Copyright: Mogol (Siae), bene riscontri per nostra battaglia

"Recepire al più presto norme Ue, c'è impegno relatore Senato"

Redazione ANSA

ROMA - L'appello lanciato dal presidente della Siae Giulio Rapetti Mogol con una lettera aperta al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al ministro per i Beni e le attività culturali e il Turismo Dario Franceschini e al sottosegretario con delega all'editoria Andrea Martella "affinché venga recepita al più presto nel nostro ordinamento la direttiva europea sul copyright ha ricevuto subito un importante sostegno da parte del mondo politico".

E' la soddisfazione della stessa Società italiana degli autori e degli editori. "Sono felice che la nostra battaglia di civiltà e giustizia abbia i primi importanti riscontri istituzionali - commenta Mogol -. In particolare, ho avuto un colloquio con il senatore Gianni Pittella, relatore del provvedimento in Senato, che mi assicurato il suo personale impegno per accelerare i lavori della commissione e portare il provvedimento alla votazione dell'aula prima dell'estate. Ho ringraziato a nome dei tanti autori che rappresento esprimendo i miei sentimenti di stima".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto "Be Aware, protect your future" è stato cofinanziato dall'EUIPO - Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale nel quadro dell'invito a presentare proposte GR/002/19 "Sostegno ad attività di sensibilizzazione al valore della proprietà intellettuale e ai danni provocati dalla contraffazione e dalla pirateria (2019/C 181/02)". L'EUIPO non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre l'EUIPO non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie