Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Formula 1
  4. F1, GP Azeirbaijan, vince Verstappen. Disastro Ferrari, Leclerc fuori per fumo dal motore

F1, GP Azeirbaijan, vince Verstappen. Disastro Ferrari, Leclerc fuori per fumo dal motore

Secondo posto per il suo compagno di team Sergio Perez, terzo George Russell su Mercedes

Max Verstappen ha vinto il GP dell'Azeirbaijian di Formula 1, ottava gara della stagione 2022. Secondo posto per il suo compagno di team Sergio Perez, terzo George Russell su Mercedes. Ai piedi del podio si è fermato Lewis Hamilton con la seconda Mercedes ed un distacco di oltre un minuto e 11" da Verstappen, che ha colto la vittoria numero 25 in carriera, la prima a Baku. Quinta l'AlphaTauri di Pierre Gasli, davanti all'Aston Martin di Sebastian Vettel. Settimo Fernando Alonso (Alpine), ottava e nona le due McLaren con Ricciardo davanti a Norris. Esteban Ocon (Alpine) chiude la top-ten. Charles Leclerc si è dovuto ritirare dal GP dell'Azeirbaijan di F1 al 20/o giro quando dal posteriore della sua Ferrari si è alzata una densa scia di fumo, mentre era tornato leader della gara. In testa ora ci sono le due Red Bull, con Vertsappen che precede Perez. In precedenza, al nono giro, era terminato anche il GP Carlos Sainz, probabilmente per problemi ai freni. Il guasto del ferrarista aveva causato l'esposizione delle bandiere gialle e la virtual safety car, e aveva consentito a Leclerc di sostituire le gomme, passare dalle medie alle hard, e piazzarsi in testa.

 

 

IL RACCONTO DELLA GARA
Quando funziona la strategia, è l'affidabilità a tradire la Ferrari. Red Bull si mette in tasca una doppietta perfetta al termine del Gran Premio dell'Azerbaigian, vinto da Max Verstappen davanti a Sergio Perez. L'olandese volante, già in fuga nella classifica piloti dopo l'ottava gara, non ha avuto bisogno di sorpassi al limite né di affrontare particolari rischi per portare a casa il quinto successo stagionale, il primo sul circuito di Baku. E dopo il traguardo ha ringraziato anche "un po' di fortuna" per i guasti che gli hanno tolto di mezzo gli avversari più pericolosi. Fuori Carlos Sainz al nono giro per un problema idraulico, appiedato Charles Leclerc al 20mo, dopo una vistosa fumata bianca dal motore. In quel momento il monegasco conduceva la gara grazie alla scelta di fare il primo pit-stop durante la virtual safety car dovuta al ko di Sainz, montando le gomme hard al posto delle medie con le quali erano partiti i primi dieci. Leclerc era così tornato leader, dopo che al via dalla pole era stato 'bruciato' sullo scatto da Perez. Il messicano è stato poi a sua volta sorpassato da Verstappen al 15mo giro ed il campione del mondo ha avuto strada libera verso il successo. Ora ha 150 punti, +21 sul fido scudiero Perez, ma soprattutto +34 su Leclerc. Un doppio stop per guasto non affliggeva la Ferrari da Australia 2009.

GP dell'Azeirbaijan, vince Verstappen


LECLERC: 'RITIRO CHE FA MOLTO MALE'
"Domani analizzeremo cosa è successo, ma è un ritiro che fa molto male". Così Charles Leclerc, a Sky Sport, ha commentato l'ennesimo ritiro per motivi tecnici, mentre era in testa al GP dell'Azeirbaijian. "Ora non trovo le parole... Nelle ultima tre gare ci sono state le prestazioni - ha aggiunto il pilota Ferrari . ma è mancata l'affidabilità. Altri 25 punti persi..."

 

GP dell'Azeirbaijan, vince Verstappen

BINOTTO: 'L'AFFIDABILITÀ È UN TEMA CHE CI PREOCCUPA'
"Sono due ritiri che ci penalizzano molto, ma come non ci siamo esaltati a inizio stagione, ora non ci lasceremo abbattere". Mattia Binotto, team principal della scuderia Ferrari, parlando a Sky Sport, ha analizzato il doppio ritiro di Carlos Sainz e Charles Leclerc - entrambi per problemi tecnici - durante il GP a Baku. "L'affidabilità è un tema che ci preoccupa - ha aggiunto Binotto - L'incremento di potenza rispetto all'anno scorso è stato enorme. Evidentemente lo stiamo pagando in termini di affidabilità". Motore in fumo per Leclerc, guasto all'impianto idraulico per Sainz. Ma è soprattutto il primo a preoccupare. Tra una settimana si corre in Canada ed "i problemi strutturali del motore non si correggono in così poco tempo, dobbiamo analizzare bene quanto è accaduto". 

<

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Podcast

        A cura di Intesa Sanpaolo