Turismo: albergatori di Rimini, non si trova il personale

Rinaldis, 'nuovo patto per dare dignità a turismo'

Redazione ANSA RIMINI

(ANSA) - RIMINI, 17 GIU - Molti hotel della Riviera romagnola, ma anche bar e ristoranti, stanno faticando a trovare personale per la stagione estiva. "È un problema grosso", spiega la presidente di Federalberghi Rimini Patrizia Rinaldis, "una realtà oramai per tutta l'Italia. Bisogna ricostruire un patto tra lavoratori e datori di lavoro. Il turismo è un settore bellissimo, ma gli va ridata dignità". Per Rinaldis "molti preferiscono ristori e reddito di cittadinanza, mentre va ridato valore al lavoro". E quindi si auspica di "trovare delle forme per assumere più persone. Mettiamo i soldi a favore del lavoratore e non soltanto a fondo perduto".
    Eppure il lavoro c'è e le aspettative per gli arrivi turistici sono alte. Con il rallentamento dei contagi e le riaperture, gli albergatori riminesi aspettano il ritorno degli stranieri dopo la scarsa presenza del 2020. "Questa è la nostra più grande sfida", ha commentato l'albergatrice e rappresentante di categoria, che dice però di non avere la palla di cristallo sulla stagione. "Facciamo fatica oggi a dare dei dati, perché è una stagione che parte oggi. Ma vediamo che ogni giorno che passa ci sono sempre più richieste". Molti tedeschi, ad esempio, che tradizionalmente vengono in Riviera per le festività primaverili della Pentecoste - spiega sempre Rinaldis - hanno spostato il soggiorno a settembre. Ci sono poi per gli albergatori ancora dei dubbi sul Green pass: "Un Green pass unico europeo può facilitare. Ad oggi ci sono ancora molte domande che non hanno risposta". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie