Contraffazione: Tofalo, compriamo italiano

L'Italian Sounding è un fenomeno sempre più diffuso che desta preoccupazione

Redazione ANSA ROMA

"Compriamo italiano e, soprattutto, stiamo molto attenti quando lo facciamo. L'Italian Sounding è un fenomeno sempre più diffuso che desta preoccupazione, ancora di più nella fase post Covid-19 dove tutti gli sforzi del Governo sono volti a far ripartire il motore economico e sociale del Paese". L'invito arriva dal Sottosegretario di Stato alla Difesa Angelo Tofalo che da quasi due anni rappresenta il Dicastero al tavolo del Consiglio Nazionale per la Lotta alla Contraffazione e all'Italian Sounding.
    "Il fenomeno riguarda quasi sempre alimenti etichettati ingannevolmente con diciture, simboli e immagini che richiamano in particolare valori legati al contesto paesaggistico e culturale italiano, ingenerando così nei consumatori l'equivoco che l'intera filiera si sviluppi nel nostro Paese, e che le materie prime agricole utilizzate nel processo produttivo abbiano origine in Italia- spiega Tofalo- Questa pratica ingannevole è diffusissima all'estero, in quanto non sempre il consumatore straniero riesce a distinguere un vero prodotto italiano da uno che 'suona italiano', ma anche da noi, vista la domanda crescente".
    "La Difesa, insieme agli altri Dicasteri, gioca un ruolo importante nella lotta alla contraffazione. Insieme alla Guardia di Finanza e alla Polizia di Stato, l'Arma dei Carabinieri è in primissima linea sul fronte della lotta alla contraffazione agroalimentare internazionale, in cooperazione con le agenzie Europol, Interpol e con la Commissione Europea".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto "Be Aware, protect your future" è stato cofinanziato dall'EUIPO - Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale nel quadro dell'invito a presentare proposte GR/002/19 "Sostegno ad attività di sensibilizzazione al valore della proprietà intellettuale e ai danni provocati dalla contraffazione e dalla pirateria (2019/C 181/02)". L'EUIPO non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre l'EUIPO non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie