Toscana
  1. ANSA.it
  2. Toscana
  3. Dante, le divine illustrazioni di Mattotti, Glaser, Moebius

Dante, le divine illustrazioni di Mattotti, Glaser, Moebius

In mostra all'Accademia di Belle arti di Firenze dal 25 ottobre

(ANSA) - FIRENZE, 23 OTT - L'Accademia di Belle arti di Firenze celebra Dante nel 700/o anniversario della sua morte con una mostra che porta per la prima volta a Firenze le opere di tre celebri illustratori contemporanei: Lorenzo Mattotti, Milton Glaser e Jean Giraud, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Moebius. Artisti che nel 1999 diedero alle stampe per la galleria Nuages una preziosissima Divina Commedia illustrata che ora, in occasione dell'anno dantesco, la stessa galleria milanese ha voluto ristampare in un'edizione celebrativa e in coedizione con l'Accademia di Belle arti, esponendo allo stesso tempo alcune delle illustrazioni originali contenute al suo interno. 'Inferno, Purgatorio, Paradiso. Divine illustrazioni' il titolo della mostra ospitata all'Accademia dal 25 ottobre al 25 novembre (ingresso libero e gratuito).
    L'esposizione, curata dal docente Alessandro Baldanzi e da Cristina Taverna della galleria Nuages, si compone di un nucleo centrale allestito all'interno della Sala Ghiberti in cui sarà possibile ammirare le copertine originali delle tre cantiche dantesche illustrate da Mattotti, Glaser e Moebius - rispettivamente Inferno, Purgatorio e Paradiso - oltre a una selezione di tavole a colori originali e ad altre opere inedite, fra cui disegni preparatori e incisioni. Lungo il porticato del cortile centrale, poi, circa sessanta illustrazioni realizzate da altrettanti studenti dell'Accademia - ciascuna ispirata a un canto diverso della Divina Commedia - si porranno in dialogo con l'esposizione principale. In occasione dell'esposizione sarà possibile visitare anche la Biblioteca ottocentesca dell'Accademia che custodisce al suo interno, fra gli altri, un vasto patrimonio librario sulle opere del Sommo poeta, con volumi illustrati fra gli altri da Adolfo De Carolis, Giulio Aristide Sartorio, Adolfo Wildt.
    La mostra è anche l'occasione per inaugurare il nuovo corso della Sala Ghiberti dell'Accademia di Belle arti che da spazio della didattica diventerà un luogo espositivo alla città con mostre e altre iniziative artistiche. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie