'Circeo in vendita', la Regione Lazio lo compra

'Dato mandato per acquisto parte promontorio, preservare l'area'

'Circeo vendesi'. Una parte del celebre promontorio della Maga, patrimonio storico, naturale e archeologico, è finito nel listino di un'agenzia immobiliare per 300mila euro. La Regione Lazio, dopo le proteste di associazioni ambientaliste per salvaguardare l'area, ha deciso di dare mandato alla direzione Demanio e Patrimonio per l'acquisto.

Nei giorni scorsi l'alert era stato sollevato dal consigliere regionale Enrico Forte che ha presentato una mozione, firmata anche dalla consigliera Gaia Pernarella, chiedendo alla Regione di procedere all'acquisto dell'area, circa 200 ettari per la metà di bosco, che si estende tra Quarto Caldo e Quarto freddo. Un'area, spiegava la mozione, da destinare poi alle proprietà dell'Ente parco nazionale del Circeo.

Forte infatti ha evidenziato come il terreno in vendita, proprietà sembra di una famiglia nobile e compresa nell'area del Parco Nazionale, sia di grande interesse storico archeologico nonchè di pregio ambientale in particolare per la presenza della Centaurea cineraria circei, una sottospecie botanica presente solo in questo promontorio. Inoltre sulle pendici insistono anche cisterne romane, resti di ville imperiali e sulla vetta del monte Circeo sorgeva il Tempio di Circe.

Insomma l'intento della mozione era quello di scongiurare la vendita a privati e di permettere una destinazione pubblica dell'area. Nei prossimi giorni la Regione Lazio procederà con l'opzione di acquisto secondo le procedure previste dalla legge.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Muoversi a Roma



      Modifica consenso Cookie