Friuli Venezia Giulia

Fedriga, su vaccini troppe tensioni, è scontro tra bande

'Non mettere su graticola chi non vuole siero. Occorre spiegare'

(ANSA) - TRIESTE, 23 LUG - "E' importante accompagnare il Paese, vedo una tensione che mi preoccupa, uno scontro fra bande". Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni intervenendo a Radio anch'io. Per Fedriga "non bisogna accusare nessuno e non bisogna mettere sulla graticola chi non vuole vaccinarsi, ma occorre spiegare". Secondo Fedriga, comunque, "le notizie false stanno devastando il Paese". (ANSA).
   

"Ci sono passaggi che rendono difficile applicazione delle norme: chi controlla e soprattutto come le norme vengono fatta applicare, non possiamo pensare di mettere sulle spalle del barista o del ristoratore l'onere di fare il bodyguard, quindi su questo lo Stato ci deve essere". Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, intervenendo alla trasmissione radiofonica della Rai Radio anch'io. Fedriga ha poi rivolto un nuovo appello a vaccinarsi: "Per chi lo fa ci sono meno probabilità di ammalarsi in modo grave; il grande vantaggio del vaccino è che evita la malattia grave". (ANSA).

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere
    Nuova Europa



    Modifica consenso Cookie