Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Disabilità e longevità
  4. Disabilità, focus sull'insorgenza in età avanzata

Disabilità, focus sull'insorgenza in età avanzata

Pili (Ierfop), la formazione strumento importante

Ierfop volge lo sguardo verso le disabilità che sopraggiungono in età avanzata, con i cambiamenti che ne conseguono. L'Istituto Europeo per la Ricerca, Formazione e Orientamento Professionale punta sulla promozione dello sviluppo di competenze specifiche, come l'informatica e inglese, strumenti utili per poter comunicare con familiari, amici, nuove conoscenze avviate sul web e tenersi al passo con le notizie locali e internazionali.

Ma anche per consentire di prevenire il possibile "digital divide". "La formazione è una delle chiavi per l'inclusione attiva nella vita sociale a 20 come a 90 anni", spiega il presidente di Ierfop, Roberto Pili, nel presentare il progetto "Long Life Learning, "una piattaforma di buone prassi e protocolli di intervento che permettono alle persone con disabilità, a qualsiasi età, di essere una risorsa e non un peso, prevenendo il loro isolamento e l'emarginazione", aggiunge.

Sin dalla sua nascita, nel 1988, Ierfop si contraddistingue per politiche attive per disabili ed emarginati, favorendo l'inserimento sociale e lavorativo attraverso attività di formazione e servizi mirati, in linea con l'Agenda 2030, Documento sottoscritto dai 193 paesi membri dell'Onu che ha posto le basi per un mondo "ambientalmente, economicamente e socialmente sostenibile".

Con la nuova gestione, l'Istituto ha proposto un ventaglio di azioni e intensificato le attività di ricerca per migliorare l'offerta di attività e servizi, sempre nel segno dell'integrazione senza limiti anagrafici. "Nel 2019 abbiamo avviato un'ambiziosa iniziativa a livello nazionale che mira a dar vita ad un coordinamento partecipato con l'obiettivo di promuovere politiche sull'invecchiamento attivo, grazie a diversi accordi di collaborazione e partenariati con Università, gruppi di ricerca, Sindacati, Associazioni attive nell'ambito psico-medico sociale come Medicina Sociale e La Comunità Mondiale della Longevità, centri studi nazionali e realtà internazionali", aggiunge Pili.

Per Bachisio Zolo, direttore delle attività didattiche e formative "Il risultato tangibile di questo impegno, sono i progetti finanziati dal programma Erasmus +, Fake news & elders che tratta il delicato tema delle fake news e del rapporto degli anziani con i rischi legati alla disinformazione". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie