Borchia (Lega), Ue miope su bocciatura direttiva plastica

'Bruxelles penalizza eccellenze imprenditoriali italiane'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 26 GEN - "La contestazione da parte dell'Ue all'Italia sull'applicazione della direttiva sulla plastica conferma purtroppo la miopia e l'approccio eccessivamente ideologico da parte di Bruxelles che, ancora una volta, penalizzano le eccellenze imprenditoriali del nostro Paese". Così in una nota l'europarlamentare della Lega e coordinatore del gruppo Id in commissione Industria, Paolo Borchia, commentando il richiamo di Bruxelles a Roma sull'applicazione della direttiva sulle plastiche monouso.

"Le aziende italiane del settore, leader nel campo dei prodotti biodegradabili, da lungo tempo hanno intrapreso un percorso di sostenibilità, con investimenti importanti al fine di raggiungere gli obiettivi di economia circolare e persino anticipando il target richiesto dall'Ue. Minacciare l'avvio di una procedura d'infrazione - come ha fatto il commissario Breton con una lettera inviata al Governo - per la deroga sulle monouso finirebbe con il colpire ulteriormente un comparto all'avanguardia, con un approccio punitivo del tutto sbagliato che andrebbe a minare pericolosamente la competitività delle nostre aziende", osserva Borchia, sottolineando che tale approccio Ue costituisce "un danno per imprese, lavoratori, famiglie di un settore che, nonostante la crisi e le conseguenze della pandemia, rappresenta un'eccellenza produttiva del nostro Paese. Per la transizione ecologica non serve l'ideologia, ma misure di buonsenso e pragmatismo". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: