Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Formula 1
  4. F1: trionfa la Ferrari di Sainz, poi Perez e Hamilton

F1: trionfa la Ferrari di Sainz, poi Perez e Hamilton

Quarto l'altro ferrarista Leclerc, settimo Verstappen. Pauroso incidente alla partenza che ha coinvolto la Mercedes di Russell, la Williams di Albon e l'Alfa Romeo di Zhou

La Ferrari ritrova la vittoria dopo due mesi e lo fa con Carlos Sainz che a Silverstone, dopo 150 gp, trova la sua prima vittoria in carriera e mette in fila la Red Bull di Sergio Perez e uno scatenato Lewis Hamilton, Quarta la Ferrari di Charles Leclerc, 'sacrificato' dalle strategie della scuderia di Maranello quando durante la safety car (provocata dal ritiro di Esteban Ocon) mentre si trovava al comando non gli è stato consentito di cambiare le gomme a differenza del compagno di squadra.

Una "scelta" che ha impedito al monegasco di rosicchiare punti a Verstappen che ha chiuso al 7/o posto. Ha due volti il gran premio di Silverstone, decima prova del campionato mondiale di formula uno, quello della paura, con l'incidente in avvio che ha coinvolto la Mercedes di Russell, la Williams di Albon e l'Alfa Romeo di Guanyu Zhou, con questi ultimi due che hanno tenuto tutti in apprensione: l'Alfa del cinese si è ribaltata più volte con l'halo - la protezione inserita nel 2018 - che ha letteralmente salvato la vita a Zhou. Il pilota dell'Alfa Romeo è stato un paio d'ore in osservazione al centro medico del circuito per poi essere dimesso mentre per Albon è stato necessario il trasferimento in ospedale per eseguire alcuni accertamenti precauzionali. Il gp si ferma per un'ora e nel caos del post incidente c'è pure l'invasione della pista da parte di alcuni manifestanti prontamente fermati.

Un'ora dopo si riparte e Sainz - che si era fatto sorprendere al primo via da Verstappen - stavolta mantiene la posizione e si porta in testa inseguito dall'olandese e dal compagno di squadra Leclerc. Un errore intorno all'11/o giro consente a Verstappen di sorpassare lo spagnolo, ma il vantaggio della Red Bull del campione del mondo dura poco perché una foratura e problemi alla vettura non meglio identificati riportano Sainz al comando e Leclerc a inseguire e chiedere strada. Fino alla safety car.

Poi gli ultimi giri sono stati un'altra gara con Sainz a difendere il primo posto, Perez rimontare fino al secondo e Hamilton lottare come i giorni migliori con Leclerc che si è dovuto accontentare del 4/o posto, con il sollievo di Verstappen che continua a essere in testa al mondiale con 34 punti di vantaggio su Perez e 43 su Leclerc. Sainz festeggia la sua prima vittoria in carriera: "E' fantastico - dice a fine gara - la prima vittoria dopo 150 gare con la Ferrari a Silverstone, non potevo chiedere di più. All'inizio ho molto sofferto la pressione che mi ha messo Verstappen, ma poi con la strategia sono riuscito a fare mia questa gara. Silverstone è un posto speciale. Qui ho ottenuto la prima vittoria nel 2010 con la formula Bmw e anche la prima pole. Ora, dopo 12 anni, sono riuscito a ottenere lo stesso risultato".

Dribbla le polemiche ma non puo' fare a meno di mostrarsi deluso Charles Leclerc: "La squadra ha deciso di diversificare le strategie, non fermare la vettura davanti e fermare quella dietro. Per me ovviamente non era la decisione giusta, ma è così - le parole del monegasco a Sky Sport - La squadra ha deciso di diversificare le strategie, non fermare la vettura davanti e fermare quella dietro. Per me ovviamente non era la decisione giusta, ma è così. Oggi è la vittoria di Carlos e non vorrei che il focus venga spostato sulla mia delusione, ma sulla sua prima vittoria, è un momento speciale per lui. Ma da parte mia non posso nascondere la mia delusione".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Podcast

        A cura di Intesa Sanpaolo