L'Italia ha speso oltre il 60% dei fondi 2014-20

Aumento nel 2020-21

Redazione ANSA

BRUXELLES - A oggi l'Italia ha speso il 60,41% dei fondi europei dedicati allo sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020. La media Ue è 72,56%.

È quanto emerge dai dati della Commissione europea.

Riguardo l'assorbimento di tutti i fondi strutturali europei (incluso il Fondo per lo sviluppo rurale) che per il nostro Paese è attualmente al 51%, la Commissione precisa che tra il 2020 e il 2021 i finanziamenti disponibili sono aumentati da 72 a 90 miliardi grazie all'aggiunta dei fondi supplementari per l'agricoltura e del programma React-Eu, con l'effetto di ridurre il tasso di assorbimento in quegli anni. Tasso che ha ripreso ad aumentare nel primo semestre 2022.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie