pescatori nostrani a favore delle enormi importazioni di gamberi congelati e surgelati da ogni parte del mondo".

A difesa del gambero viola sono scesi molti chef stellati presenti in Liguria che in questo anno hanno fatto il loro cavallo di battaglia sia nei piatti di crudo che nel primo piatto di taglierini al gambero rosso o viola che supera l astice di importazione e la rara aragosta nostrana. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie