Giorno ricordo: Ceccardi (Lega), da Montanari parole gravi

'Con memoria non si fa propaganda, ma giustizia'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 10 FEB - "Dal rettore dell'Università degli Stranieri di Siena Tomaso Montanari arrivano parole molto gravi, che mirano a un riduzionismo, ad un revisionismo storico oggi non più accettabili". Lo ha detto l'europarlamentare della Lega, Susanna Ceccardi, ad una conferenza dedicata alla giornata in memoria delle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata. "Dopo tutta la documentazione raccolta negli anni, i negazionisti sono veramente pochissimi e fortunatamente non hanno spazio sui giornali. Ma c'è un altro filo, quello dei giustificazionisti, che invece va molto in voga", ha spiegato Ceccardi. Montanari "ha accusato chi fa memoria di fare propaganda. Io credo il contrario: con la memoria si fa giustizia a quelle vittime, a quei civili che non hanno avuto voce in tutti questi anni e che da esuli non hanno trovato accoglienza dignitosa, ma ostilità". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: