L'Eurocamera, serve fondo transizione a pmi anche per il settore auto

Proposta nel regolamento su standard CO2 al voto mercoledì

Redazione ANSA

BRUXELLES - Un fondo per la 'transizione giusta' dedicato alle piccole e medie imprese del settore auto, componentistica inclusa, per affrontare il passaggio al motore a zero emissioni. E' una delle proposte che i deputati della commissione Ambiente dell'Europarlamento voteranno mercoledì, nella loro posizione sul nuovo regolamento sugli standard di emissione di CO2 di auto e furgoni nuovi.

"C'è una larga maggioranza che sosterrà la necessità di un intervento sul modello del Just Transition Fund", ha anticipato il presidente della commissione Ambiente Pascal Canfin (Francia, Renew) in un incontro con i giornalisti. Si tratta del primo testo normativo del pacchetto "Fit for 55", presentato in luglio dalla Commissione europea.

I parlamentari chiederanno fondi per il settore, probabilmente da stanziare non prima del nuovo periodo finanziario, dopo il 2027. Ma anche maggiore ambizione sui target, con un taglio delle emissioni di CO2 del 70% entro il 2030 invece del 55% per le auto e del 50% per i furgoni, come proposto dalla Commissione europea. Resta il traguardo di emissioni zero per tutte e due le classi di veicoli dal 2035. Il relatore del provvedimento, Jan Huitema (Olanda, Renew) voleva cancellare le deroghe per i produttori di nicchia (tipo Ferrari), ma dovrebbe passare un emendamento di compromesso che le manterrà almeno fino al 2029.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie