Sequestrati a Bari falsi imballaggi Marlboro

Evasi 22 milioni di euro in diritti doganali

Redazione ANSA BARI

Imballaggi in cartoncino con il marchio "Marlboro" contraffatto sono stati sequestrati nel porto di Bari da Guardia di finanza e Agenzia delle Dogane. Si tratta di 4,5 milioni di cartoncini stampati, già sagomati, destinati al confezionamento e ala vendita illegale di circa 90 tonnellate di sigarette, "al di fuori degli standard comunitari di sicurezza del prodotto" e, spiegano gli investigatori, "in evasione dai diritti doganali (dazio, accisa e Iva) per oltre 22 milioni di euro".
    Erano in 32 bancali a bordo di un camion proveniente dalla Grecia e dichiarato come destinato in Lituania. Il conducente, rumeno, è stato denunciato per commercio e introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi.
    Il primo dei fogli, visibile, era un cartoncino per "Bubble Gum", come riportato sulla documentazione di trasporto, ma sotto i primi fogli è emerso l'intero carico di stampati "Marlboro".
    Per le verifiche sono intervenuti consulenti della Philip Morris che hanno accertato la contraffazione del marchio. 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto "Be Aware, protect your future" è stato cofinanziato dall'EUIPO - Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale nel quadro dell'invito a presentare proposte GR/002/19 "Sostegno ad attività di sensibilizzazione al valore della proprietà intellettuale e ai danni provocati dalla contraffazione e dalla pirateria (2019/C 181/02)". L'EUIPO non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre l'EUIPO non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie