Operazione Tencent-Universal Music preoccupa artisti

Organizzazione Impala:'gli indipendenti subiranno perdite'

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - L'acquisto da parte della società di investimento cinese Tencent di una quota del 10% dell'Universal Music Group con l'opzione di aggiungere poi un altro 10% preoccupa Impala. In una nota, l'organizzazione che rappresenta le aziende europee di musica indipendenti ha espresso a sua contrarietà anche per il rischio che altri acquirenti acquistino le quote disponibili sul mercato dell'Universal Music Group, la più grande società di musica.

Secondo Impala questa vendita cambierà l'intero panorama della musica, le prime a subire delle perdite saranno le piccole imprese e gli artisti indipendenti. La Tencent detiene già quattro delle cinque principali app musicali e una quota di mercato stimata del 90% per la vendita al dettaglio di musica digitale inn Cina.L'Autorità cinese della concorrenza sta già esaminando gli accordi di licenza di Tencent Music, riporta la nota, e altri regolatori stanno sollevando l'allarme sul crescente potere dei servizi delle piattaforme online e dei giganti del web. "Ci aspettiamo che i regolatori si preoccupino anche per il collegamento tra Spotify e Tencent" ha dichiarato Helen Smith direttrice esecutiva di Impala.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto "Be Aware, protect your future" è stato cofinanziato dall'EUIPO - Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale nel quadro dell'invito a presentare proposte GR/002/19 "Sostegno ad attività di sensibilizzazione al valore della proprietà intellettuale e ai danni provocati dalla contraffazione e dalla pirateria (2019/C 181/02)". L'EUIPO non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre l'EUIPO non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie