20:22

Schroeder rinuncia a nomina consiglio di vigilanza Gazprom

Lo fa sapere lo stesso ex cancelliere tedesco

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BERLINO, 24 MAG - L'ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder avrebbe rinunciato già da tempo alla sua nomina al consiglio di vigilanza della società energetica russa Gazprom e lo avrebbe già comunicato all'azienda. Lo ha scritto questa sera lo stesso Schroeder sul portale Linkedin. L'autenticità del post sarebbe stata confermata alla Dpa. Schroeder ha quindi smentito la notizia dell'emittente tedesca Ntv, secondo cui era stato nominato nel consiglio di vigilanza. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    19:53

    Davos: Soros, mobilitare ogni risorsa contro Putin

    Ue nella giusta direzione con Draghi, Macron, Letta

    Chiudi  (ANSA)

    (ANSA) - DAVOS, 24 MAG - "L'Europa sembra finalmente andare nella giusta direzione" con un'integrazione più forte fra i Paesi di fronte all'aggressione russa contro l'Ucraina e ora nell'Occidente "dobbiamo mobilitare tutte le nostre risorse per porre fine alla guerra, occorre sconfiggere Putin il prima possibile".
        Lo dice George Soros nell'usuale appuntamento con i giornalisti a margine del Forum economico mondiale, citando i piani federalisti di Enrico Letta, l'appoggio fornito da Mario Draghi "più coraggioso di Scholz sul gas russo" rispettoai partner tedeschi, l'apertura all'allargamento ai Paesi balcanici e alla Moldavia del presidente Macron. (ANSA).
       

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      18:22

      Von der Leyen, 'intesa su petrolio non sarà al summit Ue'

      Presidente Commissione a Politico, 'non diamo false aspettative'

      Chiudi  (ANSA)

      (ANSA) - BRUXELLES, 24 MAG - "Non mi aspetto" che ci sia un'intesa sull'embargo al petrolio al vertice europeo della prossima settimana, "è inutile dare false aspettative". E' quanto ha sottolineato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, in un'intervista a Politico dal forum di Davos rilasciata poco dopo la lettera dell'Ungheria al presidente del Consiglio Ue, Charles Michel. "C'è un elemento politico da discutere, ovvero quanto gli altri 26 Paesi membri vogliono concedere all'Ungheria in fatto di investimenti, ma le principali difficoltà sono tecniche e ne stiamo parlando in questi giorni", ha aggiunto von der Leyen.
          Noi stiamo discutendo dei Paesi senza sbocco sul mare che necessitano di forniture alternative tramite gasdotti, quindi bisogna parlare degli investimenti nei gasdotti, per aumentare l'offerta, e stiamo discutendo dell'aggiornamento delle raffinerie e di investimenti nelle energie rinnovabili", ha aggiunto von der Leyen. La presidente dell'esecutivo europeo ha ricordato di aver incontrato Viktor Orban a Budapest "per capire quali sono le implicazioni, e oggettivamente c'è un problema tecnico difficile" da risolvere. "Se necessario, sono sempre disponibile a parlagli per telefono", ha spiegato nell'intervista pubblicata questo pomeriggio da Davos. (ANSA).
         

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        17:41

        Disabili: Fico, cittadini a pieno titolo, serve cambio culturale

        Persone con disabilità non possono essere considerate un peso

        Chiudi  (ANSA)

        (ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Occorre anche e soprattutto un cambio culturale profondo. A questo scopo ciascuno di noi deve comprendere che le persone con disabilità non possono essere considerate come un peso. O come persone uguali ma 'separate' dal resto della comunità. Sono cittadini e devono partecipare a pieno titolo e su un piano di parità, secondo le rispettive aspirazioni e i progetti di vita individuali, ad ogni ambito della vita del Paese". Lo ha detto il presidente della Camera Roberto Fico al Convegno "Barriere culturali e architettoniche - abbatterle con un sorriso", a cui segue la proiezione del film "Corro da te". (ANSA).
           

          RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

          17:37

          Ucraina: Salvini, nuovo voto su armi? Spero non ci sia

          Argomento per convincere russi sono le sanzioni

          Chiudi  (ANSA)

          (ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Mi auguro non ci sia nessun altro voto in Parlamento nelle prossime settimane". Così il leader della Lega, Matteo Salvini rispondendo a una domanda su un nuovo eventuale voto sull'invio delle armi all'Ucraina. L'ha detto nella registrazione di 'Porta a porta' in onda stasera su Rai 1.
              E ha aggiunto: "Gli argomenti per convincere i russi ci sono senza bombardare e sono le sanzioni". (ANSA).
             

            RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

            17:32

            Concorrenza: il 30 in aula, approvazione il giorno stesso

            Decisione in Capigruppo Senato

            Chiudi  (ANSA)

            (ANSA) - ROMA, 24 MAG - Il ddl concorrenza approderà in Aula al Senato lunedì 30 maggio e sarà votato nella stessa giornata.
                Lo ha deciso la Conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama, secondo quanto riferiscono alcuni partecipanti. (ANSA).
               

              RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

              17:30

              Navalny perde l'appello, confermata la condanna a 9 anni

              Oppositore attacca Putin, 'un matto ha messo artigli su Ucraina'

              Chiudi  (ANSA)

              (ANSA) - ROMA, 24 MAG - Il dissidente russo Alexei Navalny ha perso il suo ricorso in appello: la giustizia russa ha confermato infatti la sua condanna a nove anni di reclusione.
                  "Un matto ha messo i suoi artigli sull'Ucraina e non so cosa ne voglia fare, questo folle ladro", ha detto l'oppositore russo, scagliandosi direttamente contro il presidente Vladimir Putin, durante un collegamento in videolink dalla colonia penale dov'è detenuto con l'aula di tribunale dove è stata espressa la decisione di respingere il suo ricorso in appello.
                  "Questa è una guerra stupida che il vostro Putin ha cominciato - ha detto Navalny -. È una guerra costruita su menzogne" ha aggiunto. "Cosa volete ottenere? Volete il controllo nel breve periodo, combattere con le future generazioni, combattere per il futuro della Russia? Subirete tutti una sconfitta storica". (ANSA).
                 

                RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

                17:29

                Covid: 29.875 positivi, 95 le vittime

                Tasso all'11%, meno una terapie intensive, meno 131 i ricoveri

                Chiudi  (ANSA)

                (ANSA) - ROMA, 24 MAG - Sono 29.875 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 9.820. Le vittime sono invece 95, in aumento rispetto alle 80 di ieri Sono 811.720 le persone attualmente positive al Covid, 21.327 in meno nelle ultime 24 ore. In totale sono 17.288.287 gli italiani contagiati dall'inizio della pandemia, mentre i morti salgono a 166.127. I dimessi e i guariti sono 16.310.440, con un incremento di 51.946 rispetto a ieri.
                    Sono 269.871 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 93.813. Il tasso di positività è all'11%, in lieve aumento rispetto al 10,5% di ieri. Sono 290 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, uno in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 29. I ricoverati nei reparti ordinari sono 6.257, ovvero 131 in meno in rispetto a ieri.
                    I dati forniti dal ministero non riportano quelli della regione Emilia Romagna, ferma per aggiornamento dei sistemi informatici. (ANSA).
                   

                  RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


                  Modifica consenso Cookie